Da Sezze alla Boxe Latina, Riccardo “Binario” Battisti pronto al salto nei professionisti

Riccardo “Binario” Battisti, peso superleggero di 27 anni di Sezze, e la società pontina insieme lungo la strada che porterà a breve l’atleta ad esordire tra i professionisti, aspirando al titolo italiano di categoria

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di LatinaToday

LA CARRIERA - Riccardo “Binario” Battisti approda alla Boxe Latina. Il peso superleggero e la storica società di via Aspromonte insieme lungo la strada che porterà a breve l’atleta ad esordire tra i professionisti, aspirando al titolo italiano di categoria. Riccardo Battisti, 27 anni compiuti il 2 agosto, è nato a Sezze nel 1988, da papà Gabriele e mamma Mirella. Tre figli maschi, Fabrizio, Stefano e Riccardo, l’unico a praticare la boxe.  

Eppure le prime passioni sono il calcio, il nuoto e le arti marziali, fino a che a 18 anni, l’amico di sempre Patrizio Saralli non gli trasmette la passione per il pugilato. I primi allenamenti presso l’Asd Dubla Boxe a Latina, dove il maestro Antonio Dubla ne cura la crescita e la formazione. Guardia normale, nel 2011 è pronto ad esordire nei professionisti, ma gli viene riscontrato un problema neurologico, che secondo diversi luminari, significa abbandonare la boxe. Il professor Mario Irineo Sturla (soprannominato “Dottor Boxe”) restituisce 3 anni dopo a Battisti la gioia di poter tornare a combattere.

Per “Binario”, che nel frattempo ha ripreso ad allenarsi alla Boxe Group con il maestro Vincenzo De Monaco, la data del 21 dicembre 2014, rimarrà storica: è un match di rientro, nella riunione organizzata dalla Asd Boxe Latina, presso il Palaboxe “Città di Latina”. Un segno del destino. Da dilettante Battisti ha combattuto 46 match a partire dal febbraio del 2008. Oggi il suo peso forma è di 64 kg.

I COMMENTI - Francesco Prezioso (presidente Asd Boxe Latina): “L’arrivo di Battisti rappresenta un ulteriore momento di crescita per la Boxe Latina, che si avvale di un atleta alle soglie del professionismo, obiettivo sul quale la società sta lavorando nel tempo. Ed il lavoro paga. Con il maestro Fabrizio Petroni, Riccardo può aspirare a tanto”.

Riccardo Battisti: “Essere arrivato alla Boxe Latina ha per me unàa doppia importanza. La prima è poter contare su una valida società, che mi dà solide garanzie per il futuro della carriera: la seconda è aver ritrovato nello staff il maestro storico Antonio Dubla, che mi ha insegnato le regole della boxe. E’ uno sport che sento dentro, non avrei potuto smettere a 23 anni, quando i medici me lo hanno vivamente consigliato. Eppure in quel momento mi sentivo pronto a scalare una montagna, a combattere sia sul ring che fuori dal ring. Ed ora che mi sono liberato dei tanti bastoni tra le ruote, ho solo l’obiettivo di combattere da professionista e tentare di conquistare la cintura tricolore. Debbo cogliere l’opportunità che mi è stata concessa e soprattutto non vivere di rimpianti”.

Antonio Dubla (primo maestro di Riccardo Battisti): “Si vedeva da subito che Riccardo fosse un fighter, mai un passo indietro, anche contro avversari che in allenamento pesavano più di lui. Immaginavo che la determinazione lo avrebbe portato avanti nella boxe. Adesso mi aspetto la definitiva consacrazione nei professionisti”.

L’ATTESA - Riccardo Battisti si allena costantemente ogni giorno al Palaboxe per le sedute interne, intervallate dai “fuori porta” nell’hinterland romano. Guanti a confronto con le scuole romane, condotto dal maestro Fabrizio Petroni, che ne cura la preparazione al prossimo debutto nei prof, coordinando lo staff completato dai maestri Rocco Prezioso ed Antonio Dubla. A Sezze tutti aspettano Riccardo Battisti, residente in via Melograno, all’ombra della Semprevisa. Si fa ben volere in paese. “Binario”, soprannome ereditato dal padre Gabriele, che Riccardo ha personalizzato scherzando:

“Se l’avversario pensa di trovare un treno davanti, questo è il binario giusto”. Battisti è la boxe a Sezze, dove non c’è tradizione pugilistica, che lo stesso Riccardo sta portando avanti con un corso di amatori allo Sport Village, tenuto insieme all’amico Patrizio Saralli. Pugile ed un giorno maestro, è questo il suo sogno, mentre nella vita di tutti i giorni è un serramentista, nell’azienda che gestisce con il fratello Fabrizio, suo grandissimo tifoso. Così come sono grandi sostenitori lo zio Nunzio, la compagna Elisa ed il suocero Francesco. Sono lo zoccolo duro di una tifoseria ben più ampia, come dimostrano i precedenti in cui ha combattuto a Sezze davanti al publico di casa. Riccardo Battisti, orgoglio setino. 

Torna su
LatinaToday è in caricamento