Sport

Play-off gara 3: Latina, domani a Ferentino in palio una stagione

Domani sera al Palapontegrande di Ferentino (ore 21) va in scena l'atto finale di Latina-Ferentino. Tanti gli infortunati, ma Ferrari è deciso: "Abbiamo una gran voglia di lottare!"

 

 

 

Nelle parole di coach Mattia Ferrari si legge tutta la voglia della Benacquista, arrivata un po’ a sorpresa a sedere in questo banchetto play-off, di non mollare per niente la presa. La partita di domani è ad alto coefficiente di difficoltà: si va in ciociaria (in primis) e poi c’è da testare il polso di squadre e società, dopo il finale incandescente di gara 2, andata in scena al “Palabianchini” solo due giorni fa.

 

I FATTI – Le dichiarazioni di coach Gramenzi nel post gara due dello scorso 26 aprile sono così interpretabili: “Tutto il rispetto per Latina che ha giocato una signora gara, ma il signor Boscolo – arbitro del match – è stato per loro il sesto uomo in campo”. Dopo il fischio finale gli animi al Palabianchini si sono subito surriscaldati, ma il malumore degli amaranto si era manifestato già in campo con episodi di vandalismo: distrutta la plastica del plexiglas di una delle panchine, più alcuni infissi del palazzetto. “Lo stesso coach Gramenzi, che si è lamentato ingiustamente a fine partita non ha rispettato il regolamento – ha dichiarato il presidente Lucio Benacquista -. Era stato espulso per due falli tecnici! In virtù di questo avrebbe dovuto abbandonare del tutto il rettangolo di gioco”. “Devo segnalare inoltre – continua amareggiato il presidente – che il presidente Ficchi nell’intervallo tra il secondo e il terzo quarto è andato a parlare animatamente con gli arbitri, e il dirigente Moretti si è quasi scontrato fisicamente con il nostro addetto agli arbitri Dante Morandi. Mi dispiace che sia accaduto tutto questo, soprattutto dopo aver provveduto ad accogliere le richieste pressanti per far entrare i loro tifosi all’ingresso”.

 

 BENACQUISTA: “BASTA INGIUTIZIE!”. COMANDINI: “AGIREMO IN TUTTE LE SEDI” – “E come se questo non bastasse ci viene inflitta un’ammenda di 1000 euro per invasione pacifica compiuta con alcuni individui, uno dei quali tentava di raggiungere con intenti aggressivi, il 2° dirigente della squadra avversaria (cit.). È un fiume in piena il presidente Benacquista. Al suo coro di protesta si aggiunge anche il commento del General manager Daniele Comandini, risoluto nel non voler pagare l’ingiusta penale: “Ci siamo già attivati in tutte le sedi: è inaudito dover subire ingiustizia di questo genere. Le tensioni dovevano finire in campo e non sfociare oltre! A Ferentino avevamo dei buoni motivi per lamentarci, ma non l’abbiamo fatto. Quello che è successo mercoledì ha dell’incredibile: l’hanno visto tutti!”.

 

LATINA, TEGOLA ACCIACCATI – Domani si decide una stagione e proprio perché si tratta di play-off il derby sarà di un sapore ancor più piccante. Coach Mattia Ferrari ha altro a cui pensare, altro che beghe societarie: “Purtroppo ci presentiamo in condizioni fisiche imperfette. Non so ancora chi  sarà disponibile domani. Comunque chi ci sarà svolgerà il proprio compito più per orgoglio personale che per condizioni fisiche ottimali. Da questo punto di vista penso che partiamo un po’sfavoriti, però guardiamo avanti: non ci presenteremo morbidi, ma con la voglia di lottare!”. Per la cronaca, Ferrari dovrà sicuramente fare a meno della guardia Plateo e del play Milani. In forse le due ali Micevic e Riccardo Romano.

 

 

 

 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Play-off gara 3: Latina, domani a Ferentino in palio una stagione

LatinaToday è in caricamento