Sport

Arbitro aggredito, Pressato: "Stop dei campionati? E' necessario"

Intervista al presidente AIA di Latina sull'episodio di domenica al termine del match tra Virtus Olympia e Torrenova

Follia

Calciatori, allenatori, dirigenti, tifosi. Tutti a casa o in giro a fare altro. Sperando meglio di quanto siano riusciti a fare gli aggressori di San Basilio all'arbitro Riccardo Bernardini di Ciampino. Le sue decisioni durante il match Virtus Olympia-Torrenova, Promozione girone C, hanno convinto questi pseudo sostenitori ad agire da belve. E sarà una domenica diversa anche per i direttori di gara. Tutti a riflettere, dopo che il presidente dell'Associazione Italiana Arbitri Marcello Nicchi ha deciso che non saranno designati arbitri per le le gare dei campionati e delle categorie sotto la governance del Comitato Regionale della FIGC, tanto nel calcio a 11 quanto bel calcio a 5.

Parola di arbitro

Abbiamo sentito a tal riguardo Fiore Pressato, presidente dell'AIA di Latina al terzo mandato consecutivo. "Condivido pienamente la scelta di Nicchi. Il Lazio è la prima regione italiana per aggressioni fisiche nei confronti dei direttori di gara, davanti a regioni del Sud che in passato vantano il triste primato. Era necessario che l'AIA prendesse una posizione simile. Non si può andare avanti in questo modo".

Le parole del presidente del comitato provinciale Fair Play 

Come si forma un arbitro ad eventi simili?

"Ai ragazzi del corso chiediamo se ci sono carichi pendenti, per garantirci che siano persone pulite. Diciamo loro come comportarsi, pronti ad ogni evento. Ma non diciamo di fare attenzione alle aggressioni. Parliamo solo di pressioni, in campo e dagli spalti. Ma arrivare a queste aggressioni è inammisibile".

Cosa sconvolge di più in questa storia?

"Parliamo di giovanni aggressori, che non hanno regole. Vanno alla partita e si sfogano in maniera assurda, picchiando un loro coetano che sta facendo sport".

Che domenica sarà quella del ritorno in campo?

"Una domenica dal clima più sereno. Da quello che leggo e ascolto, tutti si stanno mobilitando con messaggi di solidarietà nei confronti del ragazzo. La sospensione dei campionati permetterà a tutti di riflettere".

Arbitro aggredito: summit al Viminale con Salvini

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Arbitro aggredito, Pressato: "Stop dei campionati? E' necessario"

LatinaToday è in caricamento