rotate-mobile
Sport

Basket, buon esordio per la Benacquista: sconfitta Recanati

Latina Basket esce vittoriosa con il risultato finale di 63-73 dal Palasport di Pesaro dove, su campo neutro, è andata in scena la prima partita della stagione in A2 Silver

Nota- Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di LatinaToday

La Benacquista Assicurazioni Latina Basket esce vittoriosa con il risultato finale di 63-73 dal Palasport di Pesaro dove è andata in scena la prima partita della stagione in A2 Silver per il team pontino contro Recanati.

LA PARTITA

PRIMO QUARTO - Diverse palle perse su entrambi i fronti in avvio di partita con Latina che sigla il primo canestro con Ihedioha (0-2 al 1’) e si porta in vantaggio di 4 lunghezze al 3’ con Nardi, ma la tripla di Lauwers poco dopo smuove il risultato anche per i padroni di casa. Le squadre si studiano e Latina riesce ad allungare sull’11-5 al 6’ grazie ai canestri importanti di Austin, Cantone e Banti. Risponde Mosley con una schiacciata, ma sul fronte opposto il californiano Austin mantiene le distanze: 7-13. Si prosegue sul filo dell’equilibrio ed il primo periodo va in archivio sul 16-17 in favore degli ospiti.
SECONDA QUARTO - Nella seconda frazione, dopo la realizzazione di Sykes, Latina piazza un break di 10-0 grazie ai canestri di Austin, Nardi e Banti (18-27 al 13’). I leopardiani, trascinati da Zanelli e Sykes reagiscono con veemenza e riducono il divario portandosi sul 23-27 a metà periodo. Ancora Austin e Nardi gestiscono il vantaggio per i nerazzurri rispondendo ai canestri di Sykes e Eliantoni, permettendo a Latina di andare al riposo lungo sul punteggio di 37-31 in proprio favore.
TERZO QUARTO - Al rientro in campo i padroni di casa partono determinati per ridurre lo svantaggio, e dopo 3’30’’ si portano ad una lunghezza di distanza dai pontini, che devono rinunciare a Nardi, espulso per doppio fallo antisportivo: 40-41. Per Latina segna solo Austin, Zanelli, però,  tiene Recanati sul -1 e Coach Garelli chiede un minuto di sospensione per fermare l’inerzia in favore dei marchigiani al 24’. Dopo il time-out sono, però, gli uomini di Sacco a trovare il primo vantaggio della gara con Sykes (44-43), poi Eliantonio si fa fischiare fallo tecnico che la Latina Basket sfrutta nel migliore dei modi grazie a Capitan Santolamazza che capitalizza il libero a sua disposizione, segna poi 4 punti consecutivi, seguito da un’altra realizzazione di Ihedioha che restituisce un buon margine di vantaggio ai pontini a 3’ dalla terza sirena: 44-51. Sykes va ancora a referto con il suo 17^ punto personale per il nuovo -3 della squadra marchigiana (48-51), ma è Cantone a diventare protagonista confezionando due liberi ed una tripla che danno a Latina il massimo vantaggio, con cui termina il terzo quarto: 46-58.
ULTIMO QUARTO - L’ultima frazione ricomincia com’era finita la terza, ovvero con un’altra realizzazione di Carlo Cantone che dà il +10 ai pontini (48-58), ma Recanati reagisce guidata dal solito Sykes e si riavvicina sul -4 dopo due minuti di gioco: 54-58. Al 32’ esce infortunato Samogyi, cui subentra Banti che mette subito a referto due punti, seguito dai liberi di Santolamazza, con la formazione di Garelli che ritrova quindi il +10 quando mancano 5’ alla fine della gara: 54-64. L’agonismo in campo non manca e le due squadre lottano su ogni pallone, con Latina che grazie a Cantone ed Uglietti trova il +12 (55-67). I leopardiani rispondono subito con le triple di Eliantonio e Gueye che tengono vive le speranze dei padroni di casa: 61-67 a due giri di lancette dalla conclusione del match. Zanelli realizza il -4 (63-67) con Garelli che chiede un minuto di sospensione a 50’’ dalla sirena. È Lorenzo Uglietti a mettere la parola “fine” sulla gara, con una tripla che vale il +7 a 20’’ dalla fine e che fa esplodere la panchina nerazzurra che, dopo la roulette finale dei tiri liberi, può quindi gioire per la prima vittoria stagionale ottenuta con il risultato finale di 73-63.
Il prossimo appuntamento con i nerazzurri è fissato per domenica 12 ottobre alle ore 18:00 al PalaBianchini dove la Latina Basket affronterà Ravenna nella prima sfida casalinga della stagione.

BASKET RECANATI LATINA BASKET 63-73 (16-17 / 31-37 / 48-56 / 63-73)
Basket Recanati:  Zanelli 14, Pierini 6, Gurini n.e., Lauwers 4, Terenzi, Galmarini 2,  Eliantonio 6, Sykes 23, Mosley 5, Gueye 3. Coach Sacco.
Latina Basket: Mathlouthi n.e., Banti 10, Santolamazza 12, Nardi 12, Ihedioha 6, Uglietti 5, Cantone 11, Austin 15, Di Ianni n.e., Somogyi 2. Coach Garelli
Note: Sykes e Lauwers fuori per 5 falli
Arbitri: Galasso di Siena, Pecorella di Trani e Gasparri di Pesaro.
Percentuali: Recanati: tiri da 2 pti 33%, tiri da 3 pti 22%, tiri liberi 60% – Latina: tiri da 2 pti 37%, tiri da 3 pti 29%, tiri liberi 65%

LE REAZIONI E I COMMENTI

Un ottimo debutto per la Benacquista Assicurazioni Latina Basket che ha conquistato uno straordinario successo sul campo neutro di Pesaro ai danni del Basket Recanati, primo avversario dei pontini nella stagione di A2 Silver che ha preso il via nello scorso fine settimana, con il risultato finale di 63-73. I cinque uomini in doppia cifra denotano una prova corale di tutto rispetto, arricchita anche da Austin che confeziona la prima doppia-doppia stagionale con 15 punti e 12 rimbalzi, conditi anche da 3 assist, e Capitan Santolamazza chirurgico ai liberi con la realizzazione di 8/8 dalla lunetta.
Un match che i nerazzurri hanno condotto e gestito con determinazione e la giusta energia mentale, rivelatasi necessaria e fondamentale, quando hanno dovuto sopperire all’uscita anzitempo dal parquet di Mike Nardi, causata dal doppio antisportivo, ed al ritorno forzato in panchina di Greg Somogyi per via di un colpo preso al ginocchio ad inizio ultimo quarto.
Un gruppo che ha mostrato autostima e grinta in quantità, che non ha perso concentrazione nei momenti difficili e che non si è arreso di fronte ai pressanti e continui tentativi dell’avversario di ridurre il divario e tentare il sorpasso.
Un risultato importante che dimostra quanto sia stata grande la forza di volontà di Latina di fronte alla fisicità ed all’atletismo dei giocatori gialloblu. Essere riusciti a contenere un giocatore come Mosley, pur concedendo qualcosa in più a Sykes, ha messo in luce la forte carica agonistica del team guidato da coach Garelli che si è rivelato soddisfatto al termine della sfida.
Il commento del Capo Allenatore Gigi Garelli - "E’ stata una partita estremamente fisica e che ci ha fatto spendere molte energie, ma sono davvero contento della grande prova di autostima dimostrata dalla squadra quando, con l’uscita di Nardi, punto di riferimento nella prima frazione, ha fatto leva su un’impressionante energia mentale, che ha reso possibile la valida reazione mostrata e l’ottima gestione dei restanti periodi di gioco. Anche le ulteriori vicissitudini accadute, come l’infortunio di Somogyi ed il colpo al polso preso da Austin – prosegue il tecnico nerazzurro – non hanno fatto perdere al gruppo il bandolo della matassa, ma, anzi, hanno consentito un maggiore vigore reattivo da parte di Santolamazza, Uglietti e Cantone, che ha poi portato alla vittoria. Dobbiamo ancora crescere in difesa, ma in questa occasione, fatta eccezione per qualche amnesia in corso d’opera, siamo riusciti a tenere bene il campo. E’ un successo rilevante che funge sicuramente da iniezione di fiducia in questo avvio di campionato".

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Basket, buon esordio per la Benacquista: sconfitta Recanati

LatinaToday è in caricamento