Sport

L'Aprilia tornare a sperare nella serie C, il 2 agosto udienza al Tribunale Federale Nazionale

Chiesti punti di penalizzazione al Matera per mancati stipendi e incentivi all'esodo della passata stagione

Il ricorso

L’Aprilia crede fortemente nella serie C.

Si discuterà infatti il 2 agosto davanti al Tribunale Federale Nazionale il ricorso dell’FC Aprilia Racing Club presentato il 18 luglio contro la posizione del Matera nel campionato di serie C appena concluso, e che ha visto la retrocessione della Racing Club Fondi, diventata poi Aprilia Racing Club.

Il club del presidente Antonio Pezone ha affidato all’avvocato Cesare Di Cintio l’istanza in cui si chiede la penalizzazione in classifica del club lucano da scontarsi nella stagione trascorsa per non aver ottemperato, malgrado la deliberazione del Collegio Arbitrale,  al pagamento di stipendi arretrati e  incentivi all’esodo per sei giocatori:

Giovinco, Stendardo, Angelo, Urso, Bifulco e Iannini.

Se il 2 agosto il Tribunale Federale dovesse accogliere l’istanza dell’Aprilia, il club lucano,  potrebbe essere estromesso  dalla serie C e in virtù delle vertenze dei giocatori in questione, potrebbe anche non essere iscritto in serie D.

A quel punto ne beneficerebbe l’Aprilia che ha i conti in regola e giocare così il prossimo campionato in serie C.

Il comunicato

"La società F.C. Aprilia Racing Club - già SS Racing Club Fondi che nella scorsa stagione sportiva 17/18 ha partecipato al Campionato di Serie C - comunica che, a mezzo dell’Avvocato Cesare Di Cintio, in data 18 luglio 2018 (due giorni prima dei provvedimenti del Commissario Straordinario sulle ammissioni al Campionato di Serie C) ha inoltrato ricorso al Tribunale Federale Nazionale ai sensi dell’art. 30 e 32 Codice di Giustizia Sportiva CONI chiedendo che il Matera Calcio venga sanzionato con la penalizzazione di punti in classifica da scontarsi nella s.s. 2017/2018 per il mancato pagamento delle decisioni di cui ai lodi arbitrali emessi per i calciatori Giovinco, Stendardo, Mariano del Almeida e Urso, nonché degli incentivi all’esodo per i calciatori Bifulco e Iannini in relazione ai quali il Collegio Arbitrale nella giornata di venerdi 20 luglio ne ha statuito il mancato pagamento.

L’udienza avanti al Tribunale Federale Nazionale è stata fissata per il prossimo 2 agosto 2018."

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

L'Aprilia tornare a sperare nella serie C, il 2 agosto udienza al Tribunale Federale Nazionale

LatinaToday è in caricamento