Una magia di Corsetti riaccende il Latina, vittoria play off sul campo del Latte Dolce Sassari

La punizione magistrale ad inizio ripresa decide il match in Sardegna. Nell'assalto finale i padroni di casa centrano due pali e un salvataggio di Cazè conserva i tre punti per la squadra di Maurizi: "Hanno vinto loro"

Sorpresa

Non ha mai avuto continuità, non ha mai dimostrazione di temperamento. Poi vince a sorpresa nell'occasione più difficile. Indecifrabile Latina, a tratti bello e fortunato. Di mezzo c'è una vittoria grossa e grassa sul campo del Vanni Sanni di Sassari, che tra Latte Dolce e Torres, continua a portare bene ai nerazzurri nella recente storia di Serie D. Ma nulla accade di sostanziale se non si mette in moto uno di quei due, tra Corsetti e Cunzi. Splendida la punizione con cui il "dieci" veliterno ha deciso il match, custodito dai pali della porta di Alonzi in due circostanze e dal salvataggio di Cazè nell'assalto finale dei padroni di casa. I play sono tornati vicini. Distanto solo due punti.

Alibi vincenti

Gli alibi però ci sono e sarebbero stati sufficienti a giustificare un'eventuale non vittoria e che, a ragion veduta, rendono ancora più significativa l'affermazione in Sardegna. Di questi tempi, constatate tutte le anomalie di squadra, concedere quattro assenze (Garufi, Sanna, Begliuti, Gaeta) tra influenze e infortuni era francamente tanto. Ed averle sapute ovviare, stringendo i denti e senza particolari alchimie tattiche, depone a favore dell'operato del tecnico Maurizi. Il quale nel dopo gara ha sempre concesso la sua disamina ad effetto. Mai banale, sempre ricca di assist per il taccuino: "Fortunati in un paio di casi, soprattutto quando eravamo in dieci. Il calcio è così, gli episodi e i calciatori decidono le gare. In un campo al limite della decenza, se si può dire, ha prevalso la ferrea volonta di vincere a prescindere dagli aspetti tattici. Vengo dai campionati professionistici, è il primo anno nei dilettanti per me e a memoria d'uomo non ricordo un campo così poco curato: è stato difficile giocare al calcio".

Volontà

"Ribadisco non bisogna vendere fumo. Se scendiamo in campo con veemenza e volonta di non subire, giochiamo anche bene al calcio soprattutto in casa. Questo però va supportato dalla volontà chiara e coerente di fare risultato. Chiara perchè tutti lo vogliono, coerente perchè va supportata dai dati di fatto in campo. A livello tattico abbiamo fatto una gara importante. Ringrazio i ragazzi, i veri interpreti sono i calciatori nel bene e nel male. Quando si vince è grande merito dei calciatori, quando si perde è grande demerito dei calciatori".

Tabellino

LATTE DOLCE SASSARI-LATINA 0-1

LATTE DOLCE SASSARI (4-4-2): Garau 6; Pireddu 5,5, Cabeccia 6, Patacchiola 5,5, Tuccio 5,5; Bianchi 6, Scanu 6 (18’st Palmas 6,5), Gianni 5,5 (25’st Marcangeli 6), Piga 6 (28’st Fini 6); Pinna G. 5,5, Virdis 5,5. A disp.: Lai, Pinna A., Gadau, Ubertazzi, Doukar, Molino. All.: Udassi 6

LATINA CALCIO 1932 (4-4-2): Alonzi 6; Iorio Forestero 6,5, Tinti 6,5, Cazè da Silva 6, Atiagli 6; Mastrone 6, Barberini 5,5, Fatati 6,5, Corsetti 7; Cunzi 6,5 (28’st Del Duca 6), Cardella 6. A disp. Muci, Ranellucci, Galasso, Teraschi, Esposito, Sanna, Del Prete. All.: Maurizi 7

ARBITRO: Djurdjevic di Trieste

MARCATORI: 6’st Corsetti

NOTE: Espulso al 24’st Barberini (L) per doppia ammonizione. Ammoniti: Bianchi, Tinti, Patacchiola, Cabeccia, Iorio Forestero, Alonzi, Fatati. Angoli: 4-1. Rec: 1’pt, 3’st.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Concorso al Senato, 30 posti da assistente parlamentare: come candidarsi

  • Desirée, parla la mamma a Porta a Porta: "Con le cure obbligatorie sarebbe viva"

  • "Madame furto" questa volta non si salva dal carcere: dai domiciliari finisce in cella

  • Omicidio di camorra del '92: quattro arresti tra le province di Caserta e Latina

  • Fiumi di denaro riciclati nell'impresa: due arresti e maxi sequestro da 1 milione di euro

  • Auto si ribalta e finisce fuori strada, famiglia salva per miracolo

Torna su
LatinaToday è in caricamento