Fallimento Latina calcio, non c'è l'offerta: deserta anche la seconda asta

Nella giornata di ieri l'auto con a bordo il presidente Mancini è comparsa davanti al tribunale, una mossa per verificare che non si presentassero altri acquirenti, o un messaggio agli stessi

Nessuna novità in casa Latina. Anche la seconda asta non porterà alla fumata bianca. Evidentemente quella di Benedetto Mancini è stata soltanto una manovra strategica. Ieri l'ex presidente nerazzurro si è presentato davanti al tribunale a bordo di un'auto dalla quale non è mai sceso. Una sorta di messaggio agli altri potenziali acquirenti, o solo un modo per verificare che nessun altro formulasse un'offerta. 

Tuttavia era facile ipotizzare che anche il secondo dei cinque esperimenti d'asta andasse deserto. Con l'imponente massa debitoria di cui farsi carico (6 milioni di euro più le spese di gestione per il campionato in corso) induce i potenziali acquirenti a cercare di giocare al ribasso almeno sull'acquisto del titolo sportivo. Non è dunque da escludere che la partita si risolva all'ultima asta del 27 aprile, quando la base sarà di 270mila euro. Mancini resta il candidato principale, avendo già costituito una nuova società affiliata alla Figc. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Novembre 1985: l'atroce delitto di Rossella Angelico. Latina la ricorda intitolandole una rotonda

  • Cosa fare nel weekend? Ecco gli eventi a Latina e Provincia

  • Operazione Astice secondo atto: nuovi arresti a Latina

  • Maltempo a Gaeta, “La Signora del Vento” danneggiata dalla forte mareggiata

  • Incidente sulla Pontina, maxi tamponamento fra 8 veicoli: code e traffico in tilt

  • Scomparso da tre giorni: ricerche a tappeto con l'elicottero dei vigili

Torna su
LatinaToday è in caricamento