Lega Pro, Babù non basta al Latina: lo Spezia sbanca il “Francioni”

Buona prova in intensità per i nerazzurri. Ghirotto prova tutte le "carte", ma il risultato non arriva. Ora si è terzultimi in classifica

Babù, oggi al primo gol in stagione

Non è tornata a vigere la legge del “Francioni” in questa 17^ giornata di Lega Pro. I nerazzurri escono sconfitti con lo Spezia tra le mura amiche, ma le attenuanti ci sono visto che all’appello mancava mezza difesa titolare. La classifica è ancora clemente: il Trapani ne fa addirittura 7 al Bassano (e questo la dice lunga sulla caratura di questa squadra, e sulle sue ambizioni stagionali), l’Andria pareggia in trasferta col Portogruaro e scavalca i nerazzurri di un punto in classifica (17), e il Piacenza perde in trasferta con il Barletta. Solamente al Prato riesce l’impresa di giornata: battere 2-0 la Triestina in trasferta (i toscani si portano ora a 17 punti in classifica). La sosta natalizia non poteva arrivare in un momento migliore per i nerazzurri. Ci sarà tempo per ricaricare le batterie, recuperare gli infortunati e rimboccarsi le maniche in vista dell’8 gennaio; al rientro i pontini sono chiamati all’impresa sul campo del Siracusa primo in classifica.

 

PRIMO TEMPO - Il Latina scende in campo con il lutto al braccio per ricordare la scomparsa di Josè Antonio, papà dell’attaccante nerazzurro Jefferson; prima del fischio anche il Francioni dimostra la sua vicinanza al giocatore con un lungo applauso (durante il minuto di raccoglimento). La prima occasione del match la crea il Latina con ottima azione manovrata che parte dai piedi di Fossati: il gioiello di Monza apre per Berardi, il capitano aspetta l’arrivo di Babù e lo serve sul destro, il brasiliano rientra sul sinistro e con un insidioso rasoterra impegna Russo. I nerazzurri fanno la gara e tengono palla. Lo Spezia si vede per la prima volta dalle parti di Martinuzzi al 13’ con un destro da fuori di Murolo. Ma Al 16’ arriva la doccia fredda: Casoli guadagna il fondo e appoggia per Papini che lascia partire un rasoterra velenoso sul quale Martinuzzi non può niente. Il Latina incassa, ma prova a reagire immediatamente: Tortori al 20’ non trova la porta da fuori; al 23’ la punizione di Babù attraversa l’area, rimbalza pericolosamente davanti a Russo e si perde sul fondo senza che nessun nerazzurro riesca a colpire. Al 25’ il Latina finalmente trova il pari con Babù: il brasiliano ruba palla a Mora sulla sinistra, entra in area e infila Russo in uscita con un preciso rasoterra. Sull’1-1 si va in fase di stanca, ma il Latina dirige le operazioni con un buon possesso palla; lo Spezia, dal canto suo, resta guardingo e attende. Al 41’ occasionissima per i padroni di casa: Fossati sventaglia con un’apertura magistrale per Babù sulla sinistra, il brasiliano punta e salta Mora, si presenta davanti a Russo, ma stavolta sbaglia la mira: il pallonetto termina di un niente a lato. Al 43’, invece, è lo Spezia a divorarsi l’occasione per il vantaggio: Casoli scodella in area e sul sinistro a botta sicura di Testini, Martinuzzi compie un autentico miracolo. Si va al riposo sull’1-1.

 

SECONDO TEMPO - Alla ripresa delle ostilità non cambia niente nello scacchiere tattico. È sempre il Latina a fare la gara. Al 7’ arriva il primo cambio: Serena cambia Buzzegoli con Lollo. Al 9’ Tortori eccede in egoismo, e invece di servire Bernardo (liberissimo), prova l’improbabile azione personale. All’11’ la situazione si complica per il Latina; Agius strattona Evacuo in area e per l’arbitro è calcio di rigore: dal dischetto lo stesso numero 9 ospite trasforma, spiazzando Martinuzzi. Al 14’ Ghirotto richiama in panchina Bernardo ed entra in campo “il figliol prodigo” Tortolano.  Ma il Latina ha accusato il colpo e fatica a trovare varchi tra le maglie spezzine. Al 25’ ci vuole un grande Martinuzzi per dire di no al neo entrato Lollo; intanto (al 27’) Serena sostituisce Evacuo con Ferretti. Al 31’ si vede Tortolano in zona gol con un destro che Russo blocca riesce a bloccare in due tempi. Due minuti dopo Ghirotto cambia Tortori con Ricciardi, e Serena (al 39’) richiama Casoli e inserisce Gentili. Al 40’ Latina è vicino al pareggio. Ricciardi ci prova col destro, ma non è propriamente il suo piede, e Russo blocca a terra. Dopo 4’ di recupero al Francioni finisce con la sconfitta interna per il Latina.

 

LATINA-SPEZIA 1-2

 

Latina: Martinuzzi, Merito, Maggiolini, Matute, Toninelli, Agius, Babù, Berardi, Bernardo (14’ st Tortolano), Fossati, Tortori (36’ st Ricciardi). A disp.: Costantino, Carta, Toscano, Stufa, Mariniello All.: Ghirotto

 

Spezia: Russo, Madonna, Mora, Murolo, Carrobbio, Lucioni, Casoli (39’ st Gentili), Papini, Evacuo (27’ st Ferretti), Buzzegoli (7’ st Lollo), Testini. A disp.: Conti, Vannucchi, Marras, Enow. All.: Serena

 

Arbitro: Saia di Palermo. Assistenti: Marinelli di Jesi e Croce di Fermo

 

Marcatori: 16’ Papini, 25’ Babù, 12’ st Evacuo (rig.)

 

Note – Ammoniti: Mora, Maggiolini, Murolo, Agius, Papini, Casoli, Madonna

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Spot
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus Latina: 341 positivi in provincia. Nel Lazio 157 contagi in più in un giorno

  • Coronavirus Latina: salgono a 359 i positivi in provincia. Nel Lazio 123 casi in un giorno

  • Coronavirus Latina, 373 i casi totali in provincia, nel Lazio 3.300 ma 500 guariti

  • I balneari pensano alla stagione estiva: in spiaggia numero chiuso per anziani e soggetti a rischio

  • Coronavirus Latina: due morti e 20 contagi in più in provincia, nel Lazio 167 nuovi casi

  • Coronavirus, l'assessore regionale D'Amato: "Test rapido a tutti gli abitanti del Lazio"

Torna su
LatinaToday è in caricamento