Daniele Nardi sul Nanga Parbat: intensificate le ricerche via terra. Droni fino a 6500 metri

Aggiornamenti da parte dello staff dell’alpinista di Sezze sulle perlustrazioni, al momento senza esito, portate avanti su tutto i fronti

Arrivano aggiornamenti sulle ricerche di Daniele Nardi e Tom Ballard, l’alpinista di Sezze e il suo compagno di spedizione britannico, dispersi da più di una settimana sul Nanga Parbat. Le ricerche nella giornata di oggi sono state condotte sia via terra che in volo sull'8mila pakistano, dopo l’esito negativo delle perlustrazione di ieri fino a quota 7.100 metri.  

Ieri, infatti, Alex Txikon e Felix Criado hanno controllato campo 2, sepolto da una valanga, dove hanno recuperato alcuni effetti personali che avevano lasciato Nardi e Ballard.

“Arrivano finalmente notizie dal Nanga Parbat” hanno fatto sapere nel primo pomeriggio di oggi (ora italiana) dallo staff di Daniele Nardi. “Alex Txikon e il suo team hanno intensificato le ricerche via terra tra C1 e C3, mentre i droni si sono alzati in volo fino a 6500 metri. Restiamo in attesa di aggiornamenti”. Ma al momento dei due alpinisti nessuna traccia.

Il video delle ricerche sul Nanga Parbat

Domani, ha fatto sapere attraverso twitter l'ambasciatore italiano in Pakistan, Stefano Pontecorvo, la ricerca continua sia a piedi che con i droni. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Preso con due etti di cocaina dopo un inseguimento, in lacrime davanti al giudice

  • Violenta lite all’autolavaggio, tre arresti per tentato omicidio. Pestato un 48enne

  • Furti di auto col trucco dello "spinotto": confessa uno dei ladri della banda

  • Cinque chili di droga nascosta nell’armadio, impossibile dimostrare che era sua: assolto

  • "Certificato pazzo" in cambio di soldi: un medico della Asl al centro del "sistema"

  • Morto dopo un inseguimento notturno di una ronda, processo davanti alla Corte di Assise per omicidio

Torna su
LatinaToday è in caricamento