Basket, Benacquista: la vittoria nel derby contro Rieti nelle parole di Mitch Poletti

Dopo la vittoria di ieri Poletti parla della gara con la Npc, delle aspettative future e dell’importanza dei progressi che sta facendo la squadra passo dopo passo

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di LatinaToday

Non poteva terminare meglio il 2016 per la formazione nerazzurra della Benacquista Assicurazioni Latina Basket che, contro tutte le avversità legate agli infortuni di due importanti elementi della squadra come Rullo e Poletti, non si è arresa, ma anzi ha lottato con cuore e anima per conquistare anche l’ultimo derby in programma. La vittoria sul difficile campo della Npc Rieti riscatta la precedente prestazione in esterna a Casale Monferrato, permette ai nerazzurri di chiudere l’anno a quota 14 punti in classifica e con una gara del girone di andata ancora da recuperare. 

Solo il tempo di brindare al nuovo anno e poi si tornerà in palestra per prepararsi al meglio ai prossimi due determinanti appuntamenti tra le mura amiche del PalaBianchini. Si giocherà venerdì 6 gennaio alle ore 18:00 ricevendo la blasonata Mens Sana Siena, nell’ultimo turno sconfitta (84-75) sul campo della Virtus Roma, altra storica società della pallacanestro italiana e mercoledì 11 alle ore 20:30 nel recupero della quattordicesima giornata con la Blue Basket Treviglio. Due impegni delicati e difficili che il club latinense dovrà provare a capitalizzare per dare continuità al successo conseguito al PalaSojourner.

La partita con la Npc ha messo in luce la grande determinazione del gruppo pontino e lo spirito di sacrificio di tutti gli atleti: sei i giocatori iscritti a referto con punteggio in doppia cifra, addirittura doppia/doppia per Mitchell Poletti (17 punti e 10 rimbalzi) che, reduce da un infortunio non del tutto superato, ha stretto i denti e contribuito in modo decisivo alla vittoria. Note di merito per lo staff tecnico e per tutto il gruppo: il buon gioco di squadra mostrato nei momenti cruciali del match, la forza di volontà espressa nell’alzare il ritmo, il mantenimento della concentrazione, la pazienza nella ricerca del tiro migliore e il grandissimo cuore con cui hanno affrontato Rieti sono il simbolo di un team in crescita desideroso di continuare nel percorso di miglioramento e con il fermo obiettivo di conquistare i migliori risultati possibili.

E’ proprio il numero 8 nerazzurro, Mitch Poletti a parlare della gara con la Npc, delle aspettative future e dell’importanza dei progressi che sta facendo la squadra passo dopo passo: “Nella sfida con Rieti abbiamo rispettato esattamente il piano partita, anche se nella prima parte del match non abbiamo difeso molto bene e nelle azioni offensive siamo stati spesso confusi e poco fluidi.  Nel secondo tempo, invece, abbiamo acquisito maggiore fiducia e scioltezza in attacco riuscendo a conquistare un vantaggio che non abbiamo più perso. I nostri avversari hanno provato strenuamente a riaprire la sfida, ma non ci hanno mai ripresi. Considerando che la nostra condizione fisica non era brillante e che abbiamo dovuto rinunciare ad Arledge, perché gravato subito di tanti falli, la nostra gara è stata ancor più difficile da gestire. Abbiamo tenuto bene in difesa soprattutto durante l’ultima frazione realizzando, inoltre, dei canestri importanti e questi due aspetti hanno fatto la differenza consentendoci di portare a casa due punti preziosi”.

Guardando avanti il centro della Benacquista conferma la necessità di restare concentrati per provare a dare continuità a quanto di buono espresso nella serata del derby con Rieti: “Ora sarà determinante riuscire a capitalizzare questo fondamentale successo nelle sfide interne con Siena e Treviglio. Dobbiamo continuare a vincere soprattutto sul nostro campo, davanti ai nostri tanti tifosi per potenziare ulteriormente la nostra posizione in classifica. Se avessimo affrontato con maggiore attenzione alcune delle partite precedenti, oggi forse ci troveremmo nel gruppo delle formazioni in corsa per prendere parte alle Final Eight di Coppa Italia, in ogni caso il nostro obiettivo attuale è quello di dare continuità al successo conquistato impegnandoci al massimo già dal prossimo doppio appuntamento casalingo”.

Latina è una squadra mediamente giovane e l’esperto Poletti è attento ai progressi che il gruppo sta compiendo e in particolare evidenzia quanto il buon lavoro fatto in palestra ripaghi sul campo, soprattutto gli atleti più giovani: “Oggi in particolare vorrei spendere due parole sul  Giovanni Allodi che ha giocato una buonissima partita. Oltre a far canestro, la cosa determinante è stata garantire la stabilità e la presenza nelle cose può controllare, ossia nel catturare i rimbalzi e nell’imporre azioni difensive efficaci. Nella partita con Rieti Allodi era  il primo uomo in piedi, dopo Arledge, che è stato penalizzato subito dai falli e costretto quindi in panchina, ed è stato davvero bravo, l’esempio lampante del fatto che alla sua giovane età, non importa quanti siano i minuti che trascorre in campo, né i  punti messi a segno (che potranno diventare una costante contestualmente alla sua crescita) ma la consapevolezza e la determinazione di garantire sempre difesa e rimbalzi per poter diventare un punto di riferimento importante per il gruppo. Noi siamo una squadra giovane che sta crescendo. E’ chiaro che il processo di crescita è lungo, ma abbiamo tanta voglia di lavorare e di seguitare a toglierci soddisfazioni, per questo motivo continuiamo a impegnarci e a migliorarci”.

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
LatinaToday è in caricamento