Lunedì, 18 Ottobre 2021
Sport

Calcio, verso Spezia-Latina: domenica come in una finale

Il campionato di Lega Pro è agli sgoccioli: domenica cala il sipario con la 34^ giornata. Per i pontini l'impegno Spezia è "off-limits", ma occorre solo la vittoria

E alla fine si è arrivati al termine di questa lunga, estenuante (e allo stesso tempo avvincente), corsa di Lega Pro. Il Latina domenica è chiamato ad un’impresa eroica … Vincere, per avere la quasi matematica certezza di permanere in Prima divisione evitando l’”appendice” play-out. Dall’altra parte c’è uno Spezia che non starà a guardare, fossero "matti".I liguri sono a un passo dall’accesso diretto alla serie B (occorre una vittoria per tenere a distanza il Trapani impegnato sul campo del Bassano, primo a pari punti, ma penalizzato per differenza reti e scontri diretti a sfavore). Si prospetta un finale di campionato da brividi. Saranno gli ultimi 90’ a decretare promozione diretta in B, play-off, play-out, e retrocessione immediata in Seconda divisione.

 

TUTTI DISPONIBILI – Ecco una notizia: coincidenza o no, per l’ultimo impegno di campionato mister Sanderra potrà contare su tutti gli effettivi della rosa, un “evento” che si è verificato pochissime altre volte durante l’arco della stagione; e per poter sperare nel colpaccio, il Latina non potrà fare a meno di alcuni dei suoi uomini chiave. Matute (fuori domenica scorsa per problema muscolare) oggi ha assaggiato il campo nella partitella, e ha dato segni di recupero (alte le probabilità di vederlo domenica dal primo minuto); Farina mercoledì si è sottoposto a cure fisioterapiche, ma anche la sua presenza non è in discussione;  e Jefferson? Sanderra lo convoca e sarà della trasferta! Una freccia in più nell'arco, parecchio accuminata.

LATINA, MEGLIO A 3 – Un aspetto interessante potrebbe essere l'approccio alla gara pianificato da Sanderra. Fermo restando che occorrono solo i 3 punti (con un pareggio i nerazzurri avrebbero qualche piccolissima possibilità di sperare nella salvezza diretta, ndr), bisognerà valutare.  Attendere o fare la partita? Certo è che il finale di partita con la Cremonese ha dato indicazioni importanti; molto meglio i nerazzurri dopo l’innesto di Ricciardi (al posto di Giacomini) con un ritorno ad un più congeniale 4-3-3. Con il ritorno di Matute e Burrai, la cerniera sarebbe completata da capitan Berardi. In attacco non si conoscono le garanzie reali di Jefferson (ed è prevedibile una staffetta con Bernardo); sulle ali pronti “Kola” e la piacevole sorpresa Marcello Falzerano, in grado di mettere in difficoltà I difensori di tutte le squadre affrontate fino ad ora con le sue buone trame offensive, i dribbling, e le giocate in velocità. 

 

  

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Calcio, verso Spezia-Latina: domenica come in una finale

LatinaToday è in caricamento