rotate-mobile
Venerdì, 30 Settembre 2022
Altro

Il ritorno della Vela latina nel Golfo: primi successi

Le vittorie e i piazzamenti dopo 6 mesi dalla presentazione alla città di Formia della barca a Vela latina “Hormiae Luigi 1946” da parte dell’associazione “Hormiae Mare Nostrum”

Sono passati solo 6 mesi dalla presentazione alla città di Formia della barca a Vela latina “Hormiae Luigi 1946” da parte dell’associazione “Hormiae Mare Nostrum” e il lavoro compiuto sul piano tecnico si è rivelato al di sopra delle aspettative mantenendo vivo questo antico modo di navigare. L’associazione formiana ha in gran parte colmato il secolo di vuoto di questo armo nel Golfo e la conferma è arrivata anche dai risultati ottenuti: la vittoria riportata nelle famose regate sarde di Stintino, dove addirittura si è conquistato il primo posto al trofeo “Luciano Bonfigli”; un altro primo posto in una prova del campionato “Re di Sardegna” che si è tenuto ad Alghero e ottimi piazzamenti nelle regate di Calasetta/Carloforte.

“Il ritorno di questa storica imbarcazione non può che inorgoglirci, anche perché sulle sue vele è issato lo stemma del nostro Comune e si prefigge di diffondere e far conoscere il nome di Formia tra le altre marinerie del Mediterraneo – spiegano il sindaco Gianluca Taddeo e l’assessora allo Sport Eleonora Zangrillo - È un motivo di vanto aver recuperato questo genere di tradizione e un ringraziamento speciale va all’associazione che ci sta regalando a suon di vittorie la possibilità di pubblicizzazione anche all’esterno. Avvicinare le nuove generazioni al mare e allo sport è l’obiettivo dell’amministrazione”. “Questa iniziativa porta il nome di Formia in altre realtà ed in altri paesi e per noi significa anche promozione turistica del nostro territorio”, conclude l’assessore al Turismo Giovanni Valerio.

L’associazione “Hormiae mare nostrum” cercherà di organizzare nella prossima primavera corsi di Vela Latina proprio sull’imbarcazione “Hormiae”, dedicati ai giovani, ma anche a chi è curioso di sapere e capire di questo antico armo. L’iniziativa continuerà portando a partecipare l’imbarcazione al 16° campionato italiano che si svolgerà dal 21 al 23 settembre a Bolsena, dove si terrà anche la presentazione ufficiale della richiesta all’Unesco del riconoscimento della Vela latina come patrimonio immateriale dell’umanità, peraltro già riconosciuto dalla Francia e dalla Spagna. “Stiamo cercando anche di riuscire a prendere parte alla regata che si svolgerà nel mese di ottobre a Tunisi, dove si confronteranno tutte le marinerie del Mediterraneo e dove ‘Hormiae’ rappresenterebbe l’Italia – prosegue l’armatore Di Russo - L’associazione sta mantenendo fede a tutto il programma presentato lo scorso marzo in Comune, e per questo si chiede a tutta la cittadinanza un aiuto morale e concreto per far sì che Formia, la nostra città, possa essere il luogo di tutto il litorale laziale e possa fregiarsi di aver fatto rinascere, di aver recuperato un modo di navigare antico”.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Il ritorno della Vela latina nel Golfo: primi successi

LatinaToday è in caricamento