Sport

Nerazzurri di scena a Salò: il Latina col magone per Fossati

Sanderra è pronto al debutto in panchina e non può fallire, ma in casa Latina continua a piovere sul bagnato: anche Fossati a rischio stop

 

La pioggia di infortuni caduta sui nerazzurri in quest’ultimo periodo sembra non dover cessare mai; Sanderra per la trasferta a Salò (che segna la 25^ giornata) ha convocato venti giocatori, esclusi i ben noti Jefferson, Bernardo, Cafiero, Giannusa, Maggiolini, e Matute per squalifica. A questi indisponibili si potrebbe unire anche il giovane fantasista Fossati, che nelle ultime ore ha accusato una fastidiosa infiammazione alla coscia. Per quanto riguarda la difesa, il nuovo arrivato Giacomini potrebbe trovar posto già nell’undici iniziale; il centrocampo orfano di Matute rimarrebbe il “ventre molle”: se Fossati darà forfait per Sanderra ci sarà da inventare. In attacco “Kola” dovrebbe rimanere al suo posto; vista l’assenza di Bernardo, Tortori – da lungo tempo in naftalina - potrebbe far capolino nell’undici iniziale, ma il problema permane. Anche a Salò bisognerà fare di necessità virtù, privilegiare il gioco corale e la velocità (caratteristiche spiccate di giocatori quali Agodirin e Tortori) per sopperire alla pesante assenza di una punta centrale di peso.

SANDERRA: “OCCHIO ALLA LORO VELOCITÀ” –  Sanderra, alla viglia dell'esordio bis, ci va con i piedi di piombo: “Il Salò è una buona squadra che non merita la posizione di classifica che occupa – ha detto -. Dovremo scendere in campo concentrati, senza dargli modo di imporre il loro gioco. Non dobbiamo dargli fiducia, e allo stesso tempo dobbiamo cercare di prendere campo e ritmo senza timori. Mi preoccupa soprattutto la loro velocità, e l’attacco, dove possiedono ottime individualità”.

MA QUALE DERBY! – Si sa, a Latina e Frosinone il derby è una questione sacrale, ed una tra le stracittadine più folkloristiche dell’intero centro Italia “pallonaro”. La squadra percepisce quanto sia importante per i tifosi l’evento e l'attesa sale con la dovuta ansia, ma Sanderra sa bene che bisogna affrontare gli ostacoli uno alla volta: “Al derby non ci stiamo pensando: la posta in palio nell'incontro di domani è troppo alta per farci distrarre da altri fattori. Al Frosinone penseremo a partire da martedì, ora c’è solo il Feralpi”. E poi ancora sull’umore della squadra alla vigilia della delicata trasferta lombarda: “Devo dire che una settimana è davvero poco per giudicare le condizioni della squadra, ma ho visto uomini propositivi e desiderosi di arrivare all'obiettivo ultimo”.

 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Nerazzurri di scena a Salò: il Latina col magone per Fossati

LatinaToday è in caricamento