rotate-mobile
Sport

Chiuse due giornate dell’Arnold Lunn 2011, il bilancio di Andrea Ruggeri

L'organizzatore della competizione e titolare della Bms si lascia andare ad una serie di dichiarazione all'indomani di due giorni di gara che hanno fatto registrare un grande successo

Si sono concluse le due giornate dell’Arnold Lunn 2011, la tappa italiana della Coppa del Mondo di sci alpino riservata alla categoria “Cittadini”. Grande soddisfazione per una partenza da record per il numero dei partecipanti ma anche per la perfezione della macchina organizzativa.

Andrea Ruggeri, titolare della BMS, agenzia di sports-marketing e organizzazioni eventi, ha rilasciato una serie di dichiarazioni a conclusione della prima metà della competizione.

D:  BMS si sta posizionando sempre di più negli sport invernali?

R: Nasco professionalmente nel calcio, con un'importante esperienza a supporto del gruppo di lavoro di Francesco Totti (nel settore delle scuole calcio), e successivamente ho ricoperto il ruolo di direttore marketing e sponsorship di Umbro Italia, filiale tricolore di un colosso dello sportswear entrato di recente nella galassia del gruppo Nike. Da un paio d'anni, attraverso la mia struttura (la BMS srl) ,ho deciso di investire in modo massiccio nello sci, partendo dal mio territorio (Campo Felice). Siamo solo agli inizi e questa avventura nell'organizzazione dell'Arnold Lunn è una conferma di quanto intendo investire in questo settore.
D.  Quest'anno la BMS ha preso in gestione l'organizzazione dell'Arnold Lunn.

R: Sì ed è per noi un onore aver avuto la possibilità di giocarci questa carta così importante sotto il profilo internazionale, in quanto parliamo di un evento FIS. La nostra struttura ha organizzato la 48ima edizione dell'Arnold Lunn, che si è confermata come un vero e proprio "Mondialino" per gli sciatori della categoria "citizens".

Nella due gare ci sono stati in totale 421 atleti per più di 22 Paesi e anche il pubblico sulle piste ha risposto positivamente alla promozione che abbiamo fatto in loco.

D:  Inizialmente dovevate organizzare la manifestazione a Campo Felice. Perché l'Alto Adige come meta finale per l'organizzazione dell'Arnold Lunn.

R: E' vero, ma l'assenza di neve ci ha obbligato a prendere velocemente una serie di decisioni strategiche, come quella di spostarci di 800km per arrivare a centrare il traguardo. Il supporto logistico-tecnico della località di Solda all'Ortles (BZ) e delle autorità altoatesine è stato fantastico. E' andato tutto bene e questo ci sta già facendo fare una serie di ragionamenti per il prossimo futuro. Ogni manifestazione cresciamo e anche il supporto mediatico dei nostri partner ci sta aiutando in tal senso.

Adesso il nostro sguardo si concentrerà sull'organizzazione del trofeo Orsello-Livata, dove sono previsti due giganti, maschili e femminili (sempre a Solda all'Ortles).

D: Quali altri eventi gestirà nel futuro la BMS?

R: Nel 2012 abbiamo la fortuna di poter gestire l'Orsello Cup-trofeo Provincia di Roma (14-15 gennaio), giunto al traguardo della terza edizione, a seguire il trofeo "Roma Capitale" (28-29 gennaio) e poi 1° trofeo FIS-CIT Campo Felice (24-25 febbraio) e infine i Campionati assoluti italiani di sci alpino (19-24 marzo a Roccaraso. Le prime tre manifestazioni invece sono tutte previste a Campo Felice (Aq).

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Chiuse due giornate dell’Arnold Lunn 2011, il bilancio di Andrea Ruggeri

LatinaToday è in caricamento