menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Calcio e solidarietà, l'Aprilia Racing Club dona 2000 mascherine al Comune

La consegna del patron Antonio Pezone nelle mani del presidente del Consiglio Comunale Pasquale De Maio: "Un gesto che non mi sorprende, società sempre vicina al sociale"

Altro calcio

Al calcio dei dilettanti rimangono le briciole. Ghirelli, presidente della Lega di Serie C, vuole congelare retrocessioni in Serie D e promozioni dalla D. Non riuscirà però a salvaguardare le casse di tutte sue le società per l'iscrizione alla prossima stagione, ammesso che il Consiglio Federale possa accettare la proposta, tanto più che il vice presidente vicario FIGC è Cosimo Sibilia, numero uno della LND. Beh, questo per dire, che dei dilettanti e delle scarse risorse, il professionismo ha zero considerazione, preso dalla salvaguardia dei propri interessi e diritti. Anche la Serie D difficilmemente potrà ripartire, meglio pertanto capire in fretta come cristallizzare la stagione interrotta definitivamente ad inizio marzo. Intanto l'Aprilia Racing Club, che in Serie C non ha mai nascosto l'ambizione di volerci tornare andare, pensa al sociale. Ecco quindi 2000 mila mascherine griffate Aprilia Racing Club per il Comune di Aprilia, che due anni fa ha subito sposato in pieno il progetto di Antonio Pezone. Di seguito il comunicato della società.

Nota

Una giornata speciale per Aprilia in questo difficile momento di emergenza mondiale da coronavirus. Il presidente dell’Aprilia Racing Club Antonio Pezone ha deciso di donare al Comune di Aprilia 2000 mascherine che sono state consegnate dal patron al Presidente del Consiglio Comunale Pasquale De Maio: “Siamo orgogliosi nel nostro piccolo - racconta Pezone - di aver dato un piccolo contributo ad Aprilia. Il nostro intento principale è quello di farle utilizzare a chi ne ha bisogno ed è impossibilitato ad acquistarle. In questo momento di profonda difficoltà per tutti credo che il sostegno principale debba essere rivolto a tutte quelle persone che hanno una situazione critica ed il vostro gesto va esattamente in questa direzione”. Dello stesso avviso anche il Presidente del Consiglio Comunale di Aprilia Pasquale De Maio che non si mostra sorpreso dalla donazione di Antonio Pezone: “E’ un momento davvero particolare - spiega De Maio - ma il gesto del Presidente Pezone non mi sorprende. Per quanto riguarda le iniziative legate al sociale è sempre stato in prima linea da quando lo conosco e questo rappresenta l’ennesimo gesto nobile e di grande solidarietà. L’emergenza purtroppo ancora non è finita, ci vorrà del tempo prima di tornare alla normalità. Personalmente lo ringrazio a nome del Sindaco Antonio Terra e di tutto il Comune. Attualmente non siamo tra i Comuni più esposti, siamo 80 mila abitanti e molti stanno nelle periferie. Stiamo rispettando il distanziamento sociale, c’è stata una comunicazione importante da parte della Protezione Civile ed i cittadini, escludendo qualche caso sporadico, hanno risposto molto bene. Non dobbiamo abbassare la guardia e dobbiamo continuare su questa linea, siamo costantemente aggiornati e sul pezzo. Abbiamo superato già le mille unità di buoni spesa dopo pochi giorni, ora vedremo cosa accadrà dal 4 maggio con il nuovo decreto”. L’unione fa la forza, Antonio Pezone è al fianco di Aprilia oggi ancora più di ieri.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

LatinaToday è in caricamento