Basket, la Benacquista sconfitta da Napoli al PalaBianchini: è il quinto ko consecutivo

I nerazzurri chiudono male il 2019 (68-82 il risultato finale); polemica per l’arbitraggio, sul finire della gara espulso coach Gramenzi

Pesante sconfitta quella maturata dalla Benacquista Assicurazioni Latina Basket al Palabianchini contro la Gevi Napoli: 68-82 il risultato di una partita giocata davanti ad un pubblico caldissimo e condizionata da un arbitraggio che ha suscitato molte polemiche. I nerazzurri privi di un giocatore americano e con Ancellotti rientrato dall’infortunio, ma ancora assolutamente non in perfetta condizione, soffrono, recuperano e lottano su ogni pallone spinti sempre da un tifo incandescente, ma è davvero impresa ardua riuscire a gestire una gara in cui il metro arbitrale cambia continuamente e, soprattutto, non risulta mai essere paritario tra le due compagini in sfida. In un finale concitato, segnato tra l’altro dall’espulsione di coach Gramenzi, Latina non ha avuto nemmeno la possibilità di giocare per la differenza canestri per via dei tanti falli subiti e non ravvisati. La partita, che è terminata sul risultato finale di 68-82, segna la quinta sconfitta consecutiva per il club pontino e lascia l’amaro in bocca per come è maturata.

La prossima partita

I nerazzurri tornano in campo per la terza giornata del girone di ritorno domenica 5 gennaio alle 18 nuovamente al PalaBianchini, dove arriva la capolista Edilnol Biella in questo turno sconfitta sul campo della MRinnovabili Agrigento (84-68).

La partita

PRIMO QUARTO - Parte a raffica la Napoli e dopo i primi 2 minuti conduce con un parziale di 0-7. Time-out per coach Gramenzi. Al rientro sullatinavsnapoli_04 parquet Latina è ancora in affanno e dalla panchina entrano Musso e Ancellotti (quest’ultimo ancora non al meglio della condizione) al posto di Di PIzzo e Cassese. I nerazzurri provano ad aumentare l’intensità e trovano i primi due punti per mano di Capitan Raucci (2-7 al 4′). Si iscrive a referto anche Romeo Latina stringe le maglie in difesa e la gara entra nel vivo (5-7 al 5′). Chessa smuove il punteggio dei campani realizzando 3 liberi (5-10) risponde Raucci su assist di Pepper (7-10 al 6′) ed è proprio il numero 10 della Benacquista a ridurre a un solo punto le distanze (9-10 al 7′). E’ Bernardo Musso a firmare il canestro del sorpasso nerazzurro, ma è immediata la replica di Napoli e la successiva risposta di Raucci (13-13 all’8′). Napoli allunga sul 13-18 a 50″ dalla sirena, risponde Raucci dalla lunetta per il 15-18 a 40″, ma è nuovamente la compagine napoletana a centrare la retina per il 15-20 con cui si conclude il primo periodo.
SECONDO QUARTO - In avvio di seconda frazione la Gevi allunga sul 15-22, a coach Gramenzi viene sanzionato fallo tecnico per proteste, ma Napoli non concretizza il libero. Si scuote Latina, ancora con il suo Capitano, ma gli ospiti sono rapidi a replicare con 5 punti consecutivi (17-28 al 12′). Musso e Roderick si sfidano dalla lunga distanza per il 20-31 al 13′. Ruotano gli uomini sulla panchina della Benacquista che, pur faticando, cerca di rimanere in partita, ma gli avversari sono incontenibili (22-36 al 14′). I  nerazzurri cercano di trovare il giusto ritmo e la necessaria sinergia, ma non è facile (28-37 al 17′). Sospinta dal pubblico del PalaBianchini, la squadra di casa lotta sul rettangolo di gioco, ma è anche sfortunata nelle conclusioni e si va al riposo lungo sul 29-40.
TERZO QUARTO - Al rientro dagli spogliatoi è Ancellotti a mettere a segno i suoi primi due punti della serata, immediata la risposta di Roderick e Monaldi latinavsnapoli_01(31-45 al 21′). I nerazzurri continuano a faticare contro un avversario che riesce a gestire e incrementare il proprio vantaggio (33-49 al 23′). Time-out per coach Gramenzi. Al rientro sul parquet Romeo realizza un canestro funambolico, Ancellotti lo imita e poi ancora Romeo per il -10 della Benacquista (39-49 al 24′) di fronte ai tifosi latinensi che continuano incessantemente a sostenere la squadra. La Benacquista non molla e continua imperterrita a cercare di ricucire il divario (44-51 al 27′).  Time-out per coach Sacripanti. Il gioco riprende, Napoli allunga con un tiro libero sul 44-52, ma Bolpin recupera un pallone prezioso e sigla la tripla del 47-52 al 28′. Ci sono 58″ sul cronometro e Napoli è avanti 47-54, quando Cassese fa un viaggio in lunetta dopo aver subito fallo sul tiro da 3 punti e concretizza 2 liberi (49-54). La Gevi allunga nuovamente sul 49-58 a 36″ dalla sirena, ma i padroni di casa non rimangono a guardare con Di Pizzo che firma il -7 (51-58 a 10″). I nerazzurri hanno esaurito il bonus e Napoli va nuovamente in lunetta per il 51-60 con cui va in archivio il terzo periodo di gioco.
ULTIMO QUARTO - L’ultima frazione si apre con il canestro di Ancellotti che vale il nuovo -7 dei pontini (53-60) e prosegue con una bellissima azione di squadra culminata con l’assist di Bolpin per Cassese (55-60 al 31′). Gli ospiti rispondono dall’arco (55-63), Ancellotti, però, fa la voce grossa sotto ai tabelloni e al 32′ il tabellone segna (57-63). Il pubblico incita, i giocatori lottano (59-63 al 33′). La Gevi non demorde e risponde ancora una volta dai 6.75 (59-66). Bolpin ha la mano precisa ai liberi e riporta i suoi sul -5 (61-66), ma implacabile Napoli dall’arco (61-69 al 34′). Ancora Bolpin in lunetta, ancora chirurgico (64-69 a 5:47″ dalla sirena). Al 36′ il punteggio si smuove con gli ospiti che si portano sul 64-71, sul fronte opposto Ancellotti va in lunetta e ristabilisce il -5 (66-71). Con 3:15″ da giocare, Pepper concretizza due liberi che portano la Benacquista a un solo possesso pesante di distanza (68-71). Roderick, però, risponde per il 68-73. Il cronometro segna 2:06 al termine del match, quando coach Gramenzi chiama time-out, prima che Monaldi vada in lunetta per due liberi. Al rientro sul rettangolo di gioco, il numero 32 in maglia Gevi ne mette a segno uno soltanto (68-74). Entrambe le formazioni hanno esaurito il bonus e ogni fallo diventa un’opportunità, Ancellotti non la concretizza, Monaldi nemmeno e a 1:26 il punteggio è ancora 68-74. I nerazzurri continuano a lottare strenuamente su ogni pallone, subendo falli non ravvisati, che causano le proteste di coach Gramenzi e di tutta la panchina nerazzurra. Il capo allenatore della Benacquista espulso a 35″ dal termine dopo avergli sanzionato il secondo fallo tecnico. La gara si conclude con il risultato finale di 68-82 in favore della squadra ospite.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

I tabellini

Benacquista Assicurazioni Latina Basket vs  Gevi Napoli 68-82 (15-20, 29-40, 51-60)
Benacquista Assicurazioni Latina Basket: Musso 8, Cassese 4, Di Pizzo 4, Romeo 9, Pepper 8, Bolpin 13, Petrolini n.e., Raucci 12,  Ancellotti 10, Di Prospero n.e.. Coach Gramenzi. Vice Di Manno.
Gevi Napoli: Tolino n.e., Guarino 14, Mastellari 9, Roderick 14, Klacar n.e., Chessa 9, Dincic, Sandri 12, Cortese n.e., Monaldi 15, Spizzichini 4, Sherrod 5. Coach Sacripanti. Vice Cavaliere.
Statistiche:  Latina tiri da 2 47% (18/38) tiri da 3 23% (3/13) tiri liberi 77% (17/22) Napoli tiri da 2 58% (14/24) tiri da 3 41% (11/27) tiri liberi 68% (17/25).
Note: Ancellotti uscito per 5 falli.
Arbitri dell’incontro: Moretti Mauro di Marsciano (PG), Caruso Daniele di Milano, Praticò Francesco di Reggio Calabria

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Festa di nozze con 80 invitati, arrivano i carabinieri: tutti multati

  • Tragedia a Latina, precipita dal 14esimo piano del grattacielo Pennacchi: muore un ragazza

  • Coronavirus, allerta arancione nel Lazio: 795 casi. D'Amato: "Si teme un peggioramento"

  • Coronavirus, nuovo record in provincia: 78 casi in un giorno. Solo a Latina 35 contagi

  • Coronavirus, contagi inarrestabili. Nel Lazio quasi 600 nuovi casi, in provincia 47 in più

  • Coronavirus, l'ondata non si ferma: 64 nuovi contagi, 21 sono a Latina

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
LatinaToday è in caricamento