rotate-mobile
Sport

Il Bassano inguaia il Latina: al “Francioni" termina 0 a 1

Inaspettata caduta del Latina con l'ultima della classe Bassano. Troppi gli errori commessi sotto porta. Veneti "spietati" a sfruttare un pasticcio della retroguardia pontina

Niente da fare, quello che sembrava essere un ostacolo facile da superare si è tramutato in un clamoroso passo indietro per il Latina; oggi i nerazzurri scendevano in campo in formazione rimaneggiata, orfani di tante pedine fondamentali, alle quali - all'ultimo - si è aggiunto anche Marco Fossati (ai box per un problema al flessore). È un passo falso che va preso con la dovuta cautela, considerando che per la prima volta, oggi, si è trovato a “dialogare” in fase offensiva l’inedito trio Giannusa-Mvondo-Pagliaroli. Ma non bisogna abbassare la guardia; dando uno sguardo agli altri campi si scorgono risultati non troppo buoni per la classifica del Latina.Il Prato ha battuto il Frosinone per 1 a 0 (e per i cioiciari è crisi nera); Andria e Triestina hanno pareggiato per 1-1; il Feralpi blocca il Portogruaro sullo 0 a 0, e il Piacenza ha sconfitto la Cremonese. Ora la classifica sorride un po’di meno: si è quintultimi a 21 punti, posizione condivisa con Prato e Andria, rispettivamente avanti e dietro i nerazzurri per differenza reti.

Il Latina oggi scendeva in campo con l’inedito Baican tra i pali, dietro ad una linea di difesa formata dagli esterni Cafiero e Toscano, con Farina e Burzigotti al centro. A centrocampo Burrai componeva insieme a Matute e Berardi l’argine di centrocampo, mentre in attacco Citro e Falzerano supportavano Tortori. Il Bassano rispondeva con Grillo in porta, Toninelli (ex di turno) e Bonetto esterni, con Drudi e Basso al centro. Centrocampo con Correa, Caciagli e Morosini, e Ferretti più avanti a sostegno di Galabinov e De Gasperi.

 

PRIMO TEMPO - Dopo appena un minuto la gara regala già il primo brivido: Burrai, da calcio piazzato, pennella per Tortori che si avvita e riesce a spizzare di testa, e la palla termina a lato di pochissimo. Il Bassano si vede al 9’ con Bonetto che cerca di sorprendere Baican da calcio piazzato con un improbabile rasoterra che finisce in fallo di fondo. I veneti prendono coraggio e ci provano al 13’ con Morosini: il destro dal limite del numero 8 in maglia bianca finisce fuori, con Baican comunque sulla traiettoria. Il match si gioca prevalentemente a centrocampo e resta molto spezzettato: si arriva al 20’ senza vedere alcun tiro nello specchio di una porta. Al 24’ il Latina prova a svegliarsi dal torpore. L’errato disimpegno di Basso spiana la strada a Tortori, ma il numero 9 nerazzurro, da posizione defilata, non “imbrocca” il destro a giro. Al 33’ Baican compie la prima parata dell’incontro: l’estremo difensore nerazzurro con un bel colpo di reni manda in angolo un destro velenoso dalla distanza scagliato da Ferretti. La prima parata di Grillo, invece, arriva al 40’; Citro lo vede fuori dai pali e prova a superarlo con un pallonetto che il numero uno ospite blocca senza troppi problemi. L’ultimo brivido è al 45’: Matute non aggancia a pochi metri dalla linea di porta un assist di Berardi. E dopo 2’ di recupero si va al riposo sullo 0-0.

 

SECONDO TEMPO - La ripresa parte con gli stessi undici della prima frazione; la gara resta soporifera fino all’8’, quando il Bassano passa in vantaggio. Su un destro senza troppe pretese di Galabinov, Baican respinge in maniera goffa sui piedi dell’accorrente Cafiero che non può evitare l’autogol. Al 10’ arriva il primo cambio: Ghirotto inserisce Pagliaroli al posto di Falzerano, ma è un Latina sfiduciato. I nerazzurri accusano il colpo e tardano a reagire. E allora al 16’ Ghirotto prova la doppia sostituzione: dentro Giannusa e Mvondo per Berardi e Tortori. I nerazzurri si sistemano con il 4-3-1-2: Citro arretra sulla linea di centrocampo, Giannusa si piazza alle spalle di Maki Mvondo e Pagliaroli. Al 21’ il Latina sciupa una grossa occasione: Giannusa guadagna il fondo e serve una palla d’oro a Maki Mvondo, ma il camerunense a pochi passi dalla porta spara incredibilmente sopra la traversa con un piattone da dimenticare. Al 26’ gli ospiti operano il primo cambio. Jaconi butta nella mischia Tabacco al posto di Caciagli, e quattro minuti dopo cambia De Gasperi con Guariniello. Il Latina ci mette volontà, ma non riesce a creare azioni pericolose. Al 44’ sul cross di Cafiero, Matute tocca debolmente e Grillo blocca senza problemi. Ghirotto tenta il tutto per tutto e piazza Burzigotti al centro dell’attacco, ma non serve. Dopo 5’ di recupero, al “Francioni” finisce con la vittoria del Bassano.

 

LEGA PRO, 1^DIVISIONE | 21^ GIORNATA: LATINA-BASSANO 0-1

Latina: Baican, Cafiero, Toscano, Burrai, Burzigotti, Farina, Matute, Berardi (16’ st Giannusa), Tortori (16’ st Maki Mvondo), Falzerano (10’ st Pagliaroli), Citro. A disp.: Martinuzzi, Bruscagin, Gasperini, Stufa. All.: Ghirotto

 

Bassano: Grillo, Toninelli, Bonetto, Drudi, Basso, Correa, Caciagli (26’ st Tabacco), Morosini, Galabinov, Ferretti, De Gasperi (30’ st Guariniello). A disp.: Poli, Baido, Iocolano, Lazzarotto, Maniero. All.: Jaconi

 

Arbitro: Rocca di Vibo Valentia. Assistenti: Palazzo di Taranto e Della Rocca di Salerno

 

Marcatori: 8’ st Cafiero (autogol)

 

Note – Ammoniti: Tortori, Bonetto, Morosini, De Gasperi, Ferretti, Citro

 

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Il Bassano inguaia il Latina: al “Francioni" termina 0 a 1

LatinaToday è in caricamento