rotate-mobile
social

Monte San Biagio, il suggestivo borgo che domina la piana di Fondi

Alla scoperta del borgo in provincia di Latina. Dall'antico castello alla salsiccia monticelliana, fino alla "sugherata", un'area naturalistica unica in Italia

Un borgo di casette arroccate su una collina e che si affaccia sulla piana di Fondi, con il Monte delle Fate e quello Calvo poco distanti. Siamo a Monte San Biagio, in provincia di Latina, in un pittoresco paesino fatto di strade strette e gradini che conducono al Castello, nel punto più alto, da cui si può ammirare il Lago di Fondi.

Tra storia, arte e natura: cosa vedere a Lenola

Un territorio ricco di storia e tradizione enogastronomica che vale la pena scoprire nel Lazio. Ad accogliere il visitatore sono le porte di San Rocco, San Vito e la Porta del Castello. Il borgo ha origini medievali, in questa epoca, infatti, iniziarono ad essere costruite le prime abitazioni attorno al Castello. Un tempo chiamato Castrum Monticelli, Monte San Biagio acquisì questo nome in onore del suo Santo patrono.

Cosa vedere a Monte San Biagio

Il Castello, che risale al 1099, fu costruito sui ruderi di un antico tempio romano ed è sicuramente l'edificio più importante di Monte San Biagio. Da visitare anche la chiesa di San Giovanni Battista, al cui interno è possibile ammirare un diointo su tavola di Cristoforo Scacco (1503), il Portico dello Scacco, la Chiesa di Sant'Antonio Abate. Sulla Porta San Rocco è possibile notare le iniziali di Gesù, Maria e Maddalena. Interessante anche la casa università di Monticelli, dove abitò il governatore nel periodo feudale (ancora è possibile notare sulla porta un ramo di ulivo nel palmo di una mano, stemma della corte). Oggi si trova qui la biblioteca comunale. Monte San Biagio vale il viaggio anche solo per una passeggiata tra i suoi vicoli e le sue scalette da cui ammirare un panorama mozzafiato.

Monte San Biagio è il punto di partenza perfetto per visitare la "sughereta di San Vito", un'area naturalistica unica in Italia con querce da sughero ad alto fusto. La sughereta si trova nella frazione di San Vito (località Dupante e Sorgente San Vito). Da qui è possibile andare a vedere anche il Lago di Fondi, uno dei più grandi in provincia di Latina.

Monte San Biagio e la salsiccia monticelliana

Monte San Biagio è famoso per la salsiccia al coriandolo, sicuramente il prodotto gastronomico più rinomato del borgo. Tra i prodotti tipici, però, ci sono anche i gamberi di Lago, gli asparagi selvatici e il formaggio marzolina prodotto con il latte di capra bianca. In zona noto anche il Moscato di Terracina DOC.

Cos'è la salsiccia di Monte San Biagio (o salsiccia monticelliana)

Come raggiungere da Latina

Monte San Biagio dista 51 km da Latina, per un tempo di percorrenza di circa un'ora. Da Latina procedere in direzione nord da Corso della Repubblica verso via Arrigo Serpieri; svoltare a destra e prendere Viale XVIII Dicembre; svoltare a sinistra e prendere Corso G. Matteotti; continuare su Via Epitaffio/Ponte Silli fino a Monte San Biagio.

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Monte San Biagio, il suggestivo borgo che domina la piana di Fondi

LatinaToday è in caricamento