rotate-mobile
Lunedì, 29 Novembre 2021
Calcio

Latina, Di Giuseppe dà l'ultimatum: "Svegliamoci, così non si va da nessuna parte"

Pesante affondo del ds nerazzurro dopo la brutta prova di Vibo Valentia, costata la quarta sconfitta nelle ultime cinque gare. Squadra impalpabile, il solo Jefferson non basta. Mercoledì tutti sotto esame contro il Catanzaro

Brutto come mai avrebbe dovuto esserlo, nell'occasione in cui serviva il risultato per dare uno strappo al campionato. Invece il Latina è tornato subito indietro, perdendo la fame che brillantemente aveva segnato il match stravinto contro il Picerno. E che invece stavolta i pontini hanno perso meritatamente con la Vibonese, alla sua prima vittoria in campionato. 

Se, sulla base degli episodi, qualcosa di più il Latina potrebbe reclamarlo dal punto di vista del risultato finale, l'atteggiamento in campo è sicuramente condannabile. Eppure Di Donato alla vigilia aveva parlato dell'avversario, considerandolo nella stessa difficoltà del Latina la settimana precedente. Per giunta ha dato fiduci agli stessi undici della domenica precedente, ma la risposta è stata deludente e come i giocatori, adesso anche il tecnico finisce sotto esame.

Affondo

Il direttore sportivo Marcello Di Giuseppe si è presentato in salta stampa allo stadio "Luigi Razza" scuro in volto. Ha preso parola per tutti, dopo essere uscito dallo spoliatoio. "Dobbiamo darci una svegliata, altrimenti non andiamo da nessuna parte. Non basta essere bravi o promettenti giocatori per vincere una partita. Siamo competitivi, ma non possiamo più permetterci di scendere in campo in questa maniera. Sicuramente giocare subito mercoledì è importante, ma non è questo il modo di approcciare le partite. Se il Catanzaro è un avversario forte, è pur vero che di nomi altisonanti ne abbiamo già incontrati e continueremo ad incontrare. Fa poca differenza, conta l'atteggiamento. In trasferta in particolare, andiamo sempre in difficoltà". 

Cronaca

Il Latina prima di smarrisi in realtà ha prodotto le prime azioni da gol, passate per Jefferson, obiettivamente sempre più in forma di partita in partita. Ma le qualità del brasiliano non sono bastate per trovare il gol, dopo una rovescita terminata alta (3') sugli sviluppi della punizione di Amadio e un destro forte ma centrale (5') generato da una palla pericolosamente persa dalla Vibonese sulla tre quarti. 

Superata la timidezza iniziale, la Vibonese ha iniziato a prendere coraggio ed un salvataggio di Nicolao, di petto rispetto al tanto contestato braccio, sul colpo di testa di Sorrentino ha rinviato il vantaggio calabrese, arrivato al 34' troppo facile per essere incassato. Una difesa troppo ferma, ha consentito un doppio palleggio di testa in area di rigore e sulla sponda di Sorrentino, Golfo si è avventato davanti a Cardinali superando in uscita per poi guardarsi alle spalle se qualcuno avesse segnalato il fuorigico. Gol oiù che regolare. 

Il Latina ci ha provato di nuovo in apertuta di ripresa, ma aha rischiato grosso al 4', sulla deviazione sotto porta di Goldo, che ha mancato la doppieta personale. Ed ancora al 10', quando Spina ha chiamato Cardinali alla presa. Dall'altra parte al 12', Mengoni stoppa in uscita il pallonetto di Jefferson da posizione defilatal, mentre all 24' Spina pecca d'egosimo sparando addosso a Cardinali il pallone che avrebbe dovuto servire ad un liberissimo Sorrentino. Errore che poteva costare caro se Mengoni non fosse intervenuto con le mani della provvidenza sul colpo di testa ravvicinato di Carletti al sesto minuto di recupero. Al settimo è così Spina a firmare il raddoppio e contropiede e farsi cacciare per il doppio giallo dell'esultanza senza maglia. 

VIBONESE – LATINA 2-0


VIBONESE (3-4-3): Mengoni; Risaliti (35’ st Cigagna), Vergara, Mahrous; Grillo (28’ st Bellini), Basso (28’ st Fomov), Gelonese, Mauceri; Spina, Sorrentino (28’ st Persano), Golfo (17’ st Cattaneo).

A disp. Marson, Alvaro, Polidori, La Ragione, Ngom, Tumbarello, Leone.

All. D’Agostino

LATINA (4-4-2): Cardinali; Ercolano (14’ st Di Livio), De Santis, Esposito, Nicolao (31’ st Giorgini); Teraschi (31’ st Zini), Barberini, Amadio, Tessiore; Rosseti (23’ st Sane), Jefferson (14’ st Carletti).

A disp. Alonzi, Spinozzi, Marcucci, Celli, Mascia, Rossi.

All. Di Donato

ARBITRO: Gianluca Grasso di Ariano Irpino (Biffi di Treviglio e Ferraioli di Nocera Inferiore)

MARCATORI: 34’ pt Golfo, 51’ st Spina

NOTE: spettatori 209, con rappresentanza ospite, per un incasso di 1840 euro. Espulso al 52’ st Spina (V) per doppia ammonizione. Ammoniti Gelonese, Sorrentino, Basso (V), Barberini, Tessiore, Rosseti, Esposito (L).  Rec. 1’ pt, 7’ st.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Latina, Di Giuseppe dà l'ultimatum: "Svegliamoci, così non si va da nessuna parte"

LatinaToday è in caricamento