Benacquista, Musso: "Siamo carichi e abbiamo voglia di tornare a vincere"

Settimana intensa per il Latina Basket che domenica 3 novembre alle 18, sul parquet del PalaBianchini, affronterà un avversario di altissimo livello, come la Reale Mutua Torino

Settimana intensa per la  Benacquista Assicurazioni Latina Basket che domenica 3 novembre alle 18, sul parquet del PalaBianchini, affronterà la terza partita in nove giorni confrontandosi con un avversario di altissimo livello, come la Reale Mutua Torino.

La squadra piemontese, nata proprio quest’anno dalle ceneri del fallimento dell’Auxilium grazie all’acquisizione del titolo di Serie A2 dalla Dinamo Cagliari Academy,   è stata costruita per disputare un campionato di vertice e ha già dimostrato in questo avvio di stagione di poter competere con altre formazioni ben strutturate. Torino arriva a questa sesta giornata dopo il turno infrasettimanale che l’ha vista superare sul proprio campo l’Eurobasket Roma, del neo coach Maffezzoli, e rimanere in vetta alla classifica (insieme a Casale Monferrato) a quota 8 punti. Sul cammino del team guidato da coach Cavina ci sono state fino a questo momento 3 partite casalinghe e 2 trasferte e l’unica sconfitta è avvenuta tra le mura amiche del PalaRuffini, per mano della Bcc Treviglio alla terza giornata di campionato. Questo denota la grande pericolosità della Reale Mutua, che ha saputo imporsi 4 volte su 5 agli avversari di turno.

Sul fronte nerazzurro, Capitan Raucci e compagni sono reduci dal derby laziale sul campo della Npc Rieti, dove si sono arresi ai padroni di casa al termine di una gara non brillante nella prima parte, ma energica e più attenta nella seconda, tanto da riuscire quasi a completare la rimonta nei minuti finali. La sconfitta nel turno infrasettimanale, che ha fermato i pontini a quota 6 punti in classifica (insieme ad altre 5 squadre) non ha però cancellato quanto di buono fatto fino a questo momento: "Non c’è tempo per recriminare sulla partita infrasettimanale – afferma con determinazione Bernardo Musso – perché domenica si torna a giocare e la sfida che ci attende con Torino non è certamente semplice. Sappiamo bene che a Rieti non abbiamo avuto un approccio positivo alla gara, forse ci siamo lasciati intimorire. Sicuramente durante il primo quarto non siamo stati all’altezza. c’era troppa differenza, ed è stato disastroso. Anche se siamo andati in crescendo nel corso della partita, arrivando a un solo punto di distacco, le troppe energie spese per la rimonta e alcuni errori ci sono costati cari, non permettendoci di portare a casa i due punti".

Le parole dell’italo-argentino della Benacquista rimarcano la crescita continua e costante dei nerazzurri, che appare evidente: un gruppo costituito ex novo durante l’estate, e che ha dovuto imparare a conoscersi per trovare la giusta sinergia sul rettangolo di gioco, ha dimostrato in queste prime giornate del campionato di poter competere anche con compagini di alto livello come quella che arriverà domani al PalaBianchini: "Domenica arriverà a Latina una squadra molto forte come Torino, ma abbiamo visto che questo campionato è davvero molto equilibrato, nessun risultato è mai scontato e, a volte, possono bastare due punti di differenza per cambiare le sorti di una stagione. Domenica, partire bene sarà molto importante. Speriamo di fare una buona partita e di riuscire a divertire il nostro pubblico, che attendiamo numeroso e partecipe. Abbiamo bisogno dei nostri tifosi e del loro sostegno. Dal canto nostro siamo carichi, fiduciosi e abbiamo voglia di tornare a vincere, per questo il nostro avversario non dovrà pensare di venire a giocare una partita semplice. Noi venderemo cara la pelle".

 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Furti di auto col trucco dello "spinotto": confessa uno dei ladri della banda

  • Violenta lite all’autolavaggio, tre arresti per tentato omicidio. Pestato un 48enne

  • "Certificato pazzo" in cambio di soldi: un medico della Asl al centro del "sistema"

  • Processo Alba Pontina, Pugliese racconta: “Ho deciso di collaborare per non essere ammazzato"

  • Morto dopo un inseguimento notturno di una ronda, processo davanti alla Corte di Assise per omicidio

  • Processo Alba Pontina, Pugliese racconta: minacce anche per controllare il prezzo del pesce al mercato

Torna su
LatinaToday è in caricamento