rotate-mobile
Sport

Latina: Danilevicius? Jefferson? Macché. Sempre più “Kola”

È il nigeriano l'uomo del momento in casa nerazzurra. Oggi finisce 2-2 l'amichevole con l'u 21 del Legia Varsavia con "Kola" ancora in mostra (un gol per lui)

Oggi il Latina ha ospitato i giovani ragazzi polacchi del Legia Varsavia presso il campo dell’ex Furgol Cavi. Un impegno probante, anche per le pessime condizioni del campo, ma un ottimo test in vista dell’importantissima sfida di domenica al “Francioni” contro il Viareggio. Pecchia ha mandato in campo le seconde linee (soprattutto), visto che diversi titolari sono acciacati; il lituano Danilevicius non ha visto nemmeno il campo. Per lui solo riposo precauzionale.

I polacchi hanno messo davvero in difficoltà i nerazzurri, fino al 90’ del secondo tempo quando, con Zvrek, hanno trovato il definitivo pareggio fissandolo sul 2-2.

KOLA, LA PUNTA DEL MOMENTO - Diciamocelo: il Latina non ha un vero e proprio bomber in organico, almeno al momento. L’eccezione è d’obbligo per Dario Barraco, che in questa stagione, partita dopo partita, sta dimostrando la sua vena di grande goleador (è arrivato a uno score di 8 gol) nonostante non rivesta il ruolo di prima punta. Poco male se, ‘stringi stringi’, si vuole badare al sodo. Il Latina fino ad oggi ha campato di bel gioco e risultati senza una prima punta vera che scarichi puntualmente il pallone in rete. Danilevicius, arrivato da poco con il mercato di gennaio, si è visto nell'1-3 di Catanzaro e nulla più; Jefferson pare abbia trovato il piglio giusto solo ora (si evince questo a guardare la prestazione contro il Sorrento). Mentre chi sta tirando la carretta da inizio campionato è proprio Agodirin Kolawole, detto “Kola”, autore di un discreto bottino di reti fino a adesso (5) se rapportato alle sue caratteristiche tecnico tattiche. E non è un caso (a questo punto va detto) che Pecchia di tanto in tanto l’abbia preferito ad altri come punta centrale. Anche lì il nigeriano ha detto la sua; si è dimostrato risolutivo in diverse occasioni (l’ultima proprio nell’1-2 di Sorrento) e non sarebbe un azzardo buttarlo nella mischia domenica col Viareggio ancora una volta da punta centrale. In attesa del miglior Danilevicius (inutile nascondersi dietro un dito: dal lituano ci si aspettano tra i 5 e 10 gol risolutivi!) il Latina può navigare in acque sicure anche così; Oltra a "Kola", Pecchia ha trovato dei giocatori che calzano alla perfezione nel suo 4-3-3. Dunque finché la barca va ... 

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Latina: Danilevicius? Jefferson? Macché. Sempre più “Kola”

LatinaToday è in caricamento