Sport

Latina, che carattere! 1-0 ad Andria: è ancora primato in classifica

Al "degli Ulivi" uno stoico Latina agguanta 3 punti d'oro. La classifica si aggiorna. Ripreso il Frosinone in vetta a 16 punti

 

 

 

Al “degli Ulivi” scende in campo un Latina diverso dalla solita formazione tipo. Milani, acciaccato per via di una botta al ginocchio rimediata in settimana, lascia il posto al maltese Agius. La coppia di centrali è De Giosa Cottafava, mentre sulla sinistra c’è Giacomini. Il centrocampo è a 3 con Burrai, Cejas (investito di fascia da capitano) e Gerbo; Barraco e Tortolano supportano l’unica punta Agodirin. L’Andria risponde con il 4-4-2 tipo. Fra i pali c’è Rossi, in difesa la linea a 4 è composta da Contessa, Zaffagnini, Migliaccio e Scrugli. A centrocampo, in mediana, ci sono Arini e Giorgino. Taorminia e D’Errico fungono da ali. In attacco c’è la coppia Innocenti Maccan.

PRIMO TEMPO - La partita inizia subito con uno squillo da parte del Latina, al 6’, quando Tortolano libera un destro debole e centrale dopo aver triangolato col nigeriano “Kola”. I nerazzurri sono disposti bene in campo nelle prime battute; coprono le diverse zone del campo con diligenza tenendo in mano il pallino del gioco. “Kola” in particolare svolge un ottimo ruolo di uomo sponda (nonostante l’esigua statura), non sbagliando mai un appoggio. Il primo pericolo alla porta di Bindi lo porta D’Errico, servito da un delizioso passaggio di Giorgino. La palla messa in mezzo dal centrocampista pugliese però è troppo sterile e si spegne sul fondo. Al 12’ la retroguardia nerazzurra corre pericoli ben maggiori. Da un parapiglia in area la palla arriva sulla testa di Innocenti, e Bindi smanaccia via in presa non troppo sicura. Il pallone è ancora lì e Taormina, dopo uno slalom tra i difensori, la ributta in mezzo trovando la pronta risposta del portiere nerazzurro. Dopo una punizione non troppo pericolosa battuta da De Giosa, al 14’, ci pensa Maccan a far sussultare il “degli Ulivi”. È il 20’ quando il giovane attaccante scuola Brescia manda incredibilmente a lato, solo, a tu o per tu con Bindi. Sempre lui ci riprova 2’ più tardi con un sinistro che si spegne alla sinistra di Bindi. Il Latina prova a rialzare la testa e lo fa con autorità. Al 29’ Agius si divincola bene sulla destra e lascia partire una pennellata al bacio per Burrai che di testa manca incredibilmente la ghiottisima occasione spedendo di un soffio a lato. La partita è piacevole e molto equlibrata. È il Latina che riesce prendere le misure sul finire di tempo nonostante i padroni di casa siano stati i più pericolosi fin a questo momento. Al 43’ D’Errico sulla destra prova a pungere; ha la meglio su Giaocomini nell’uno contro uno, ma il suo tiro è poi sterile e finisce oltre la linea di fondo. Al 44’ tocca a “Kola” rispondere per le rime con l’occasione più ghiotta di tutto il primo tempo. È perentorio il suo stop su una palla arrivata dalle retrovie. Il nigeriano prova poi ad anticipare l’uscita del portiere con un fino esterno destro che si spegne d’un soffio a lato.

SECONDO TEMPO – Pecchia cambia subito le carte in tavola inserendo il brasiliano Scilotto al posto di uno spento Tortolano. Il centrocampista va a posizionarsi in mediana insieme a Cejas e Gerbo. Sale momentaneamente Burrai in posizione di rifinitore a fianco di Barraco. Al 3’ è giallo in area pontina: D’Errico si lancia sulla fascia destra, si accentra e salta De Giosa; pio cade sul ritorno di gran carriera di Barraco. Per l’arbitro è tutto regolare. Al 7’ Sacilotto sbaglia un passaggio orizzontale in mezzo al campo. Il solito D’Errico ne approfitta scappando sulla fascia destra. Stavolta attende l’incrocio di Innocenti tra le linee che arriva, ma l’attaccante azzurro spara poi debolmente tra le braccia di Bindi. Il Latina risponde subito un minuto dopo con Gerbo che scocca un destro potente e preciso. È bravissimo Rossi ad allungare la mano e a rifugiarsi in angolo. Al 13’ ancora Andria: Giorgino mette in mezzo su calcio piazzato un pallone che Arini non riesce ad addomesticare a dovere, e Bindi para senza problemi. Al 10’ gli allenatori mettono mano alle rispettive panchine. Cuoghi inserisce Lo Iodice e Comini; Pecchia risponde al 21’ buttando nella mischia Angelilli al posto di Gerbo. Il Latina pensa maggiormente a chiudersi e lo fa bene con un Agius sontuoso e un ottimo De Giosa; pecca invece di sufficienza in mezzo al campo dove sbaglia molto in fase di fraseggio. Al 25’ Comini lascia partire un destro che vola alto sopra la traversa. I nerazzurri rifiatano e pescano il jolly proprio nel momento più opportuno di tutta la partita. Burrai serve ottimamente l’accorrente Agius all’ingresso dell’area. Il maltese cade giù su contatto con un difensore. Per l’arbitro non c’è alcun dubbio: è calcio di rigore. Dal dischetto si presenta Barraco che freddissimo spiazza Rossi tirando centralmente (4° gol in campionato per il centrocampista pontino). Intorno alla mezz’ora l’arbitro è costretto a sedare le intemperanze del gioco sventolando cartellini gialli a profusione: la partita si incattivisce. Cuoghi prova a dare una sterzata alla partita inserendo l’attaccante La Rosa per Giorgino; Pecchia risponde aumentando i centimetri in avanti: fuori un “Kola” da applausi, dentro Tulli. Il finale è infuocato. La spinta dell’Andria si fa arrembante, ma il Latina contiene bene tutti gli attacchi senza rischiare,  e dopo 6 lunghi minuti di recupero la gioia di Pecchia e panchina può esplodere in mezzo al manto verde del “degli Ulivi”.

CAMPIONATO LEGA PRO, PRIMA DIVISIONE GIRONE B |ANDRIA – LATINA 0-1

Andria: Rossi, Scrugli, Contessa, Arini, Zaffagnini, Migliaccio, D'Errico, Giorgino (37'st Larosa), Maccan (10'st Loiodice), Innocenti, Taormina (10'st Comini). A disp: Sansonna, Tartaglia, Lanteri, Nocerino. All.: Cosco

Latina: Bindi, Agius, Giacomini, Cejas, Cottafava, De Giosa, Barraco, Burrai, Agodirin (40'st Tulli), Gerbo (22'st Angelilli), Tortolano (1'st Sacilotto). A disp: Ioime, Casale, Ricciardi, Pagliaroli. All.: Pecchia

Arbitro: Ghersini di Genova. Assistenti: Curatoli di Napoli e Amato di Castellamare di Stabia

Marcatori: 30'st (rig.) Barraco

Note – Ammoniti: Arini, D'Errico, Burrai, Giorgino, Scrugli, Agodirin. Recuperi: 1'pt e Prima della gara osservato un minuto di silenzio per Tiziano Cherotti, soldato italiano scomparso in Afghanistan.

 

 

.

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Latina, che carattere! 1-0 ad Andria: è ancora primato in classifica

LatinaToday è in caricamento