Sport

Calcio, Lega pro: “Ahi” Latina, Jefferson ancora out

Ancora inutilizzabile l'ariete brasiliano, e domani si gioca a Crema per la terza del girone di ritorno. Il peso dell'attacco di nuovo sulle spalle di Bernardo

 

 

Il Latina domani pomeriggio sarà impegnato nell’ostica trasferta di Crema, gara valevole per la terza del girone di ritorno. Un bell’esame per i nerazzurri, un’altra trasferta di livello (dopo quella di Siracusa) per capire le reali possibilità di fare punti lontano dal Francioni. Ghirotto non molto tempo fa si espresse dicendo che il Latina è una squadra da trasferta (ma in seguito la profezia non si è avverata). Ora la rosa è stata puntellata a dovere anche se all’appello manca ancora Jefferson, in ritardo di condizione. L’obiettivo è, per lo meno, quello di tornare dalla trasferta in Lombardia con almeno un “punticino”.  

 

PERGO-LATINA – Il Latina affronta quest’altra battaglia di Lega pro con il vento in poppa, ovvero dopo la striscia di due risultati utili conseguiti con Siracusa e Carrarese, due “toste” del campionato. I lombardi, dopo aver perso in casa con il Portugruaro nella prima gara del 2012, domenica scorsa hanno battuto in esterna il Bassano ultimo in classifica. I nerazzurri stamattina hanno svolto la rifinitura in provincia di Pisa e nel primo pomeriggio muoveranno verso Crema (l’arrivo nella località lombarda è previsto per l’ora di cena). Marco Ghirotto ha convocato 21 giocatori, esclusi gli infortunati Maggiolini, Cafiero e Jefferson; Carta e Radio sono rimasti a casa per scelta tecnica. Figura tra i convocati anche l’esterno alto Marcello Falzerano (da poco prelevato dall’Avellino in prestito) che però non potrà essere utilizzato vista la mancata regolarizzazione del trasferimento.

LA LINEA VERDE DI GHIROTTO - Questa la lista dei 21 stilata da Ghirotto: Martinuzzi, Baican, Burzigotti, Gasperini, Farina, Toscano, Burrai, Berardi, Matute, Bernardo, Fossati (’92), Falzerano (’91), Bruscagin, Agius, Citro (’91), Giannusa, Siciliano (’91), Tortori, Stufa (’93), Peressini (’94), Celli (’94). Salta all’occhio la bassissima età media della squadra nerazzurra, un elemento più che positivo se si pensa che il Latina sta tenendo botta in un campionato come la Lega Pro (dopo trent’anni) anche grazie a questi giovani.

 

 

 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Calcio, Lega pro: “Ahi” Latina, Jefferson ancora out

LatinaToday è in caricamento