Giovedì, 18 Luglio 2024
social

Orii del Lazio 2023, trionfano gli oli pontini: tutti premiati

Ben 9 i premi portati a casa dagli oli prodotti in provincia di Latina

Si è svolto lo scorso sabato, nella Sala del Tempio di Adriano, a Roma, il concorso regionale "Orii del Lazio - Capolavori del Gusto". Una manifestazione che ha visto spiccare gli oli pontini con ben 9 premi portati a casa.

Un ottimo risultato che Luigi Centauri, presidente del Capol (Centro assaggiatori produzioni olivicole Latina), ha commentato così: “Questo risultato conferma quanto emerso nelle analisi organolettiche condotte nell’ambito del Concorso provinciale. Insomma, anche quest'anno, malgrado la siccità e le alte temperature che hanno provocato un calo della produzione e malgrado gli olivicoltori abbiano dovuto fronteggiare l'attacco della mosca olearia, gli oli hanno mantenuto lo standard qualitativo raggiunto negli anni precedenti".

"Ancora una volta - ha proseguito Centauri - gli olivicoltori e i frantoiani pontini hanno dimostrato una certa professionalità nella scelta dell’epoca di raccolta (partita in anticipo) e dei parametri tecnologici più adeguati in funzione della varietà autoctona itrana e dello stato di maturazione delle stesse olive. Questa attenzione ha permesso, come sempre, di ottenere un alto contenuto di sostanze fenoliche negli oli, con conseguente accentuazione delle note di amaro e piccante".

Orii del Lazio 2023, tutti gli oli pontini premiati

Nel territorio pontino sono stati premiati: l'Azienda agricola biologica Adria Misiti di Sabaudia e l'Azienda agricola Cosmo Di Russo di Gaeta hanno conquistato,  con  l'olio  “Le Camminate “ e il “Verdemare”,  rispettivamente il primo e il secondo posto nella “Categoria Extravergine – Sezione Fruttato Intenso”, la più importante. In questa stessa categoria, nella “Sezione Fruttato Medio”, l'Azienda agricola biologica Alessandro Scanavini di Sabaudia si è piazzata invece seconda, mentre l'Azienda agricola “Molino 7Cento” di Cori e la Cantina Sant'Andrea di Borgo Vodice hanno vinto la “Menzione Speciale”.

Da sottolineate inoltre la performance dell'Azienda agricola biologica Americo Quattrociocchi di Terracina che ha portato a casa ben quattro premi: il primo posto nella “Categoria di Roma Igp – Sezione Fruttato Intenso”, Migliore olio biologico,  Migliore olio monovarietale e Migliore olio ad alto tenore di polifenoli e tocoferoli. Infine, l'Azienda Adria Misiti ha anche conquistato il Premio “Impresa femminile”.

Quasi tutte queste aziende erano già state premiate al concorso provinciale, che si è tenuto il 25 febbraio scorso a Sonnino. Il concorso premia inoltre i migliori extravergini di ogni Dop del Lazio. Ebbene, circa la denominazione “Colline Pontine”,  nella “Sezione Fruttato Intenso” ha primeggiato Cosmo Di Russo con il “Don Pasquale”, seguito dall'Azienda agricola Alfredo Cetrone di Sonnino. Mentre in questa stessa Categoria, ma nella “Sezione Fruttato Medio” è arrivata prima l'Azienda agricola “Casino Re” di Coletta Filomena di Sonnino. Giunto alla trentesima edizione, il concorso è promosso da Unioncamere Lazio, con il supporto tecnico di Agro Camera, l’Azienda speciale della Camera di Commercio di Roma per lo sviluppo del settore agroalimentare e la collaborazione delle Camere di Commercio del Lazio. E' nato come fase di selezione su base regionale dei partecipanti al Premio “Ercole Olivario”: circa tale Premio, quest’anno saranno otto gli oli pontini che approderanno alla selezione finale. 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Orii del Lazio 2023, trionfano gli oli pontini: tutti premiati
LatinaToday è in caricamento