​Riparte il mercato. Per il Latina altra rivoluzione in vista?

Parte oggi ufficialmente la sessione invernale che terminerà lunedì 1 febbraio. Per la società pontina si prospettano numerose operazioni in entrata e uscita. Intanto il giovane De Lucia ha rescisso

Anno nuovo consuetudini vecchie. Con l’inizio del mercato di riparazione, il Latina si appresta a una nuova rivoluzione. L’ennesima, dopo un mercato estivo che ha contato oltre quaranta movimenti (contando quelli in entrata e in uscita), ma che non ha trovato in campo i riscontri positivi che ci si aspettava. Nel mentre, la società ha operato anche un cambio della guida tecnica, chiamando il pontino doc Somma al posto di Mark Iuliano, colui il quale condusse il Latina alla salvezza, dopo averla presa in carico all’ultimo posto.
Con Somma i risultati non sono migliorati: due sole vittorie, cinque sconfitte e tre pareggi. Un solo punto in trasferta, dopo quattro k.o. consecutivi, e una classifica che ora preoccupa. Se il campionato finisse oggi, i nerazzurri si giocherebbero i playout con il Vicenza.

Naturale per una squadra avvezza al cambiamento di giocatori e allenatori, pensare a una nuova ondata di arrivi e partenze. Anche perché le offerte per alcuni giocatori non mancano, così come l’insoddisfazione di certi elementi, giunti a Latina con altre aspettative.

PORTIERI – L’infortunio di Di Gennaro è giunto come una mazzata improvvisa, perché l’estremo difensore scuola Inter era una delle poche certezze in casa Latina. Certo, Farelli non ha demeritato, a parte gli errori di Lanciano, ma la società ha più volte palesato l’intenzione di non puntare sull’ex Siena. Si spiega in tal senso l’arrivo molto probabile di Samir Ujkani, estremo difensore del Genoa. La chiusura dell’affare sembra vicina. Farelli dovrebbe restare, sempre che non arrivino offerte, mentre il giovane De Lucia ha appena rescisso, e dovrebbe trasferirsi in serie D dove lo attende il Taranto.

DIFENSORI – Anche nel reparto arretrato i cambiamenti potrebbero essere numerosi. Detto che Milani e Figliomeni sono ancora sotto contratto e potrebbero rientrare nella lista, nell’elenco dei partenti figurano Baldanzeddu (lo vuole il Lecce in Lega Pro, ma interessa anche al Cesena) ed Esposito, che Breda riaccoglierebbe a braccia aperte a Terni. Tra gli arrivi, il diesse Facci dovrà lavorare sul terzino sinistro, visto che non c’è un’alternativa a Calderoni.

CENTROCAMPISTI – Arrivato come uno dei colpi più importanti del mercato estivo, per Federico Moretti l’avventura a Latina non è stata delle più esaltanti. Relegato spesso in panchina da Iuliano, anche per una condizione atletica piuttosto deficitaria, più presente con Somma, ma mai capace di incidere sul gioco nerazzurro. Il vero Moretti non si è visto né per la qualità delle giocate, e neppure per la presenza nel tabellino dei marcatori: a Vicenza i gol furono 7, a Latina un triste zero. Proprio la squadra di Marino rivorrebbe con sé uno degli artefici della grande stagione disputata lo scorso anno dai veneti. Servirebbe però un sacrificio economico sia per il cartellino che per l’ingaggio. Sul piede di partenza ci sono anche Marchionni, e Mbaye, quest’ultimo cercato dal Carpi, mentre per Minala l’avventura in terra pontina si è ormai conclusa da oltre un mese. Il camerunese tornerà a Roma, sponda Lazio, per essere nuovamente girato in prestito a una squadra di B. Tra gli arrivi si fa il nome di Crecco, anche lui di proprietà della Lazio ma in prestito al Lanciano. Si è da poco aggregato alla squadra McDonald Mariga, centrocampista ex Parma e Inter, rimasto senza contratto dopo il fallimento della società emiliana. La firma del contratto sembra una formalità, per lui si parla di un biennale. Sarà di fatto lui il primo rinforzo ufficiale a centrocampo. 

ATTACCO – Il ritorno in terra pontina di Jefferson è stato dei più deprimenti. Solo un gol, nell’ultima vittoria del Latina con il Livorno nella sua prima parte di stagione da dimenticare. Il cambio di modulo di Iuliano, che inizialmente prevedeva l’assetto a due punte, e poi con l’avvento di Somma che gli ha sempre preferito Corvia o Dumitru, Jefferson ha visto il campo col contagocce, collezionando ingressi dalla panchina sempre nei minuti finali. Per lui si prospetta il ritorno in Lega Pro, dove lo attende la Casertana capolista del girone C. Attualmente gli unici tre quasi certi di restare sono Acosty – capocannoniere della squadra – Dumitru, e Corvia. Anche se l’ex bresciano deve ritrovare i gol. Possibile partenza in prestito per Talamo, mentre Bandinelli e Paponi, rimasti ai margini sin da inizio stagione, potrebbero andar via. Non trovano riscontri le voci circa un ritorno di Sforzini. Più probabile che Facci vada alla ricerca di attaccanti esterni, e di una punta in manovra che si adatti bene alle idee tattiche di Somma.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus: 236 nuovi casi in provincia e altre quattro vittime del covid da Latina e Fondi

  • Coronavirus Latina: ancora 260 nuovi casi in provincia. Un altro decesso

  • Coronavirus Latina: la curva non scende, 244 nuovi casi in provincia. Altri 3 decessi

  • Coronavirus, la curva continua a salire: altri 236 casi, ancora sette morti in 24 ore

  • Coronavirus Latina: si impenna ancora la curva, 274 i nuovi casi. Altri 6 decessi

  • Coronavirus, racconto dal reparto dei pazienti gravi: "Covid contagiosissimo e pericoloso. L'età si abbassa"

Torna su
LatinaToday è in caricamento