Mercoledì, 27 Ottobre 2021
Sport

Latina, domani a Frosinone col supporto “dei 700”

L'ansia pre-derby sale, anzi, è già alta. Domani fischio d'inizio al "Matusa" previsto per le ore 14.30. Stadio che non va verso il tutto esaurito. Esodo dei pontini in massa dal capoluogo

Domani è il gran giorno finalmente. Arriva un altro derby a impreziosire questa parte finale di stagione, pendente come una spada di Damocle sul capo dei giocatori pontini. Le motivazioni in campo, al di là della nota rivalità storica, sono sbilanciate tutte a favore dei nerazzurri, lanciatissimi in testa alla classifica e per ciò consapevoli delle loro possibilità, della loro autostima, che continua a cementarsi strada facendo. Dopo la vittoria di Lecce si deve seguire ancora questa scia positiva (che dura da novembre, ndr) per ribadire al campionato chi è la grande da battere. I gialloblu, di contro, provengono da un periodo non troppo esaltante (sconfitte pesanti con Nocerina e Avellino); i punti persi per strada li costringono a ‘gallaggiare’ a distanza di sicurezza dalla vetta (sono 31 i punti dei canarini in classifica), in piena bagarre per un posto nei play-off. Si dovrà quindi temere la loro voglia di riscatto, ma l’obiettivo per la banda di Pecchia non può che essere la conquista del “Matusa”, come nel più classico dei giochi, il risiko: “agro pontino attacca ciociaria con undici leoni …”. Per il momento ci si gioca l’esito di una battaglia, non la guerra. Quella va vinta contro una delle dirette inseguitrici: l’Avellino. I lupi sono di scena in un altro campo minato di questa Lega Pro girone B, quello del Perugia, formazione in auge (viene da ben 4 vittorie consecutive) e in piena lizza per un ‘posto al sole’ ai piani alti con i suoi 36 punti. Calcoli alla mano, avversario migliore agli irpini non poteva davvero capitare. Si prospetta una domenica di fuoco allora, che potrebbe rivelarsi decisiva per le sorti del campionato, nonostante manchino ancora diverse partite alla fine.  

UN GRAN SUPPORTO! –  Per la battaglia di domani sono state chiamate a raccolta molte ‘truppe’ del capoluogo pontino. Saranno in 723 infatti a occupare la curva sud del “Matusa”, come non succedeva da un po’. Ciò è stato reso possibile grazie all’iniziativa porta un amico allo stadio, con la quale ogni possessore di tessera ha potuto invitare un supporter sprovvisto giusto per l’occasione. Domattina, alle ore 10.30, è prevista la partenza di ben 11 pullman da Piazzale Prampolini alla volta del capoluogo ciociaro. Tra questi però non saranno presenti le frange più estreme del tifo nerazzurro. È stata infine inibita la presenza a Frosinone ai supporter pontini privi di biglietto d’ingresso. In casa gialloblu pare non si respiri l’aria delle grandi occasioni. Si attesta, ad oggi, la presenza di 1900 persone nella sola curva. A fronte dei 1200 abbonati, in tutte le zone dello stadio, non sembra essere stato registrato il boom delle vendite in questi giorni, eccetto eventuali ritardatari che potrebbero comprare i  biglietti residui proprio nelle ultime ore.  

CHI GIOCA? – Domani si vedrà in campo chi non ha sudato le fatiche di coppa. Ovvero rientreranno i protagonisti della stagione nerazzurra Dario Barraco (da cui ci aspetta una gran prestazione) e “Kola” Agodirin che rientra dopo un turno di squalifica. Pochi dubbi su chi ricoprirà il ruolo di punta centrale; tutte le luci sono puntate su Tomas Danilevicius, atteso finalmente alla marcatura pesante. In porta agirà regolarmente Bindi. In difesa ci saranno capitan Milani, Cottafava, De Giosa, e presumibilmente Bruscagin. A centrocampo Burrai, Sacilotto e Cejas.

ULTIME IN CASA GIALLOBLÙ – La carica della squadra gialloblu si legge tutta nelle parole del suo tecnico Roberto Stellone: “Il Latina arriva a questa partita con molto entusiasmo ma noi siamo pieni di rabbia. Gara decisiva? È importantissima senza dubbio, una nostra vittoria metterebbe fine al nostro periodo di risultati negativi e ci rilancerebbe in classifica". Per quanto riguarda la squadra che scenderà in campo il tecnico, ex attaccante del Napoli, non ha alcuna intenzione di rischiare il difensore Dario Biasi: “Biasi verrà convocato come tutti gli altri ma non sarà della partita. Preferiamo non correre il rischio di perderlo di nuovo anche se sta bene e si è allenato con regolarità: meglio essere prudenti. La squadra ha lavorato molto bene in settimana e domani faremo le scelte migliori in base al lavoro svolto in settimana". 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Latina, domani a Frosinone col supporto “dei 700”

LatinaToday è in caricamento