Mercoledì, 20 Ottobre 2021
Sport

Speciale play-out, Latina va tutto storto! "Jeff" di nuovo ai box

Il Latina è in piena preparazione in vista del cruciale scontro play-out con la Triestina. Impensierisce Matute, mentre Jefferson è drammaticamente out. Il pubblico l'ulteriore speranza

 

Sarà lo scenario che si paleserà domenica 20 maggio, affrontare la Triestina nei play-out a ranghi totalmente ridotti. Con “Kola” Agodirin out per ben 40 giorni causa stiramento, in questi giorni è cresciuta l’apprensione per lo stato fisico di Matute, mentre Jefferson – tegola appena giunta – non sarà della partita; non proprio il quadro che si potesse prefigurare all’indomani della sconfitta di La Spezia. Ma la Triestina incombe. Inutile rimarcare che in casa (il prossimo 20 maggio) bisognerà vincere magari con qualche gol di scarto. A tal proposito la speranza è quella di recuperare (almeno!) il dodicesimo uomo in campo, quel pubblico che non ha risposto nella maniera più calorosa durante il corso della stagione. Che ci possa essere un “Francioni” stracolmo è una speranza, ma va detto che la società non potrà attuare alcun tipo di politica popolare per venire incontro ai tifosi. Si sta arrivando agli sgoccioli di una stagione così importante per il Latina calcio con la testa a dir poco fasciata; si sta decidendo il destino di una società - che non ha alcuna voglia di risprofondare nei vortici della Seconda divisione - in condizioni alquanto menomate. Peccato.

 

JEFF È OUT. MATUTE PIU SÌ  CHE NO – Nell’allenamento sulla spiaggia di ieri, mister Sanderra ha fatto a meno di “Kola” e Matute. Durante la sessione è salita un po’di apprensione anche per il precario Jefferson che ha sentito letteralmente tirare il muscolo della gamba (un accidente che lo ha costretto al riposo per tutta la seconda metà della seduta). E oggi è arrivata l’inappellabile sentenza della risonanza magnetica: "strappo al flessore della gamba destra" (che in soldoni mette fuori gioco il brasiliano per l’impegno casalingo). Forse ci sarà qualche possibilità di vederlo in campo a Trieste 7 giorni più tardi, ma a questo punto meglio non azzardare previsioni. Roba da mettersi le mani nei capelli: una stagione da dimenticare per l’attaccante brasiliano e per il Latina stesso, che in termini di infortuni è stato a dir poco falcidiato. Dunque, tirando le somme, con la Triestina il parco attaccanti sarà fortemente limitato. L’altra speranza è il centrocampo. Matute oggi a Bologna si sta sottoponendo a cure fisioterapiche accurate per estinguere il fastidioso dolore all’adduttore e tornerà in gruppo il prossimo mercoledì 16 maggio. Si tratta di una pedina fondamentale di cui – a questo punto – Sanderra non può fare a meno.

 

SU LATINA-TRIESTINA IL DIKTAT DELLA LEGA – Purtroppo arriva un’altra tegola in casa Latina. Per la partita di domenica la società non potrà contare sulle iniziative popolari a cui ha fatto spesso ricorso quest’anno per invogliare la gente a venire allo stadio; lo impongono decisioni superiori provenienti direttamente dalla Lega. L’organizzazione dell’evento è infatti sotto la sua egida; sono state commissionate alle due società alcune impellenze di carattere logistico-gestionale,  e decisa la ripartizione dei proventi: il 25% dell'incasso spetterà alla Lega Pro, un terzo agli ospiti e i restanti due terzi alla società ospitante. Per quanto riguarda il prezzo dei biglietti non sono previste facilitazioni di alcun genere. Prezzo pieno dunque! Per giunta non saranno validi gli abbonamenti.  

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Speciale play-out, Latina va tutto storto! "Jeff" di nuovo ai box

LatinaToday è in caricamento