rotate-mobile
Politica Ventotene

Primo Consiglio comunale dell’era Caputo a Ventotene, tra new entry assolute e grandi ritorni

L’Assise si riunisce per la prima volta dopo l’elezione a sindaco di Carmine Caputo. Assegnate le deleghe

Primo Consiglio comunale a Ventotene a due settimane dall’elezione a sindaco di Carmine Caputo: la seduta è stata convocata per oggi, 28 giugno, nella sala Umberto Elia Terracini, quella della grandi occasioni, che nel corso degli anni ha ospitato il presidente della Repubblica Sergio Mattarella, il presidente Romano Prodi, l’ex premier Matteo Renzi e molteplici ospiti di livello nazionale e internazionale. 

Un Consiglio comunale di new entry assolute e alcuni grandi ritorni come quello del neo vice sindaco Giuseppe Pepe, da tutti conosciuto come Pino, che in passato ha ricoperto lo stesso ruolo con il primo cittadino Giuseppe Assenso e avrà le deleghe al territorio e all’ambiente; l’altro assessore è una presenza storica dell’isola, affezionato turista da oltre 45 anni, Guglielmo Fiorillo che si occuperà di sanità e servizi sociali.

Il capogruppo di maggioranza è Umberto Langella, isolano doc, avrà la delega ai trasporti; Luigi Sportiello, primo eletto, è una new entry e si occuperà di affari istituzionali; Vincenzo Assenso si occuperà di commercio, nipote dello storico sindaco Geppino, ha “ereditato” la poltrona di consigliere dal compianto fratello, Umberto già vicesindaco, assessore e consigliere in molte legislature.

Stefany Pennacchio si occuperà di istruzione e la sua collega Marcella Alleati di cultura e viabilità, mentre Francesco Verde è il delegato al turismo, sport e spettacolo. Cataldo Matrone, è il “senatore” dei consiglieri eletti, già vicesindaco, si occuperà di territorio.

Il sindaco Caputo ha voluto rimarcare “l’importanza della coesione sociale, con un messaggio di grande apertura verso le parti politiche, invitandole ad una opera di grande pacificazione, senza perdere di vista i grandi obiettivi che le isole di Ventotene e Santo Stefano hanno davanti”.

Sono poi state assegnate quattro deleghe esterne a cittadini non eletti: Giovanni Macioce, area marina protetta e riserva naturale statale, Raffaele Rubinacci alle progettualità PNNR; l’ex candidato sindaco Raffaele Sanzo si occuperà di rapporti istituzionali e Daniele Coraggio curerà la Comunicazione e i rapporti con le isole minori.

“Controlleremo che venga fatto tutto non solo secondo legge, ma anche con il buon senso, noi vogliamo da sempre il Bene Comune perché solo così cresce una collettività” ha cmmentato l’ex sindaco di Ventotene Gerardo Santomauro.

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Primo Consiglio comunale dell’era Caputo a Ventotene, tra new entry assolute e grandi ritorni

LatinaToday è in caricamento