rotate-mobile
Lunedì, 26 Settembre 2022
Calcio

Latina assente per un tempo, non basta il sussulto nel finale per riprendere il Pescara

Tardiva reazioni dei nerazzurri, che subiscono il predominio abruzzese legittimato dal doppio vantaggio. Polemiche per un fuorigioco, che ha viziato il primo gol ospite. Mercoledì la trasferta di Catanzaro

"Ci siamo fatti abbindolare dal fuorigioco non fuorigioco da cui è scatutrio l'angolo e non abbiamo pensato a difenderci sul calcio piazzato. Non ce lo possiamo permettere. Il calcio però è bello perché adesso azzeriamo subito la sconfitta di oggi e pensiamo alla trasferta di mercoledì a Catanzaro". Daniele Di Donato sintetizza la prima al Francioni, che spegne subito l'entusiamo dopo l'exlpoit di Foggia. La misura in ogni caso sta nel mezzo e ci ha pensato il Pescara a ricordare le forze in campo in questo campionato. 

Pescara padrone assoluto del campo nel corso del primo tempo, in cui maturano i gol  con cui gli abruzzesi ipotecano il match. Al 24’  Cuppone fugge verso la porta in posizione dubbia, Cardinali ci mette un’ enorme pezza in uscita. Il Latina rimane a pensare al fuorigioco non fischiato e dal corner successo di Kraja, Mora trova l’inserimento giusto, finalizzando la sponda di Pellacani. Al 27′ tremendo uno-due pescarese, che raddoppia con Cuppone, stavolta freddo davanti al portiere avversario. Gara che sembra chiusa e che viene invece riaperte al 36′ della ripresa da Germinario, il quale commette fallo su Fabrizi. Rigore trasformato da Rosseti. Destro che picchia sotto la traversa e termina nel sacco. Inutile l’assalto finale e la bella girata nel finale di Fabrizi, che al 42’ sfiora il montante.

Tabellino

LATINA (3-5-2): Cardinali; Carissoni, A. Esposito, Giorgini; Teraschi (45’st Di Mino), Barberini (1’st Sannipoli), Amadio, Tessiore, Ant. Esposito (25’st Cortinovis); Margiotta (16’st Rosseti), Fabrizi.

A disp. Giannini, Tonti, Sannipoli, Celli, Rossi, Nordi. All. Di Donato

PESCARA (4-3-2-1): Plizzari; Cancellotti, Pellacani, Brosco (43’st Boben), Milani; Gyabuaa (16’st Germinario), Kraja (21’st Palmiero), Mora; Cuppone, Delle Monache (1’st Kolaj); Loscano (16’st Tupta).

A disp. Sommariva, D’Aniello, Vergani, De Marino, Desogus, Mehic, Saccani.

All. Colombo

Arbitro: Angelucci di Foligno

Assistenti: Pedone di Reggio Calabria – Croce di Nocera Inferiore

Quarto uomo: Centi di Terni

MARCATORI: 25′ Mora, 27′ Cuppone, 37’st Rosseti (rig.)

Espulso: 32’st Carissoni per somma di ammonizioni.

Ammoniti: Carissoni, Amadio, Milani, Plizzari, Brosco.

Note: osservato un minuto di silenzio per la morte del giornalista Roberto Renga, padre di Francesco team manager del Latina. Angoli 2-8. Rec. pt 1′, st 5'. Spettatori 2.360, compressi 433 abbonati. Ospiti 266.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Latina assente per un tempo, non basta il sussulto nel finale per riprendere il Pescara

LatinaToday è in caricamento