Mercoledì, 20 Ottobre 2021
Sport

Calcio, altri due punti buttati. Cutolo riacciuffa il Latina allo scadere

I pontini sciupano un'altra ghiotta occasione, facendosi recuperare al 90' dal Livorno in dieci per tutto il secondo tempo. Di Crimi al 3', il gol dei nerazzurri, per larghi tratti padroni del campo

Ancora un rigore, questa volta a sfavore, nega i tre punti al Latina, che allo scadere si fa acciuffare dal Livorno in inferiorità numerica per tutta la ripresa per l’espulsione di Djokovic. Un vero peccato per i pontini, nettamente superiori sotto il profilo del gioco, che sembravano in totale controllo del match in seguito al gol di Crimi. Invece Beretta, dopo la vittoria mancata a Vicenza per un rigore sbagliato, vede sfumare altri due punti.

IL MATCH – Poche novità, e tutte nelle file dei padroni di casa. Gautieri lancia Siligardi (decisivo nella sfida di Brescia, ndr) dall’inizio, ma esclude Galabinov. C’è l’ex Jefferson al centro dell’attacco, mentre Belingheri a sinistra completa il tridente offensivo. Nel Latina, Beretta conferma il terzetto difensivo di Vicenza, e schiera per la prima volta dall’inizio Viviani (esordio assoluto in campionato per lui) e Sforzini. Panchina per Bruno e Paolucci.
Parte bene il Livorno, che sorprende i pontini con il fraseggio veloce e i cambi di gioco. Una gran sventagliata di Lambrughi pesca Moscati sulla destra, ma il bel diagonale del centrocampista livornese, trova la pronta deviazione di Farelli. Si tratta però di un fuoco di paglia, perché il Latina presto prende le misure, chiudendo ogni linea di passaggio, e beneficiando della evidente superiorità numerica che si viene a creare in mezzo al campo, dove Viviani conferisce brio e geometrie al gioco nerazzurro, Crimi e Valiani offrono quantità e qualità, e gli esterni sono presenti ed efficaci in entrambe le fasi. Non si può dire lo stesso degli esterni offensivi del Livorno, piantonati nella trequarti offensiva, incapaci di liberarsi al tiro, né di aiutare i tre di centrocampo. Siligardi si fa vedere soltanto alla mezz’ora con un bolide dai 30 metri che fa venire i brividi a Farelli. Ma è troppo poco per poter impensierire l’attenta difesa del Latina. I pontini invece, dopo la punizione di Viviani al 16’, respinta da Mazzoni, vanno vicini al gol in altre due occasioni, al 22’ con la pregevole girata volante di Sforzini (palla alta), e al 43’ con la sassata di Valiani che fa la barba al palo. Il primo tempo si chiude sullo zero a zero, con un Latina in netta crescita e un Livorno in palese difficoltà.

LE PAGELLE DEI NERAZZURRI 

SECONDO TEMPO – In un minuto la partita viene completamente stravolta. Prima Djokovic ingenuamente si fa ammonire per la seconda volta in apertura di tempo, rimediando in anticipo gli spogliatoi, poi il Latina trova il gol grazie a Crimi, che di testa corregge in rete un cross dalla sinistra di Rossi. Latina sopra di un gol e di un uomo, a legittimare un predominio che già si era reso evidente nella seconda parte del primo tempo. Gautieri richiama Belingheri inserendo Gemiti risistemando i suoi con il 4-3-2. Successivamente tocca a Cutolo e Vantaggiato per Siligardi e Jefferson. Non si vedono grosse occasioni, il Latina è totale padrone del campo, spegne sul nascere i velleitari tentativi offensivi del Livorno e riparte veloce. Beretta richiama Viviani (positivo il suo esordio) per inserire Bruno e dar ulteriore sostanza alla mediana nerazzurra. Il Livorno si fa vedere solo al 30’ con la punizione di Cutolo spentasi un metro oltre la traversa. Come spesso accade, è un episodio a cambiare di nuovo il volto della partita. Il fallo di mano di Cottafava in area, regala un rigore al Livorno, che Cutolo realizza. Sulla testa di Sforzini, ben imbeccato dal traversone di Angelo, la palla del 2-1, ma la sua girata termina sul fondo. Finisce 1-1. Il Latina fallisce l’occasione per espugnare per la prima volta il “Picchi”, e portarsi al secondo posto in classifica. Invece Beretta deve registrare un’altra occasione sciupata.

LIVORNO (4-3-3) 1 Mazzoni; 17 Ceccherini, 4 Bernardini, 5 Emerson, 11 Lambrughi; 8 Moscati, 14 Mosquera, 28 Djokovic; 26 Siligardi (12’st – 31 Cutolo), 18 Jefferson (18’st – 24 Vantaggiato), 7 Belingheri (4’st – 3 Gemiti). A disposizione: 36 Coser, 9 Surraco, 16 Galabinov, 20 Jelenic, 21 Gonnelli, 27 Biagianti. All. Gautieri

LATINA (3-5-2) 12 Farelli; 23 Brosco, 4 Cottafava, 15 Dellafiore; 6 Angelo, 8 Crimi, 7 Viviani (26’st – 5 Bruno), 18 Valiani (41’st – 10 Sbaffo), 29 Rossi (31’st – 16 Milani); 32 Sforzini, 20 Pettinari. A disposizione: Spilabotte, 3 Bruscagin, 9 Paolucci, 11 Petagna, 19 Mangini, 21 Almici. All. Beretta

Arbitro: Chiffi di Padova

Marcatori: 3’pt Crimi (La), 44’st rig. Cutolo (Li)

Ammoniti: Djokovic (Li), Emerson (La), Sforzini (La), Dellafiore (La), Cottafava (La)

Espulsi: Djokovic (Li) per doppia ammonizione

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Calcio, altri due punti buttati. Cutolo riacciuffa il Latina allo scadere

LatinaToday è in caricamento