Canottaggio, bronzo mondiale per Matteo Sartori: terzo posto ai Campionati di Tokyo

Una medaglia quella conquistata ai Mondiali Junior con Nicolò Carucci che consacra il giovane atleta delle Fiamme Gialle, e figlio di Alessio Sartori, tra i più forti in circolazione

Medaglia di bronzo nel doppio Junior con Nicolò Carucci per Matteo Sartori ai Campionati del Mondo di Tokyo. 

Il mondiale giapponese regala all'atleta della Sezione Giovanile delle Fiamme Gialle di Sabaudia, figlio del grande Alessio Sartori, una medaglia pesante che lo consacra tra i più forti atleti Junior in circolazione. Un terzo posto quello di Matteo Sartori e Nicolò Carucci che è la ciliegina sulla torta di un anno da incorniciare grazie anche alla medaglia d'argento agli Europei e al Titolo italiano.

La gara

La finale ha visto tre barche sole al comando che per tutta la gara si sono contese le prime tre posizioni. Australia, Italia e Germania, questi i tre equipaggi che hanno fatto il vuoto e nell'ordine sono transitate ai 1000 metri. Nella seconda parte di gara si alza il ritmo dei colpi e l'Australia prova a fuggire con l'Italia che tenta il tutto per tutto per respingere l'attacco dei panzer tedeschi. Sul traguardo oro all'Australia, argento alla Germania e bronzo all'Italia.

La medaglia di Matteo non è piovuta dal cielo, certo, la genetica di famiglia aiuta parecchio (papà e zio campioni del remo degli anni 90 e 2000), ma è il frutto di un lavoro di squadra che continua da anni nella squadra della Sezione Giovanile delle Fiamme Gialle di Sabaudia, nella quale Matteo sta crescendo sia come atleta che come uomo.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Usura, estorsione e spaccio: otto arresti. In carcere anche Antonio Di Silvio

  • Banda dei furti seriali, l'accusa chiede condanne per oltre 57 anni di carcere

  • Usura e spaccio, Antonio Di Silvio intercettato: "Io non sono uno zingaro come gli altri"

  • Dramma a Terracina: uomo si toglie la vita impiccandosi a un ponte

  • Avvicina una commessa e la palpeggia: lei urla e lo mette in fuga. Arrestato

  • Ordinano condizionatori e pagano solo l'acconto: la merce era in un deposito in provincia di Latina

Torna su
LatinaToday è in caricamento