Sport

Breda si (ri)presenta ai tifosi: "Latina, la piazza dove posso dare molto"

Il tecnico è carico per la sua seconda avventura con i pontini: "Questa rosa è sulla carta più competitiva di quella dello scorso campionato. Toccherà a noi farla diventare più forte sul campo". Maietta:"Breda è la persona giusta per cercare di dare una svolta positiva al nostro campionato"

“Se sono qui è perché prendo il posto di un altro allenatore. Sarei ipocrita se dicessi che mi dispiace poiché avevo una gran voglia di tornare a lavorare, ma sono consapevole di ricevere un’eredità importante: ho avuto il piacere di conoscere meglio Beretta la scorsa stagione, in occasione degli scontri diretti contro il Siena, oltre alle capacità tecniche per le quali parla la carriera, lo reputo un’ottima persona”

Si presenta così Roberto Breda, di ritorno a Latina, dopo la straordinaria cavalcata della scorsa stagione, che vide i pontini arrivare ad un passo dalla massima serie. Come l'anno scorso, Breda arriva a Latina a campionato in corso, subentrando a Mario Beretta, esonerato questa mattina che ha risolto consensualmente il suo legame con la società. 

Breda è stato presentato questa mattina, e nel corso della conferenza stampa, ha spaziato molto, parlando del futuro della squadra, ma partendo dal suo addio del giugno scorso: “La partita contro il Cesena, a giugno, l’ho considerata un punto di non ritorno, per me si era chiuso un ciclo e avevo bisogno di resettare tutto. Quei momenti li ho vissuti con uno stato emotivo particolare, con le idee poco chiare, in stato confusionale; poi col passare dei giorni ho sentito in me farsi strada la voglia di rivalsa, il desiderio di tornare ad allenare: Latina, più di ogni altro posto, è la piazza dove sento di poter dare molto, dove si possono fare cose importanti". 

Sulle aspettative: "E' naturale che ci siano ambizioni di un certo rilievo: è mia intenzione costruire qualcosa di prestigioso, ma non sarà una passeggiata. Il passato è passato, ora pensiamo al futuro con la consapevolezza che ci attende un lungo e faticoso cammino". 

Idee chiare per il nuovo tecnico, che si lascia andare ad un commento tecnico sulla rosa che si appresta ad allenare: "Questa rosa è sulla carta più competitiva di quella dello scorso campionato. Toccherà a noi farla diventare più forte sul campo. In questo gruppo vedo un grande punto di unione dopo lo scorso campionato: i giocatori della vecchia guardia e la maggior parte dei nuovi sono animati da una grande voglia di riscatto, questo deve unirci verso l’obiettivo", ha concluso. 

Soddisfatti anche il presidente Pasquale Maietta e il direttore generale Fabrizio Colletti, presenti in sala stampa. “Abbiamo preso questa sofferta decisione in virtù di un inizio di stagione che ci ha visto vincere una sola partita. Come società non siamo abituati ad aspettare gli eventi, ma è nella nostra indole andare incontro alle difficoltà affrontandole con l’obiettivo di risolverle, ha affermato il presidente Maietta. "Dispiace aver interrotto il rapporto con Beretta, al di là dei risultati abbiamo avuto il privilegio di conoscere una persona per bene che ha messo, insieme al proprio staff, il massimo impegno nel lavoro quotidiano. Questo, però, era il momento di intervenire tornando al vecchio amore: gli amori se ne vanno, poi fanno giri enormi e, alla fine, tornano. Roberto Breda è la persona giusta per cercare di dare una svolta positiva al nostro campionato. Il rapporto con Breda, oltre che professionale, è di rispetto e amicizia", ha concluso.  

“Ci tengo anche io, come fatto da Pasquale, a ringraziare il mister che se ne va – ha dichiarato Colletti – Beretta ha lavorato con grande impegno e serietà ma per un motivo o per un altro i risultati non sono arrivati. Sarebbe troppo facile dire che è tutta colpa sua, sicuramente i motivi di questo inizio difficile sono molteplici: è stata una serie di fattori che ci ha portato a prendere queste decisione, convinti di poter invertire la rotta. Tutti devono sudare per questa maglia e sarà compito di mister Breda trovare il modo per far rendere al meglio l’enorme potenziale della rosa".

GLI AUGURI DEL SINDACO DI GIORGI A BREDA

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Breda si (ri)presenta ai tifosi: "Latina, la piazza dove posso dare molto"

LatinaToday è in caricamento