Sport

Finalmente play-out, domani c'è Latina-Triestina: vietato il “pareggio”!

Domani il Latina scende in campo al "Francioni" (fischio d'inizio ore 16), per l'andata del play-out. Si auspica in una vittoria per evitare di incappare nella classifica avulsa

 

Dopo quindici giorni di un'attesa filata via liscia come l'oilo, domani il Latina scende in campo contro la Triestina per conoscere parte del proprio futuro nella prossima stagione. Il fischio di inzio è fissato alle ore 16; si spera in un riscontro massiccio da parte del pubblico, (almeno!) nell'impegno stagionale più importante -. Da Trieste scenderà una squadra letteralmente decimata nel suo organico, ma con  alle spalle un blasone e una tradizione calcistica che il Latina è chiamato a non sottovalutare; in fatto di infortuni gli ospiti navigano in brutte acque, ben peggiori di quelle dei nerazzurri. Sono fuori bomber Godeas, Princivalli, Thomassen, e Gissi (squalificati), ma il numero della lista aumenta con gli infortunati De Vena, D’Ambrosio, e Rossetti (e a questi potrebbe aggiungersi - notizia dell'ultime ora - l’esterno di difesa Galasso, fermato da un attacco influenzale). Berardi e compagni non possono steccare! Ieri, durante l’allenamento di rifinitura c’è stato un faccia a faccia fra la squadra e i ragazzi della curva; un rito per amalgamare i muscoli allo spirito. Domani l'obiettivo è di uscire vittoriosi dalle mura amiche. In caso di doppio pareggio infatti si dovrà guardare agli scontri diretti tra le due squadre, dove il Latina paga purtroppo un bilancio al passivo: una sconfitta interna e solo un pareggio al “Nereo Rocco”.

CITRO “NI”. C’È MERLIN -  Il giocatore ex Avellino potrebbe non essere destinato al campo domani a causa di un problema muscolare spuntato nelle ultime ore; lo staff medico sta facendo di tutto per riabilitarlo, ma la sua presenza rimane in forse. Bisogna ricordare che le sfide play-out esulano dalla regola di dover schierare negli undici titolari due elementi classe 91’, per poter accedere ai finanziamenti della Lega. Dunque Sanderra avrà più margine di manovra, e potrebbe cambiare qualche interprete del tridente offensivo (Tortori è in pole). Bernardo rimane l’opzione centrale inamovibile, ma il tecnico può “pescare” dalla panchina: ci sono anche Tulli e il redivivo Merlin.

TRIESTINA AD ALBERO DI NATALE – La stampa triestina che segue più da vicino gli allenamenti degli alabardati ci prospetta  per domani una formazione ad albero di Natale che sia in grado di tamponare le tante assenze. Negli ultimi allenamenti Galderisi ha collaudato un 4-3-2-1 fatto di esperimenti e cambiamenti in corso d’opera, con Forò (poi Mattielig) terzino destro (sperando nel recupero di Galasso); la coppia centrale difensiva è quella formata dai  baby Cecchini e Mannini, con Tombesi a sinistra. Davanti la difesa, tre centrocampisti: Evola, Cristiano Rossi a sinistra e Mattielig (apparso il più in palla di tutti) a destra. In avanti la coppia dai piedi buoni Allegretti-Pinares, in appoggio all’unica punta Motta. (dal Piccolo, articolo di Antonello Rodio)

 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Finalmente play-out, domani c'è Latina-Triestina: vietato il “pareggio”!

LatinaToday è in caricamento