rotate-mobile
Sport

Latina: domenica col Barletta senza “Kola” (l’amuleto)

Domenica altra prova del 9 in casa Latina. Arriva un Barletta costretto a far punti per risalire in classifica. Dubbi per Pecchia su chi scenderà in campo

Sarà probabilmente un Latina rimaneggiato (e rivoluzionato?) quello che domenica affronterà al “Francioni” il Barletta penultimo in classifica. Almeno, alla fine dell’allenamento odierno si evince questo; Cejas e Milani non hanno preso parte alla partitella in famiglia giocata contro gli allievi di mister Gesmundo (per loro solo lavoro a parte). Questo deve suggerirci che probabilmente domenica Pecchia cambierà qualcosa all’assetto tattico della squadra. Niente 4-3-3 forse? Tra l’altro neanche “Kola” (l’uomo più in forma dei nerazzurri al momento) sarà della partita per squalifica, dunque anche l’opzione 4-4-2 diventa praticabile. Jefferson e Danilevicius di punta, con Barraco “sacrificato” a quarto di centrocampo magari. Oppure, niente rivoluzioni (squadra che vince non si cambia) e tridente riconfermato con interpreti, però, diversi: Danilevicius, Barraco, Schetter. Insomma, in un modo o nell’altro, quello che conta è vincere. Aaa cercasi conferme (e gol) dagli ultimi arrivati in casa Latina. Un nome su tutti: lo zar Tomas Danilevicius.

IL PECCHIA STYLE – Il Latina si allenerà oggi in mattinata alla Furgol cavi a porte chiuse mentre per sabato mattina è prevista la rifinitura al “Francioni”. Pecchia non lascia trasudare nemmeno un goccio di tensione, viste le importanti perdite in organico in vista di domenica, ma all’aplomb del tecnico di Lenola ci siamo ormai abituati. Col passare del tempo (e qui apriamo una parentesi) il mister è riuscito davvero a far breccia nell’ambiente nerazzurro. Oltre all’apprezzamento che possono riporre in lui i tifosi (per i risultati concreti che sta portando a casa) non abbiamo mai visto Pecchia sbottonarsi il collo della camicia, e non nel senso letterale del termine. Da quando è a Latina il mister ha sempre mantenuto lo stesso profilo; mai un commento sopra le righe, ha sfoggiato un ego professionale e, soprattutto, da professionista. In categorie come queste molte volte agire da professionisti viene visto come ‘roba da alieni’, roba che solo nei grandi palcoscenici di serie A. E invece Pecchia ha imposto il suo modo di fare, sempre coerente, pulito e signorile. Un modo di fare che – per la verità – è a noi ben gradito. Chiusa la doverosa parentesi, ecco le parole del mister al termine dell’allenamento di ieri: “Sono soddisfatto di come stiamo lavorando – ha spiegato –. Stiamo trovando pian piano la forma migliore con alcuni punti chiave. Mancherà “Kola”, che per dedizione e voglia è diventato sempre più un giocatore importante. Ma la rosa a mia disposizione è ampia e avrò ampio margine di scelta. Il Barletta? Ha fatto sei dei quattordici punti nelle ultime partite. Va quindi rispettata e tenuta sott'occhio. Anche se noi dovremo fare la nostra partita, come al solito, e pensare solo a vincere”.

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Latina: domenica col Barletta senza “Kola” (l’amuleto)

LatinaToday è in caricamento