Sport

Bernardo-Tulli: tutto in 5 minuti, e il Latina ipoteca la salvezza

Con i gol dei due attaccanti allo scadere il Latina mette una mezza ipoteca sulla salvezza. Nerazzurri non particolarmente brillanti, ma è un 2-0 che vale oro

Che non si pensasse che sia finita quI, macché. Il 2-0 incamerato oggi dal Latina al “Francioni” è sicuramente un risultato degno in vista del ritorno del 27 maggio al “Nereo Rocco”, ma non bisogna abbassare la guardia e, soprattutto, non si deve dimenticare che oggi la Triestina è scesa in campo a ranghi ridottissimi, senza molti dei suoi giocatori titolari (uno su tutti? Bomber Godeas, attaccante di razza dai trascorsi in serie A e vera primizia per la categoria). Per dirne una, Galderisi ha mandato in campo nell’undici titolare due “super baby” come Zamparo e Mannini (rispettivamente un ’92 e ’94) per sopperire alle assenze pesanti, non dei giocatori in grado risolvere partite così delicate. Eppure il Latina ha faticato, e non poco, nonostante l’evidente supremazia territoriale, il possesso palla, e la buona tenuta atletica. Bisogna dire che la fase offensiva è mancata molto.

Il pubblico del “Francioni” (a proposito: uno stadio più “mezzo vuoto” che mezzo pieno) ha sofferto per tutti i 90 minuti nel vedere una squadra sì propositiva, ma desolatamente sterile in zona gol. E quando tutto ormai lasciava presagire per uno scialbo pareggio a reti bianche (che sarebbe stato disastroso in vista del ritorno), ecco materializzarsi il “miracolo”. Ci ha pensato Vittorio Bernardo a mettere il pallone in fondo al sacco allo scoccare del 87’, lui a cui il Latina sta chiedendo gli straordinari in quest’appendice di campionato vista l’assenza di un centravanti naturale - e bomber di razza - come Jefferson; un gol che ha anche del rocambolesco, un pallone bollente controllato in area di destro e spedito in rete di sinistro, con deviazione del difensore; la palla che rotola lentamente, e si deposita in rete dopo aver scheggiato il palo. È l’1-0 che fa letteralmente esplodere il “Francioni”. Dopo il momento di gloria di Bernardo, al secondo sigillo stagionale, toccava a Tulli  andarsi a prendere i meritati applausi; Falzerano al 4’ di recupero lo serve in area dopo una serpentina ubriacante, ed è quasi una fotocopia del gol precedente: l’attaccante ex Piacenza e Triestina (tra le altre) non deve far altro che girarsi e spedire di destro in fondo al sacco. Davvero - si può dire - incredibile al “Francioni”. Si va quindi a Trieste con mezzo biglietto per la salvezza in tasca, ma fra 7 giorni al “Rocco” non sarà una passeggiata. Ad avvertire è lo stesso Galderisi a fine partita: “Recupereremo pezzi importanti come Gissi, Rossetti e Godeas, e sarà un’altra Triestina. Abbiamo il dovere di fare due gol, e siamo in grado di portare a termine il compito. A Trieste sarà quello che vi aspettate!”

La cronaca (fonte ufficio stampa Us Latina calcio)

PRIMO TEMPO - Sanderra stupisce tutti e nel suo 4-3-3 preferisce il fosforo di Fossati ai muscoli di Berardi a centrocampo, mentre sulla sinistra si rivede Tiziano Maggiolini che vince il ballottaggio a tre per un posto da esterno basso. In avanti, a comporre il tridente, l'ariete centrale Bernardo affiancato da Falzerano (a destra) e Tortori (a sinistra). E' il Latina a fare la partita. I nerazzurri, costretti a vincere con un certo margine per giocare il ritorno con maggiore tranquillità, si vedono in avanti già al 4' con Bernardo, che da destra apre per Falzerano: stop e palla al centro per Tortori che viene anticipato. Al 10' si replica con un fendente dello stesso Tortori dai 25 metri che però non coglie lo specchio della porta. Ma la Triestina è organizzata e risulta pericolosa al 18': Motta brucia Maggiolini sulla sinistra, poi mette al centro un cross basso su cui Allegretti fa velo favorendo l'inserimento di Zamparo che finta il tiro, mette a sedere Farina e poi angola in porta dove trova un super Martinuzzi, bravo a distendersi e deviare in angolo. Passata la paura, il Latina torna a ruminare gioco. Al 24' nuovo affondo: filtrante di Burrai, sponda di prima di Bernardo per l'inserimento di Maggiolini che entra dal lato corto sinistro dell'area e spara in porta trovando solo l'esterno della rete. Quattro minuti dopo lampo di Tortori, che punta l'area, si accentra liberandosi al tiro e dal limite impegna Gadignani che blocca in due tempi. Il Latina c'è e insiste. Al 32' l'occasione più nitida della prima parte di gara: sponda aerea di Bernardo, Tortori piomba sulla sfera e in equilibrio precario riesce comunque a disegnare un destro “a giro” che si spegne di un millimetro alla sinistra di Gavignani. Tortori è scatenato. L'attaccante nerazzurro, qualche istante dopo, è ancora protagonista. Prima ubriacadi finte Galasso, si libera sul destro e poi prova a pescare l'incrocio dei pali. Gavignani è battuto, ma la palla esce di un soffio.

LA RIPRESA – Inizia subito forte il Latina nel secondo tempo. Al 2' Maggiolini crossa al centro da sinistra, Bernardo spizza la palla in elevazione favorendo l'inserimento di Falzerano che da posizione defilata ha il tempo di stoppare e tirare. Botta di collo esterno sul primo palo che manca però di precisione. Non c'è sosta nei primi istanti della ripresa: al 4' palla tesa di Tortori al centro dove Falzerano viene anticipato a tu per tu con Gadignani. Nerazzurri in dominio totale: all'8' scambio Tortori – Matute e tiro a botta sicura dal limite di quest'ultimo che trova sulla sua strada la splendida risposta di Gadignani, bravo a salvarsi con l'aiuto del palo alla sua sinistra. I pontini meriterebbero il gol, ma al 14' fanno ancora i conti con la sfortuna. Fossati inventa un meraviglioso filtrante in area per l'inerimento di Falzerano che stoppa a seguire e tira a rete a botta sicura. Ancora una volta è il palo sinistro a salvare Gadignani. La Triestina è all'angolo, ma riesce ad essere pericolosa con l'esperienza di Allegretti che da 30 metri su punizione chiama al miracolo Martinuzzi, bravissimo a togliere la sfera praticamente da sotto l'incrocio dei pali. Due minuti dopo stesso copione, ma da posizione più ravvicinata. Allegretti spara, Martinuzzi risponde con i pugni. Solo una parentesi nel monologo nerazzurro: palla di Burrai da destra a sinistra per Maggiolini con splendido tiro al volo di sinistro di quest'ultimo che esce di poco sopra la trasversale della porta ospite. Sanderra vuole la vittorie e dopo Tulli per Tortori manda in campo Martignago per Bruscagin. Break della Triestina al 25', con la folata offensiva di Motta che termina con il tiro verso lo specchio di Martinuzzi, salvato solo da una grande chiusura di Farina. Il Latina rifiata per risparmiare forze in vista del rush finale. Al 32' i pontini si rivedono in avanti. Punizione liftata di Burrai per la testa di Matute: palla alta di poco. Sanderra le vuole provare tutte e al 32' manda in campo anche Giacomini, a sinistra, nel tentativo di fornire cross importanti per gli arieti Tulli e Bernardo. Proprio dalla sinistra arrivano gli ultimi assalti alla porta di Gadignani. Occasioni, entrambe, per Bernardo, sempre anticipato al momento del tiro da ottima posizione. L'attaccante di Erice si fa perdonare tutto, però, al 42', quando sfruttando una palla spiovente in area riesce a stoppare e girare a rete. La sfera viene deviata e si insacca con l'aiuto del palo. Ma non è finita. Nella bolgia del Francioni il Latina vuole il raddoppio. Ci provano Matute e poi Martignago, ma la rete giunge solo al 4' dei 6' di recupero. Falzerano, migliore in campo, semina tre uomini entra in area e sul secondo palo vede Tulli. Palla con il contagiri per l'attaccante nerazzurro che di destro gira a rete: palo e gol, il Francioni esplode di gioia. Prima della fine brividi per Martinuzzi con due tiri di poco fuori di Evola e Allegretti. Basta così, però, il Latina vince 2-0 e ora vede la salvezza. 

LE PAGELLE DEI NERAZZURRI

LEGA PRO, PLAY-OUT D’ANDATA | PRIMA DIVISIONE, GIRONE B

 

LATINA – TRIESTINA 2-0

Latina (4-3-3): Martinuzzi, Bruscagin (22'st Martignago), Maggiolini, Matute, Agius, Farina, Falzerano, Burrai, Bernardo, Fossati (32'st Giacomini), Tortori (12'st Tulli). A disp.: Radio, Burzigotti, Berardi, Giannusa. All.: Sanderra

Triestina (4-3-1-2): Gadignani, Galasso (5'st Villanovich), Tombesi (44'st Cristiano Rossi), Evola, Mannini, Cecchini, Forò, Mattielig, Zamparo (18'st Pinares), Allegretti, Motta. A disp.: Vigorito, Pratolino, Rossetti, D'Agosino. All.: Galderisi

Arbitro: Ripa di Nocera Inferiore. Assistenti: Oliveri di Acireale e Santoro di Catania. 4° uomo: Maresca di Napoli

Marcatori: 42'st Bernardo, 49'st Tulli

Note - Ammoniti: Mattielig, Fossati, Tombesi, Bernardo, Burrai, Tulli, Cristiano Rossi, Forò. Angoli: 7 -3. Recupero: pt 2'- st 7'.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Bernardo-Tulli: tutto in 5 minuti, e il Latina ipoteca la salvezza

LatinaToday è in caricamento