rotate-mobile
Venerdì, 20 Maggio 2022
Calcio

Il Latina archivia la sconfitta e guarda dritto al resto del campionato

Il 3-1 di Catanzaro non ridimensiona i pontini, che hanno affrontato a viso aperto il quotato avversario. Dopo il bel pareggio di Giorgini, l'eurogol di Vasquez ha spettato gli equilibri

L'analisi del dopo Catanzaro-Latina 3-1 resta come sempre lucida, affatto condizionata dal risultato finale. Daniele Di Donato ha delle certezze, il suo Latina ha cercatato di giocarsela, pur sapendo chi aveva di fronte: "Incontravano la squadra più forte del girone. Siamo stati bravi a reggere l’urto, ma ingenui a subire sul finire del primo tempo l’eurogol di Vasquez nato da un nostro fallo laterale. Nel secondo tempo ci abbiamo provato, ma quando affronti squadre di categoria superiore, esperte, fai fatica a rientrare in partita".

L'atteggiamento è sempre stato propositivo, per quanto l'inerzia della gare propendesse a favore di padroni di casa, la cui rosa è di valore specifico superiore. "Noi siamo questi, cerchiamo sempre di giocare sulle nostre qualità, perché fare catenaccio qui sarebbe significato perdere comunque. Importante la reazione avuta sull’1-0, stavamo facendo paura al Catanzaro, poi Vasquez ci ha tagliato un po’ le gambe". 

Bilancio di un febbraio fatto di sette partite. Ritmo forsennato: "E’ un mese che corriamo tanto, facendo ottime cose. Questa partita non ci deve condizionare, perché ce la siamo giocata a viso aperto, senza difenderci. Anzi è stata una buona partita per qualità e intensità nonostante un campo pesante".

Cronaca

Il Catanzaro si è prtato subito in vantaggio dopo 9 minuti. Azione sull'out destro, Cinelli ha eluso l'intervento di Tessiore servendo in mezzo all'area il belga Vandeputte, che ha piazzato un "rigore in movimento" con fredezza e precesione. Altrettanto bello il pareggio pontino alla mezz'ora, quando Carissoni ha scodellato un pallone al limite dell'area per Giorgini,destro a giro di prima e traittoria a fil di palo. Davvero un gran bel gol , seguito però allo scadere del primo da un altrettanto bel gesto di Vasqez, sinistro all'incrocio dei pali al limite dell'area. Nella ripresa l'arbitro ha sanzionato con il rigore il braccio/spalla di Carissoni e Vasquez ha realizzato la doppietta, chiudendo in anticipo la gara. Nel finale Cardinali ha contenuto il passivo, ma sarebbe stato ingeneroso. Sabato di riparte dal Potenza (ore 17.30) al Francioni. 

CATANZARO-LATINA 3-1

CATANZARO (3-4-1-2): Nocchi; De Santis S., Fazio, Scognamillo; Bayeye (47’ st Bjarkason), Cinelli (34’ st Welbeck), Verna, Vandeputte; Sounas (34’ st Bombagi); Vazquez (34’ st Cianci), Biasci (43’ st Carlini). A disposizione: Branduani, Romagnoli, Gatti, Tentardini, Martinelli. All. Vivarini.

LATINA (3-5-2): Cardinali; Carissoni, Esposito, Giorgini; Ercolano (18’ st Teraschi), Di Livio (37’ st Barberini), Amadio, Tessiore (24’ st Rossi), Sarzi Puttini (37’ st De Santis E.); Carletti (24’ st Rosseti), Sane. A disposizione: Ciammaruconi, Tonti, Celli, Palermo, Atiagli, D’Aloia. All. Di Donato.

Arbitro: Fiero di Pistoia

Assistenti arbitrali: Trischitta e Andulajevic

Quarto ufficiale: Angelillo

Note: Espulso al 37’ st Celli (L) dalla panchina per proteste. Ammoniti Verna (C), Esposito (L), Bayeye (C), Cinelli (C), Sounas (C), Sane (L). Spettatori 2793, di cui 1962 paganti, abbonati 831, 21 ospiti. Angoli: 5-2 per il Catanzaro. Recupero: pt 0’, st 3’.

-

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Il Latina archivia la sconfitta e guarda dritto al resto del campionato

LatinaToday è in caricamento