rotate-mobile
Domenica, 26 Maggio 2024
social

Le notizie più importanti di oggi 13 maggio 2024 a Latina e in provincia

Le principali notizie e i fatti accaduti sul territorio pontino

Ecco un riepilogo di questo lunedì 13 maggio attraverso le notizie e le storie più interessanti che hanno riguardato Latina e la sua provincia.

- E’ morto il pensionato di Sermoneta che venerdì scorso ha cercato di uccidere la moglie colpendola ripetutamente con un coltello. L’uomo era in stato di arresto e piantonato in un ospedale di Roma, perché subito dopo l’aggressione aveva rivolto il coltello contro se stesso ferendosi in diverse parti del corpo. All’arrivo dei soccorsi erano entrambi gravissimi e sono stati trasportati in due diversi nosocomi della Capitale. L’uomo avrebbe dovuto essere interrogato dal gip nell’udienza di convalida dell’arresto, ma il magistrato ha preso atto del decesso e annullato.

- Scatta un sequestro da un milione di euro a carico di una società di Fondi attiva nel settore dell’autotrasporto, al centro di un meccanismo di frode scoperto dalla guardia di finanza. La ditta era indebitata per tre milioni di euro, due dei quali rivendicati dall’Erario e già iscritti a ruolo. Per sottrarre i beni ai creditori l’amministratore aveva però architettato un sistema di trasferimento delle proprietà in altre due società di nuova costituzione, riconducibili ai figli. Tre gli indagati (qui la notizia completa).

- Dichiarato incapace di intendere e volere il 46enne che a giugno dello scorso anno aveva aggredito una coppia di ragazzi in piazza Moro, a Latina, ferendoli. Questa mattina davanti al giudice per l'udienza preliminare Giuseppe Cario si è svolto il processo con rito abbreviato, richiesto dalla difesa, condizionato a una perizia psichiatrica per stabilire le condizioni dell’uomo, accusato di tentato omicidio e lesioni personali, attualmente ricoverato in una struttura sanitaria di sicurezza (qui la notizia completa).

- Dopo la morte del loro caro all’ospedale Santa Maria Goretti di Latina i parenti hanno chiesto alla Asl un risarcimento di oltre un milione di euro ma il tribunale ne riconosce solo 30mila. Si è concluso così il procedimento portato avanti dai familiari di un 80enne del capoluogo, assistiti dall’avvocato Renato Mattarelli. L’anziano era morto nel 2013 per una infezione degenerata in sepsi, emiparesi e decadimento organico. Per il legale, che annuncia di proporre appello alla sentenza per ottenere l’integrale risarcimento, non è stata fatta completa giustizia (qui la storia).

- E’ già caos nel primo giorno di riapertura del tratto di isola pedonale tra l’intendenza di finanza e via Diaz. Questa mattina, come annunciato dal Comune, sono scomparse le transenne per riaprire ufficialmente al traffico. Ma non sono mancati i problemi. Più di qualche automobilista infatti, nella confusione, ha lasciato in sosta i veicoli in curva o dove prima erano presenti le fioriere che delimitavano l’isola pedonale. Il disco orario di un’ora poi è un miraggio.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Le notizie più importanti di oggi 13 maggio 2024 a Latina e in provincia

LatinaToday è in caricamento