Venerdì, 30 Luglio 2021
Sport

Quale futuro per il Latina? Si spera nell’esercizio provvisorio, ma incombe l’incubo fallimento

Tra domani e giovedì il Tribunale fallimentare si pronuncerà sulla richiesta di esercizio provvisorio. Ma il parere negativo dei Pm, potrebbe incidere negativamente sulla sentenza del giudice

Salvezza o ‘morte’ calcistica. Il futuro del Latina si decide domani (o al massimo giovedì), durante l’udienza collegiale del Tribunale Fallimentare. Gli scenari che potrebbero profilarsi non sono molti. La speranza in via Prampolini è che il collegio di giudici composto da Catello Pandolfi, Francesco Cina e Linda Vaccarellla, accettino la richiesta di fallimento pilotato.

E se al termine dell’udienza prefallimentare dello scorso 16 febbraio il presidente Mancini e il legale Arcidiacono si erano mostrati piuttosto ottimisti sull’ottenimento dell’esercizio provvisorio, oggi quelle certezze appaiono sensibilmente ridimensionate, anche a causa della bocciatura da parte dei pubblici ministeri Luigia Spinelli e Claudio Di Lazzaro del piano economico propugnato dalla società pontina.

Tuttavia le speranze restano in piedi. L’esercizio provvisorio resta di fatto l’unica ancora di salvezza a cui appellarsi per evitare che il calcio professionistico sparisca dal capoluogo pontino. Se il Tribunale decidesse positivamente, la società passerà sotto la guida di un curatore fallimentare che curerà la contabilità, garantendo la prosecuzione del campionato, e quindi il pagamento di tutte le spettanze (dagli stipendi, alle spese per le trasferte), grazie agli oltre 2 milioni di crediti vantati in Lega e alla somma stanziata da Mancini. A quel punto il Latina sopravvivrebbe e affiderebbe al campo le speranze di salvezza (pur consci della sostanziosa emorragia di punti determinata dalla penalizzazione). Il campionato proseguirà fino all’asta per l’acquisto del titolo sportivo.

Ma c’è un’ipotesi assai più nefasta, quella che vede il tribunale rigettare la richiesta di Mancini e dei suoi legali, e che di fatto sancirebbe il fallimento immediato. In tal senso inciderebbe il parere negativo dei Pm in particolare che contestano il mancato versamento nella casse della società da parte della nuova società. A quel punto il campionato del Latina rischierebbe di concludersi in anticipo, e con esso aumenterebbe ancor di più la massa debitoria, già pesante (circa 11 milioni).  

La città intera spera e attende il verdetto della propria squadra, sperando di non ritrovarsi di nuovo a battagliare nei campi di periferia. I tempi della finale playoff con la Serie A in palio sembrano lontani un secolo.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Quale futuro per il Latina? Si spera nell’esercizio provvisorio, ma incombe l’incubo fallimento

LatinaToday è in caricamento