Domenica, 17 Ottobre 2021
Sport

Calcio, Latina in formato play-off: a valanga sulla Paganese 4-0

I nerazzurri dimenticano Gubbio con una prestazione al top. Tante conferme per Sanderra. E dal dimenticatoio riecco "bomber" Giacomini

Ecco quello che ci voleva: una vittoria scaccia pensieri in vista degli imminenti play-off. Gli esami di fine stagione si presentano durissimi da superare e se i presupposti erano quelli di Gubbio, ahinoi. Per fortuna il Latina ha deciso di fare la voce grossa oggi sfoderando la grandissima prestazione. Quel che conta è arrivare al banco dei play-off con la mente sgombra da ogni pensiero e il fisico libero da ogni tossina (possibilmente). E quale miglior medicina se non una vittoria rumorosa in casa? (un risultato così tondo  in effetti quest’anno mancava). Bene la squadra, bene anche i singoli; giocatori chiave come “Kola”, Jefferson, e Barraco sono già in formato play-off, e che dire di Giacomini, dimenticato sotto la gestione Pecchia e a un passo dal salutare il “Francioni”, oggi ritrova la maglia da titolare e sigla una doppietta (un ottimo “acquisto” per Sanderra). Manca solo Danilevicus all’appello (e il recupero di altri due giocatori strategici per il Latina: Milani e Sacilotto), anzi al gol, perché il lituano a entrare entra. La marcatura manca da quel dì a Catanzaro. Il tempo stringe e la piazza sbuffa. I play-off, per il lituano, sono l’ultima spiaggia.

PRIMO TEMPO - Sanderra è costretto a ridisegnare il suo Latina viste le emergenze. Oltre ad Agius squalificato, assenti Milani, Giallombardo e Sacilotto (per Gerbo, non al meglio, solamente panca). Il 4-3-3 è composto da Bruscagin, Cottafava, De Giosa e dal redivivo Giacomini. A centrocampo la triade Cejas-Ricciardi-Burrai sostiene il tridente d'attacco composto da Barraco e “Kola” esterni con Jefferson punta centrale. Nel primo tempo succede poco, anzi pochissimo. Il Latina è padrone del campo, ma sotto porta non incide. L’estremo difensore degli azzurro stellati Marruocco al 15', è già costretto a lasciare il campo per infortunio: al suo posto entra Robertiello. La prima azione degna di nota è firmata al 5' da “Kola”, che sfruttando una verticalizzazione di Jefferson anticipa Marruocco in uscita: palla di un soffio al lato (ma l'azione pare viziata da un fallo dello stesso attaccante nerazzurro). Il match si risveglia alla mezz’ora. Al 30' Cottafava, da calcio d’angolo, trova di testa solo la respinta dei difensori. Cinque minuti più tardi Barraco elude di destro l'intervento di Perrotta, tenta il colpo al volo, ma cicca la sfera. Il Latina continua a macinare occasioni. Al 37' Jefferson svetta imperiosamente da calcio angolo e lambisce il palo. Quaranta secondi dopo il brasiliano è ancora protagonista; scende sulla sinistra e mette al centro di esterno per “Kola” che di testa per poco non trova il tap-in. Il gol è nell'aria. Al 40' Cejas pesca il coniglio dal cilindro: Jefferson serve l’argentino di sponda, che addomestica e poi disegna una parabola a giro che va a insaccarsi sotto l'incrocio (chapeau). La Paganese si fa viva nel finale con un cross dalla destra di Ciarcià che danza pericolosamente al limite dell'area piccola: Bruscagin sventa e spazza via.

SECONDO TEMPO – Il secondo tempo parte subito forte. Dopo 10 secondi bello schema della Paganese: palla lunga per Franco che di destro va vicinissimo al pareggio. Sul ribaltamento di fronte “Kola” salta Nunzella con un sombrero, guadagna metri e poi spara di destro: Robertiello para comodamente. I nerazzurri vogliono il raddoppio. Al 3' “Kola” punta Nunzella, va sul fondo e poi scarica in area un cross radente su cui Barraco interviene con un destro in corsa: la palla rimbalza prima sul palo e poi sulla schiena di Robertiello, per poi finire la corsa in fondo al sacco.  Latina padrone del campo e vicina al tris al 7'. Il tentativo di Bruscagin viene respinto da Robertiello, il solito “Kola” è in agguatio e sul tap-in spara di sinistro fuori. Il tris è servito al 16': Cejas affonda sulla sinistra e mette al centro un cross per la testa dell’accorrente Giacomini che gira perfettamente a rete battendo Robertiello. Il Latina va che è un piacere. Due minuti dopo Ricciardi si fa vivo sparando dai trenta metri, potente ma fuori misura. Al 20' lancio lungo di Cottafava, “Kola” spunta alle spalle della difesa, stoppa in area e poi arma un destro che sfiora l'incrocio dei pali. Per il colored al momento di lasciare il campo (per Danilevicius)  arriva la standing ovation del “Francioni”. Subito dopo altro cambio: Sanderra manda in campo “il mago” Schetter al posto di Jefferson. Al 32' Ricciardi con  un cross basso trova “lo zar” Danilevicius che si avvita e di sinistro sfiora l'incrocio dei pali. La Paganese ci prova nel finale, prima con un tiro dalla lunga distanza di Soligo bloccato da Bindi, poi con un cross di Ciarcià su cui l’estremo difensore pontino interviene spazzando l'area. Il match si avvia alla conclusione senza ulteriori emozioni, ma proprio al 3' di recupero arriva la perla inattesa: Giacomini dai 30 metri spara una sassata impressionante che va a incastonarsi sotto l'incrocio. 4-0 e tutti a casa: il latina con questa vittoria mantiene la quarta piazza, ma non aggancia le fuggitive Nocerina e Perugia, entrambe vittoriose quest’oggi. Ora per i nerazzurri si tratterà solo di capire la composizione della griglia play-off e incominciare a fare calcoli. Domenica c’è un’ulteriore ultima giornata che darà tutte le risposte del caso; si va a fare visita a una Carrarese bisognosa d’ossigeno per evitare l’ultima piazza, contesa con il redivivo Sorrento, che oggi è andato a trionfare sul campo di un Frosinone (4-2, ndr) ormai estromesso dalla corsa per i play-off.

LATINA - PAGANESE 4-0

Latina: Bindi, Bruscagin, Giacomini, Cejas, Cottafava, De Giosa, Barraco (35'st Angelilli), Ricciardi, Jefferson (18'st Schetter), Burrai, Agodirin (21'st Danilevicisu). A disp.: Ioime, Celli, Addessi, Pagliaroli. All.: Sanderra

Paganese: Marruocco (15'pt Robertiello), Perrotta (22'st Calvarese), Nunzella, Romondini, Fusco, Fernandez, Ciarcià, Soligo, Girardi, Franco (6'st Babù), Caturano. A disp.: Robertiello, Pepe, Lulli, Agresta, Scarpa. All.: Grassadonia

Arbitro: Minelli di Varese. Assistenti: Fraschetti di Perugia e De Troia di Termoli

Marcatori: 40'pt Cejas, 3'st Barraco, 16'st E 48'st Giacomini

Note - Ammoniti: Cottafava, Giacomini, Romondini, Fusco. Recuperi: 4'pt – 3'st. Spettatori: 1700. Incasso: 6.080 euro

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Calcio, Latina in formato play-off: a valanga sulla Paganese 4-0

LatinaToday è in caricamento