Il Coronavirus ferma anche la pallavolo: sospesi tutti i campionati

La decisione della Federazione Italiana Pallavolo: lo stop fino al 1 marzo compreso. Per la Top Volley salta la trasferta a Tento

Il coronavirus ferma anche la pallavolo. Il campionato di Superlega, e tutta la serie A, si fermano fino al 1 marzo. Questa la decisione assunta dalla Federazione Italiana Pallavolo. Questo vuol dire che la Top Volley Cisterna non giocherà la partita in programma domenica a Trento e contemporaneamente salterà anche la tappa di #Accendiamoilrispetto nelle scuole contro il bullismo prevista proprio a Trento nel giorno successivo alla partita.

“In questo momento non ci sono ancora indicazioni o notizie certe sulla ripresa del campionato - fanno sapere dalla top Volley Cisterna - ma ‘la Lega Pallavolo Serie A auspica che le autorità competenti autorizzino incontri a porte chiuse a partire dal 2 marzo’”. “Per quanto concerne gli allenamenti della squadra - prosegue la società pontina -, almeno per le informazioni disponibili attualmente, secondo le disposizioni di oggi non ci saranno cambiamenti al programma del club e la settimana di preparazione continuerà con gli stessi orari previsti senza alcuna variazione”. 

Coronavirus: le 10 regole da seguire

Il comunicato ufficiale diffuso dalla Lega Pallavolo serie A

La Federazione Italiana Pallavolo, congiuntamente alle due Leghe di Serie A Maschile e Femminile, rendono noto di aver deciso di sospendere l’intera attività pallavolistica nazionale a tutti livelli fino al 1 marzo compreso.
La decisione è stata assunta al termine di una riunione d’urgenza tenutasi ieri a Bologna in conseguenza dei diversi provvedimenti che si stanno assumendo in ambito governativo - istituzionale quali le decisioni adottate dai Presidenti delle Regioni Piemonte, Lombardia, Veneto, Emilia Romagna alle quali si è aggiunta la Regione Friuli Venezia Giulia e la Provincia autonoma di Trento.
I tre organismi, con la suddetta decisione, intendono porre la massima attenzione alla salvaguardia della salute comune e si impegnano a monitorare costantemente la situazione, riservandosi di prendere ulteriori decisioni dandone tempestiva comunicazione.
Contemporaneamente la Fipav invierà una lettera al Ministro per le politiche giovanili e lo sport Vincenzo Spadafora e al Coni per chiedere quali le possibili situazioni per garantire l’eventuale continuazione delle attività agonistiche ivi compreso lo svolgimento degli allenamenti.
Sarà cura della Federazione anche inviare una lettera al presidente della Cev Aleksandar Boricic relativamente alla partecipazione delle squadre italiane impegnate nelle coppe europee.
La Lega Pallavolo Serie A auspica che le autorità competenti autorizzino incontri a porte chiuse a partire dal 2 marzo
”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus: 236 nuovi casi in provincia e altre quattro vittime del covid da Latina e Fondi

  • Coronavirus Latina: ancora 260 nuovi casi in provincia. Un altro decesso

  • Coronavirus Latina: la curva non scende, 244 nuovi casi in provincia. Altri 3 decessi

  • Coronavirus, la curva continua a salire: altri 236 casi, ancora sette morti in 24 ore

  • Coronavirus Latina: si impenna ancora la curva, 274 i nuovi casi. Altri 6 decessi

  • Coronavirus, racconto dal reparto dei pazienti gravi: "Covid contagiosissimo e pericoloso. L'età si abbassa"

Torna su
LatinaToday è in caricamento