Caracciolo salva il Brescia, il Latina l’onore: al ‘Rigamonti’ finisce 1-1

L'Airone evita la sconfitta con un grande gol all'ultimo secondo. Pontini avanti meritatamente grazie all'autorete di Untersee, ma falliscono più volte il colpo del k.o.

Una cosa è certa: checché ne dica la classifica c'è una squadra che se la giocherà fino alla fine. Il Latina di Vivarini ancora una volta conferma di essere una squadra viva, poco propensa a farsi da parte, o a concedere omaggi alle avversarie. Chi vorrà i tre punti dovrà sudarseli, come il Brescia di Cagni, alla disperata ricerca di punti salvezza, che strappano un pari in pieno recupero, mettendo a repentaglio il proprio futuro. 

PRIMO TEMPO - Se i pronostici si misurassero in base alle motivazioni, sarebbe facile pensare a un Brescia favorito. Ma spesso proprio lo status di squadra che non ha più nulla da perdere rende certe sfide imprevedibili. La squadra di Cagni lo sa bene, e vive sulla propria pelle un pomeriggio tutt’altro che agevole contro un Latina per nulla affossato mentalmente dalla retrocessione sancita anticipatamente dal Tribunale Federale.
Vivarini, da persona seria qual è, manda in campo una formazione competitiva e nel modulo e nelle motivazioni. La sua squadra sin dalle prime battute si fa preferire ai padroni di casa, per qualità della manovra, migliore copertura del campo e potenziali occasioni da gol. Una deviazione di Untersee evita che Pinato la sblocchi già a inizio gara. Sia chiara una cosa: i contenuti tecnici non sono tantissimi, ma tra le due squadre quella ad avere ancora qualcosa da pretendere da questo campionato sembra il Latina, e non dovrebbe essere così. Davvero poca cosa il Brescia, dove la generosità di Caracciolo non può bastare. Né le giocate di un intraprendente Bisoli, unico a sollecitare i riflessi di Pinsoglio, autore di una pregevole parata.

LE PAGELLE 

SECONDO TEMPO – Le cose si complicano ulteriormente nella ripresa, quando il Brescia prova a farsi più intraprendente, ma la coperta è troppo corta. E così la maggiore spregiudicatezza (almeno nelle intenzioni) delle rondinelle diventa terreno fertile per le ficcanti ripartenze dei pontini. Rolando e Pinato sulle corsie guadagnano il fondo con una certa regolarità, così come Buonaiuto e Insigne riescono a trovare gli spazi tra le linee per frantumare la difesa bresciana. Manca il colpo del k.o., problema che risolve Untersee girando in rete col tacco una punizione di Buonaiuto dalla destra. Serve un colpo ben assestato per sollecitare la reazione del Brescia. Cagni manda in campo anche le tre punte per l’assedio finale nel quale i suoi mettono a referto un palo (di Bisoli), un diagonale di Camara finito fuori di un nulla e due parate di Pinsoglio (ai limiti della fantascienza la seconda sulla girata volante di Torregrossa). Il Latina ha il demerito di gettare alle ortiche almeno tre ripartenze con Buonaiuto, Insigne e De Vitis. Errori che peseranno visto che Caracciolo, si conferma ancora una volta bestia nera dei pontini sfoderando un gol capolavoro in pieno recupero. Finisce 1-1, il Latina salva l’onore, e incasina il futuro del Brescia. 

BRESCIA (4-3-1-2) Minelli; Untersee, Calabresi, Blanchard, Lancini (27’st Torregrossa); Bisoli, Martinelli (18’st Dall’Oglio), Coly; Crociata; Caracciolo, Ferrante (15’st Camara). A disposizione: Arcari, Pinzi, Ndoj, Mangraviti, Fontanesi, Sbrissa. All. Cagni

LATINA (3-4-3) Pinsoglio; Coppolaro, Dellafiore, Garcia Tena; Rolando (25’st Bruscagin), De Vitis, Bandinelli, Pinato (39’st Maciucca); Insigne, Corvia, Buonaiuto (24’st De Giorgio). A disposizione: Grandi, Di Nardo, Di Matteo, Jordan, Megelaitis, Nica. All. Rocca

Arbitro: Niccolò Baroni di Firenze

Marcatori: 20’st aut. Untersee (L), 49’st Caracciolo (B)

Ammoniti: Lancini (B), Bisoli (B), Garcia Tena (L)

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Novembre 1985: l'atroce delitto di Rossella Angelico. Latina la ricorda intitolandole una rotonda

  • Maltempo, tragedia sfiorata: cade un albero su un'auto in transito

  • Operazione Astice secondo atto: nuovi arresti a Latina

  • Tragedia a Latina: un uomo si toglie la vita sparandosi con un'arma da fuoco

  • Maltempo a Gaeta, “La Signora del Vento” danneggiata dalla forte mareggiata

  • Miglior panettone del Lazio: un altro riconoscimento per Ferdinando Tammetta

Torna su
LatinaToday è in caricamento