rotate-mobile
Politica

Contro i vitalizi, Cozzolino aderisce alla campagna promossa dalla Uil

Il consigliere comunale partecipa alla tre giorni informativa indetta dalla sigla sindacale "Né né, né privilegi né sprechi"; gazebo in piazza del Popolo dall'11 al 13 settembre

È partita questa mattina la campagna “Né né, ne privilegi ne sprechi” della Uil che per tre giorni sarà in piazza a Latina per informare le persone e per raccogliere le sottoscrizioni a referendum e proposta di legge in favore dell’abolizione dei vitalizi.

Campagna ed iniziativa che hanno visto il pieno adesione anche del consigliere comunale del Pd, Alessandro Cozzolino, che questa mattina ha preso parte al gazebo allestito in piazza del popolo dalla sigla sindacale della provincia di Latina.

“Contro questo modo irragionevole e ingiustificato di fare politica il consigliere comunale del Partito democratico Alessandro Cozzolino ha immediatamente aderito alla campagna “Né né, né privilegi né sprechi” della Uil - fa sapere il partito -. Si tratta una proposta di legge d’iniziativa popolare che si prefigge l’obiettivo di contenere i costi per il funzionamento delle istituzioni regionali (con l’abbattimento del numero dei consiglieri e dei consulenti) e di un referendum popolare per abrogare i vitalizi dei consiglieri regionali e tanti altri sprechi della politica laziale”.

“Mi sono reso disponibile sin da subito accanto al sindacato - spiega Cozzolino - perché nei fatti Pdl e Udc sono riusciti a cancellare la norma che impediva agli assessori non eletti di ricevere una pensione. Come se non bastasse il vitalizio è stato garantito pure ai tre consiglieri decaduti per un errato calcolo nella distribuzione dei seggi che hanno cominciato immediatamente a percepire “la mancia” stabilita. In più  fino al 2015 lo stipendio dei parlamentari regionali non si tocca (oltre 10 mila euro)”.

“In questo periodo, nel quale tutti i cittadini fanno dei sacrifici estremi per cercare di contribuire al ripianamento del debito del nostro Paese – aggiunge il consigliere del Pd – non possiamo restare a guardare l’esempio negativo, come quello dato dalla Governatrice del Lazio Renata Polverini, che  ha garantito dei vitalizi a categorie di politici che non avevano questi privilegi".

Anche nei prossimi giorni Alessandro Cozzolino sarà al gazebo del sindacato per contribuire alla raccolta firme per farsi portavoce del cambiamento all’interno delle istituzioni e tra i cittadini.

"Perché la politica – conclude Cozzolino – deve creare e mantenere un modello virtuoso e fare scelte responsabili senza mai perdere di vista il bene della collettività".

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Contro i vitalizi, Cozzolino aderisce alla campagna promossa dalla Uil

LatinaToday è in caricamento