rotate-mobile
Sport

Calcio, finale Coppa Italia: Latina all’appuntamento con la storia

Il Latina domani pomeriggio (ore 15) avrà la possibilità di giocarsi la prima coppa Italia della sua storia. Per Sanderra l'obiettivo è non prendere gol

Il Latina è a un passo dall’aggiudicarsi il primo prestigioso traguardo stagionale, una Coppa Italia cha darebbe il giusto lustro alla baceca di Piazzale Prampolini. La squadra arriva all’appuntamento di domani forte del 2-1 dell’andata, maturato sotto la gestione Pecchia, ed è carico per l’ultima vittoria di campionato con la capolista Avellino. “Non voglio vedere passi indietro rispetto alla gara con l’ Avellino – ha dichiarato perentorio mister Sanderra - ma giocare con la stessa voglia per portare a casa una vittoria che rappresenterebbe un traguardo storico per questa città”. Di fronte ci sarà un Viareggio che esce con le ossa rotte dalle ultime sfide ci campionato (sconfitta per 1-0 col Pisa e 0-3 in casa con la Nocerina, ndr) e privo del suo uomo più rappresentativo: Giovinco. Ma c’è da scommetterci: l’undici di Cuoghi tenterà di gettare il cuore oltre l’ostacolo, memore della vittoria in rimonta per 3-0 in casa del Pisa proprio nella semi finale di coppa. Per questo Sanderra predica calma: “Non dobbiamo pensare che sia fatta e che il vantaggio basti per dormire sonni tranquilli. Non prendere gol è la nostra priorità. Per questo dovremo essere concentrati e grintosi”. A ogni modo si attende anche la giusta risposta da parte del pubblico. A giovedi le stime si attestavano a circa 1200 biglietti venduti, ma c'è da giuarare che anche domani continueranno le file ai botteghini.

NDISPONIBILI E NON – Dalla rifinitura al “Francioni” di questa mattina Sanderra ha potuto tirare le sue somme. Domani non saranno della partita Angelilli e Agius, squalificati, mentre sul taccuino degli infortunati figurano Danilevicius, Tulli, Giacomin e Sacilotto. Scelte quasi obbligate dunque. In porta toccherà al portiere di coppa Ioime; in difesa Milani presiederà la fascia destra, mentre al centro aguranno Cottafava e De Giosa. Sulla sinistra il ballottaggio è fra Giallombardo e Bruscagin. Le chiavi del centrocampo saranno affidate a Cejas con Gerbo e Burrai interni. Jefferson guiderà l’attacco con Barraco e “Kola” a supporto, ma anche l’idea Schetter non è da scartare. A dirigere la gara sarà il signor Fabio Maresca di Napoli, alla settima direzione arbitrale dei nerazzurri tra i professionsti. Il fischietto partenopeo sarà coadiuvato da Giuseppe Borzomì di Torino e Gianluca Maspero di Como. La gara sarà trasmessa in diretta televisiva su Rai Sport 1.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Calcio, finale Coppa Italia: Latina all’appuntamento con la storia

LatinaToday è in caricamento