rotate-mobile
Sport

Latina, domani c’è la Cremonese. Unico obiettivo la vittoria

La penultima (e 33^) di campionato è alle porte: domani i nerazzurri affrontano una Cremonese in buono stato di forma. Tutti disponibili per Sanderra, o quasi. Jefferson è sempre out

 

Domani pomeriggio al “Francioni” il Latina è chiamato a dare il meglio di se per cercare una via di fuga dalla zona torrida della classifica. Vincere significherebbe mettere un tassello importante per la salvezza, ma potrebbe non bastare. Bisognerà necessariamente “origliare” dagli altri campi e sperare in risultati benevoli. Sanderra chiede un’altra impresa, ma deve rinunciare a Jefferson e Burrai. Recuperati per lo meno pezzi in difesa: rientrano Gasperini e Giacomini.

SI SALVI CHI PUÒ! –  Mancano solo due giornate alla fine dei giochi, esattamente 9 giorni per conoscere i verdetti del girone B di Prima divisione. Il Latina deve compiere un miracolo - ovvero la salvezza diretta senza passare per la roulette dei play-out – ma non sarà interamente padrone del suo destino; in questa 33^ sono tanti gli scontri legati alla lotta per non retrocedere. Neanche il Bassano ultimo in classifica (che fino a qualche giornata fa sembrava destinato alla retrocessione diretta) ha gettato la spugna, e domani se l’andrà a giocare sul campo di un Piacenza in piena salute, galvanizzato dagli ultimi risultati utili (la classifica recita 30 punti per il Bassano, e 32 per i biancorossi). Il Prato, a 31 punti, ospita un Portogruaro praticamente salvo, mentre l’Andria (35) se la vedrà col Pergocrema fermo a 39. Il Feralpisalò è di scena al “Matusa” di Frosinone (35 punti anche per i lombardi); chiude la Triestina che non avrà vita facile in casa dello Spezia, a caccia di punti per centrare matematicamente la B e scalzare così la capolista Trapani. Per i nerazzurri c’è la Cremonese; dopo lo Spezia (per la Triestina) sicuramente l’avversario più temibile a cui dover strappare punti. I lombardi viaggiano ad una quota medio alta, 47 punti che consentono ancora di sperare in un posto al sole nei play-off. I nerazzurri non possono steccare. Un passo falso significherebbe perdere contatto con le “fuggiasche”, attese da impegni sulla carta meno complicati.  

SANDERRA: “VOGLIO UN LATINA FORMATO TRAPANI” – Sanderra non potrà contare ancora una volta sull’ariete Jefferson, al palo per stanchezza e spossatezza fisica (il brasiliano negli ultimi 10 giorni si è allenato una sola volta: una stagione calvario per lui), ma potrà  avvalersi di un gruppo completamente rigenerato dopo la netta vittoria sulla capolista: “Come col Trapani – commenta il mister  – anche quella con la Cremonese può definirsi la sfida più importante della nostra stagione. I ragazzi stanno bene, sono entusiasti per l'impresa compiuta mercoledì, ma ora siamo concentrati sul nuovo avversario. La Cremonese è squadra ostica, prolifica in zona gol. Dovremo cercare di contenerli senza snaturare il nostro gioco. Ai miei ragazzi chiedo di ripetere la partita perfetta di mercoledì”.

RECUPERI IN ZONA “CESARINI”: ECCO GASPERINI E GIACOMINI – Mister Sanderra non ha quindi intenzione di snaturare il modulo proposto contro il Trapani, ma potrà avvalersi di interpreti che mercoledì erano assenti. Il laterale destro di difesa Gasperini ha smaltito dall’infortunio e tornerà disponibile; convocato anche l’esterno sinistro Giacomini, assente per squalifica contro gli amaranto. L’altra buona notizia è il recupero del guerriero Matute. Non convocati invece Merlin, Maggiolini, Carta e Siciliano per scelta tecnica. Altra tegola sarà l’assenza di Salvatore Burrai a centrocampo, fermato dal giudice sportivo per recidività di ammonizioni. Arbitro dell’incontro sarà il signor Manganiello di Pinerolo.

 

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Latina, domani c’è la Cremonese. Unico obiettivo la vittoria

LatinaToday è in caricamento