Fallimento Latina calcio, non c'è l'offerta: deserta anche la seconda asta

Nella giornata di ieri l'auto con a bordo il presidente Mancini è comparsa davanti al tribunale, una mossa per verificare che non si presentassero altri acquirenti, o un messaggio agli stessi

Nessuna novità in casa Latina. Anche la seconda asta non porterà alla fumata bianca. Evidentemente quella di Benedetto Mancini è stata soltanto una manovra strategica. Ieri l'ex presidente nerazzurro si è presentato davanti al tribunale a bordo di un'auto dalla quale non è mai sceso. Una sorta di messaggio agli altri potenziali acquirenti, o solo un modo per verificare che nessun altro formulasse un'offerta. 

Tuttavia era facile ipotizzare che anche il secondo dei cinque esperimenti d'asta andasse deserto. Con l'imponente massa debitoria di cui farsi carico (6 milioni di euro più le spese di gestione per il campionato in corso) induce i potenziali acquirenti a cercare di giocare al ribasso almeno sull'acquisto del titolo sportivo. Non è dunque da escludere che la partita si risolva all'ultima asta del 27 aprile, quando la base sarà di 270mila euro. Mancini resta il candidato principale, avendo già costituito una nuova società affiliata alla Figc. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, arriva l'ordinanza della Regione Lazio: misure di prevenzione e profilassi

  • Incidente sulla Pontina: perde il controllo dell’auto, muore un uomo di 39 anni

  • Coronavirus, Comune di Sezze: “Due pullman in arrivo da Venezia. Situazione monitorata”

  • Coronavirus, Regione: “Scuole chiuse nel Lazio e manifestazioni pubbliche vietate? Fake news”

  • Accoltellato alla giugulare: salvato dalla Stradale sulla Pontina e soccorso dall'eliambulanza

  • Camionista di Sezze denunciato dai carabinieri a Pordenone: guidava in stato di ebbrezza

Torna su
LatinaToday è in caricamento