rotate-mobile
Giovedì, 8 Dicembre 2022
Sull'isola / Ventotene

Ventotene: si dimette Francesco Romagnoli, il funzionario d'area indagato

L'atto protocollato lo scorso mercoledì sarebbe scaturito dall'ennesima deuncia presentata in Procura dal consigliere di minoranza Modesto Sportello

Ventotene sembra essere divenuta un'isola politicamente senza pace. Si è dimesso Francesco Romagnoli il funzionario d'area 3 e 6 che nelle scorse settimane si è visto notificare dalla Procura della Repubblica di Cassino, un avviso di conclusione indagine inerente un'inchiesta che vede coinvolti anche il sindaco dell'isola Gerardo Santomauro, l'intera Giunta ed un altro funzionario di area esterno.

Le dimissioni di Romagnoli, secondo alcune indiscrezioni trapelate dal Comune, sarebbero scaturite a seguito di una denuncia presentata sempre presso l'autorità giudiziaria dal consigliere di opposizione Modesto Sportiello. La querela racconterebbe di una serie di presunte omissioni commesse dal funzionario e finalizzate a non rispettare la richiesta di accesso agli atti avanzata dal rappresentante della minoranza. Sportiello, lo scorso mese di novembre, avrebbe chiesto al funzionario oggi dimissionario di poter prendere visione di atti riguardanti il rinnovo di concessioni edilizie. Un aspetto, quello dell'abusivismo sull'isola che da tempo viene monitorato dalla Guardia di Finanza e che sembrerebbe aver dato vita ad un'altr indagine. La richiesta di accesso agli di Sportiello, come denunciato dall'ex componente della maggioranza, sarebbe stata parzialmente rispettata. Ovvero avrebbe avuto visione solamente di alcuni documenti mentre per altri, quelli di maggior interesse, si sarebbe visto negare l'autorizzazione.

Ma cosa ha spinto Modesto Sportiello a presentare l'ennesima denuncia? Sembrerebbe che il funzionario Francesco Romagnoli abbia chiesto a coloro che avrebbero posizione di irregolarità urbanistica l'autorizzazione a mostrare gli atti. Un comportamento questo, che se dovesse risultare vero, creerebbe un precedente nella storia della Giurisprudenza amministrativa. Perchè il funzionario ha violato il segreto che ogni pubblico ufficiale è obbligato a rispettare in sede di giuramento. Perchè gli atti, per la Legge sulla Trasparenza, non possono essere 'nascosti' a chi rappresenta una parte del popolo che è Sovrano. La querelle tutta isolana prosegue tra colpi di scena e diatribe al vetriolo che avrebbero indotto anche il prefetto di Latina a chiedere lumi alle autorià competenti.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Ventotene: si dimette Francesco Romagnoli, il funzionario d'area indagato

LatinaToday è in caricamento