Basket, nuovo arrivo in casa Benacquista: accordo con Aristide Mouaha

Le prime parole in nerazzurro del giovane atleta camerunese di formazione italiana: “Latina è sicuramente il posto più adatto per me”

Prende forma il roster nerazzurro per la stagione 2020/2021 del campionato di Serie A2: la Benacquista Assicurazioni Latina Basket ha annunciato l’accordo siglato con Tcheussi Aristide Mouaha. Guardia, classe 2000 per 194 cm di altezza e 86 kg di peso, il giovane camerunense di formazione italiana pensa già al suo futuro in nerazzurro: “Latina è sicuramente il posto più adatto per me per continuare il mio percorso di crescita e miglioramento iniziato la scorsa stagione a Roseto, dove ho avuto la mia prima esperienza nel campionato di Serie A2”.

Mouaha, che sta trascorrendo questo periodo insieme alla sua famiglia in Camerun, ha una carica di energia incredibile, la si percepisce anche solo dal tono di voce: “Lo scorso anno affrontare l’A2 è stata una sfida personale per me, avevo il forte desiderio di affermarmi, ma come accade in tutte le prime esperienze, la pressione e la paura hanno giocato un ruolo fondamentale. A conti fatti, devo dire di essermela cavata abbastanza bene, ma avrei voluto far meglio (6.7 punti e 3.5 rimbalzi di media in 18 minuti di utilizzo, nda). Sicuramente devo migliorare dal punto di vista della percezione del gioco, nel basket è fondamentale anche l’approccio mentale, oltre a una buona dose di grinta”.

Il giovane e atletico Mouaha viveva a Yaoundé, capitale del Camerun, dove giocava a calcio come difensore centrale, ma a 12 anni c’è stato un vero e proprio “colpo di fulmine” tra lui e la pallacanestro: “In famiglia avevo due fratelli che giocavano a basket, e considerato che a 12 anni ero diventato il più alto di tutti, mia mamma mi portò a provare. È stato amore a prima vista”. E’ arrivato in Italia nel 2016, all’età di 16 anni, grazie a coach Stefano Bizzozi che lo aveva notato durante un allenamento, stabilendosi subito a Roma nel settore giovanile dell’HSC, ma giocando anche con l’Alfa Omega in Serie C Gold la stagione 2016/17. L’anno successivo, oltre a far parte del gruppo Under 18 della Stella Azzurra, veste anche la maglia della Petriana in Serie C. La scalata di Aristide non si ferma e la stagione 2018/19 lo vede protagonista in Serie B proprio con la Stella Azzurra (17.3 punti e 5.2 rimbalzi di media in 30 partite giocate). Ed è nella scorsa stagione, all’età di 19 anni, che Mouaha fa il suo esordio in Serie A2 con i Roseto Sharks, disputando anche 5 gare in Serie B, sempre con la Stella Azzurra: “Il campionato di Serie A2 è molto fisico e intenso, sono qualità che possiedo, ma non bastano la fisicità e l’atletismo, è necessario fare un grande lavoro anche a livello mentale ed è proprio su questo aspetto che mi sto concentrando. Non ho mai smesso di allenarmi, attualmente mi alleno sia al mattino, che al pomeriggio per almeno due ore a sessione”.

A Latina Mouaha (compirà 20 anni il prossimo 18 agosto) ritroverà due volti conosciuti, il capitano nerazzurro Davide Raucci e Gabriele Benetti, con cui, ai tempi delle giovanili nell’HSC (all’epoca vivaio del club capitolino della Virtus Roma) ha condiviso alcuni allenamenti con la prima squadra, oltre ad aver preso parte anche a uno scrimmage tra i romani, allora guidati da coach Corbani, e la società latinense. Mouaha arriva alla corte di coach Gramenzi con una grandissima voglia di dimostrare il suo valore, ma soprattutto di mettersi a disposizione dello staff tecnico e della squadra: “Mi hanno parlato in modo eccellente di coach Gramenzi, dicendomi che, seguendo le sue indicazioni e allenandomi con impegno e determinazione, riuscirò a crescere molto. Dal canto mio, sono pronto a dare sempre il massimo in campo e a dimostrare tutta la mia disponibilità e attenzione. Metto sempre una grande energia quando entro sul parquet, perché non c’è spinta maggiore del calore del pubblico”.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

La guardia camerunense parla un ottimo italiano: “Quando arrivi in un Paese straniero non hai scelta, se vuoi integrarti e riuscire a vivere bene, devi necessariamente imparare la lingua del posto – conferma Aristide, che manda anche un messaggio a tutti i sostenitori nerazzurri – arrivo a Latina con grande entusiasmo e spero che i tifosi aiutino la nostra squadra nel miglior modo possibile, così come noi faremo quanto nelle nostre possibilità per riuscire a divertirci tutti insieme in questa nuova avventura”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, 195 casi nel Lazio e tre morti. In provincia dati in flessione dopo il picco

  • Coronavirus: ancora 230 casi positivi nel Lazio e 22 nuovi contagi in provincia

  • Coronavirus, contagi inarrestabili: altri 181 casi nel Lazio e 23 in provincia di Latina

  • Coronavirus: 10mila tamponi e altri 230 casi nel Lazio. In provincia 15 contagiati in più

  • Coronavirus, mascherine obbligatorie anche a Latina: l’ordinanza del sindaco Coletta

  • Coronavirus Latina, la curva dei contagi non si ferma: altri 24 casi in provincia

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
LatinaToday è in caricamento