Politica

Verde pubblico, De Marchis: “Anomalie negli affidamenti del servizio”

La denuncia del consigliere del Pd al termine della seduta della Commissione Trasparenza di oggi: "Pronto a presentare un esposto all'Autorità anticorruzione per chiedere l'apertura di un'indagine"

Gestione del verde pubblico ancora in Commissione Trasparenza. La seduta si è tenuta questa mattina e ha visto al centro della discussione anche la questione del servizio alla luce del parere rilasciato dal segretario Pasquale Russo in merito alla legittimità degli affidamenti.

“Gran parte degli affidamenti del servizio di manutenzione del verde pubblico è stata assegnata in assenza delle caratteristiche di eccezionalità e imprevedibilità previste dalla norma. Lo dice il parere del segretario generale del Comune di Latina confermando quanto l’opposizione segnala da tempo” ha commentato il consigliere del Pd Giorgio De Marchis al termine della seduta.

“Il parere del segretario – afferma De Marchis - si è rivelato puntuale e convincente nel momento in cui ha ricordato che molti degli affidamenti sono stati assegnati senza che ricorressero i caratteri di eccezionalità e imprevedibilità stabiliti dalla norma. Allo stesso modo, per quanto concerne lo spacchettamento della manutenzione del verde pubblico in diversi lotti, il segretario ha ribadito che la procedura seguita è illegittima in quanto la legge prevede la gara pubblica per l’individuazione del contraente dovuta all’importo complessivo dell’appalto determinato dalla somma del valore dei singoli dei lotti”.

“Gran parte delle puntualizzazioni presenti nel parere – sottolinea il consigliere del Pd - sono state oggetto di miei interventi nel corso degli anni. Sulle somme urgenze e sullo spacchettamento degli appalti la stessa commissione Trasparenza ha ascoltato più volte il funzionario e dirigente del settore. Le criticità che erano state già segnalate vengono oggi confermate integralmente dal parere del segretario. Nel Comune di Latina – spiega De Marchis - manca una cabina di regia che governi le procedure e, ancora più importante, che risolva preventivamente situazioni di dubbia gestione. Purtroppo, sia nel caso dei piani particolareggiati che nel settore del verde pubblico, le inchieste per un verso e il parere del segretario generale per un altro confermano le posizioni espresse dall’opposizione in questi anni in merito all’illegittimità delle procedure seguite, puntualizzazioni e rimostranze che la maggioranza e l’amministrazione non hanno mai voluto ascoltare”.

“A questo punto – conclude il democratico - sulla vicenda relativa agli appalti per la manutenzione del verde e allo spacchettamento del servizio, alla luce anche del parere espresso dal segretario, è necessario un intervento dell’Autorità anticorruzione alla quale verrà inoltrato un esposto per chiedere l’apertura di un’indagine sulle anomalie procedurali riscontrate”.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Verde pubblico, De Marchis: “Anomalie negli affidamenti del servizio”

LatinaToday è in caricamento