rotate-mobile
Sport

Lega pro: Latina calcio nello sgomento, ma domani si gioca

È un'altra triste vigilia di campionato in casa nerazzurra. Domani si gioca Latina-Carrarese col lutto al braccio. È scomparso il piccolo Filippo

È un finale di 2012 cupo in casa Latina. Dopo la scomparsa del compianto Condò, adesso cade un altro macigno sulla squadra nerazzurra. Questa mattina è venuto a mancare il piccolo Filippo in un tragico incidente stradale. Era il nipote del mister della berretti Marco Ghirotto e del ds Mauro Facci. Ancora una volta bisognerà stringere i denti e far buon viso a cattivo gioco. C’è una partita da affrontare e, possibilmente, 3 punti da portare a casa.

LE ULTIME – Difficile parlare di calcio giocato in questi momenti. Ci si deve allora limitare a riportare i fatti di cronaca nella loro limpida oggettività. La squadra ha naturalmente appreso con sconcerto la notizia; domani si giocherà col lutto al braccio e verrà osservato un minuto di silenzio (formalità estese anche alle partite delle giovanili). I nerazzurri affronteranno il match non conoscendo ancora l’esito della trasferta di Pagani: non si sa se la partita verrà ripresa dal 45’ o se verrà omologato lo 0-3 a tavolino. Ma i tempi si prevedono lunghi. A ogni modo Pecchia ha la possibilità di giocarsi il titolo d’inverno anche se penalizzato, visto che la capolista Avellino dista solo 2 lunghezze. Il mister domani (calcio d’inizio 14.30) dovrà fare a meno di Marcello Cottafava, che non ha ancora scontato la giornata di squalifica (tecnicamente Paganese-Latina non è stata giocata). Ci sarà ancora spazio per Agius quindi. Milani è tornato in gruppo e lo aspetta una maglia da titolare. Il pacchetto arretrato sarà completato da De Giosa e Bruscagin. Dalla cintola in su Pecchia ha l’imbarazzo della scelta. Si ipotizza una staffetta Tulli-Jefferson con Barraco e Kola sulle fasce. A centrocampo andrà fuori uno tra Gerbo, Sacilotto, Cejas e Burrai. Presumibilmente Gerbo. Arbitrerà il fischietto toscano Saverio Pelagatti di Arezzo, coadiuvato da Matteo Bottegoni di Terni ed Emanuele Mariani di Perugia.

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Lega pro: Latina calcio nello sgomento, ma domani si gioca

LatinaToday è in caricamento