Basket, la Benacquista si gode la vetta della classifica. Gramenzi: “Grande merito ai ragazzi”

I complimenti dell’allenatore dopo l’importante vittoria contro Torino. Un plauso anche ai tifosi: “Sono eccezionali”. E ora testa ad Agrigento

Dopo la brillante vittoria casalinga con la Reale Mutua Torino (79-77), la Benacquista Assicurazioni Latina Basket si gode la vetta della classifica. Due punti importanti quelli conquistati domenica nella gara del PalaBianchini dai nerazzurri. 

Una partita intensa, avvincente, entusiasmante e decisa soltanto negli istanti finali. Una gara che ha visto emergere ancora una volta il grande impegno di tutti i giocatori e la forte sinergia di squadra che continua a crescere con il passare delle settimane all’interno del gruppo nerazzurro: “È stata una partita dura, contro un avversario forte – ammette coach Franco Gramenzi al termine della sfida –  Torino è una buonissima squadra che  gioca molto bene a pallacanestro, complimenti a coach Cavina e a tutti quanti”. 

Valutando la partita disputata dai suoi ragazzi, il capo allenatore della Benacquista esprime la sua soddisfazione, non soltanto per il risultato, ma anche e soprattutto per l’atteggiamento avuto in campo: “Abbiamo fatto una buona prestazione, non particolarmente bene all’inizio in difesa, però nel secondo quarto, quando abbiamo iniziato a cambiare, abbiamo avuto un grande aiuto da tutti quelli che sono usciti dalla panchina e che sono entrati subito nel match sia in attacco, che in difesa. Siamo stati bravi a recuperare nella seconda parte. Nel terzo quarto eravamo partiti bene, però di fronte a un avversario di tale livello non è semplice riuscire a mantenere determinati ritmi, però siamo stati bravi a rimanere sul pezzo, a non allontanarci mai troppo nel punteggio. Questa è la grande capacità che abbiamo avuto, rimanere sempre attaccati a Torino. Nel finale, quando abbiamo optato per il quintetto con cinque piccoli, come avevamo fatto nel secondo quarto, abbiamo aperto di più il campo e i nostri avversari hanno avuto maggiore difficoltà siamo riusciti a rientrare e a vincere. Grande merito dei ragazzi, perché la partita è stata davvero dura, dopo una settimana intensa la squadra ha risposto molto bene e di questo ne siamo molto contenti”.

“Se sul rettangolo di gioco la squadra ha dato il massimo, altrettanto ha fatto il pubblico presente al PalaBianchini che ha incitato e sostenuto i nerazzurri per tutta la partita aiutandoli a raggiungere un successo di fondamentale importanza: “Il gruppo dei tifosi è stato eccezionale – rimarca con orgoglio il tecnico della Benacquista –  ci hanno sostenuto nella partita con Bergamo, anche nei momenti in cui la squadra stava stava soffrendo, e ancor di più con Torino, perché sapevano il valore dell’avversario. Ci hanno dato una grandissima mano. Alla fine tutto il pubblico ha partecipato, dal campo si sentiva la pressione necessaria da mettere all’avversario, non a caso gli ultimi tiri sotto pressione di Torino sono andati fuori. Chiaramente tutto deve partire dalla squadra, nel momento in cui la squadra dà tutto e lotta, anche da parte del pubblico e dei tifosi c’è questo tipo di partecipazione, che per noi è necessaria per rendere questo campo ancora più caldo”.

Ora la testa è però alla gara di domenica 10 novembre quando la Benacquista sfiderà in trasferta la MRinnovabili Agrigento.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Furti di auto col trucco dello "spinotto": confessa uno dei ladri della banda

  • Violenta lite all’autolavaggio, tre arresti per tentato omicidio. Pestato un 48enne

  • "Certificato pazzo" in cambio di soldi: un medico della Asl al centro del "sistema"

  • Processo Alba Pontina, Pugliese racconta: “Ho deciso di collaborare per non essere ammazzato"

  • Morto dopo un inseguimento notturno di una ronda, processo davanti alla Corte di Assise per omicidio

  • Processo Alba Pontina, Pugliese racconta: minacce anche per controllare il prezzo del pesce al mercato

Torna su
LatinaToday è in caricamento