“Giubileo del Mare”: traversata a nuoto nel Golfo per commemorare le vittime del mare

Iniziativa di sport e solidarietà: si parte sabato 16 luglio da Gaeta dove si tornerà il giorno successivo dopo le tappe a Minturno, Scauri e Sperlonga. Venti nuotatori si scambieranno il testimone in acqua "per tenere sempre vivo il ricordo delle vittime del mare”

Venti nuotatori si scambieranno il testimone in acqua nella traversata del Golfo di Gaeta "per tenere sempre vivo il ricordo delle vittime del Mare”: è stata presentato presentato oggi il “Giubileo del Mare” che si terrà nel fine settimana. 

L’iniziativa, a cui prenderà parte anche il sindaco di Gaeta Cosmo Mitrano in veste di atleta alla staffetta, è stata organizzata dalla Serapo Sport, Lega Navale sezioni Gaeta, Sperlonga e Minturno, in sinergia con l'Arcidiocesi di Gaeta e con il patrocinio del Comune di Gaeta. 

Una singolare manifestazione all'insegna dello sport e della solidarietà sociale che si inserisce all'interno dell'Anno Giubilare della Misericordia, indetto da Papa  Francesco. L'intento “è ricordare non solo quanti in passato hanno lavorato e lavorano quotidianamente sul mare (con tutti i pericoli che ciò comporta), ma anche e sopratutto riflettere e meditare sul sacrificio di migliaia e migliaia di essere umani, di tutte le età, condizioni sociali, religioni e lingue che si affidano alle acque del mare nel viaggio della speranza, che poi purtroppo si trasforma troppo spesso in viaggio della disperazione e della morte”.

L’INIZIATIVA - Come viene spiegato in una nota, il percorso complessivo della traversata sarà di 31 miglia; si partirà sabato 16 luglio alle 17.30, da Gaeta Punta Stendardo per raggiungere Minturno, in corrispondenza di Boa Due -come viene definita l'area in termini tecnici - e proseguire verso Scauri, quindi Sperlonga e ritornare a Punta Stendardo, verso le 14.30 di domenica 17 luglio. Poco prima di arrivare a Boa Due sarà deposta in mare una Corona commemorativa di tutte le vittime del mare, alla presenza del'Arcivescovo di Gaeta Mons. Luigi Vari. L'area marina scelta è quella dove affondò il peschereccio Rosinella. 

Gli atleti della Serapo Sport, tra cui il primo cittadino, allenati dal coach Antonio Pasciuto, si scambieranno il testimone in mare ogni 15 minuti, ininterrottamente giorno e notte. Saranno assistiti lungo il percorso dai vogatori di Voga Mare Gaeta, associazione presieduta da Maria Strozza. Accompagneranno gli atleti nella loro avventura anche le motovedette della Capitaneria di Porto e della Guardia di Finanza di Gaeta.

La manifestazione si concluderà domenica con il momento giubilare presso la Chiesa Santuario di Maria Santissima dell'Annunziata alle ore 19, con la Messa in suffragio seguita dal varco della Porta Santa.

I COMMENTI - “Abbracciando le onde del mare vogliamo abbracciare le tante vite vissute e morte sul mare - dichiara il sindaco Mitrano -. Sarà anche l'occasione per rivolgere il nostro pensiero alle vittime del tragico scontro fra treni, avvenuto in Puglia nei giorni scorsi. Un vivo ringraziamento alla Scuola Nautica della Guardia di Finanza, alla Capitaneria di Porto, e alla Base Nautica Flavio Gioia, per il fattivo supporto logistico alla manifestazione. Un grazie di cuore a chi si è dedicato anima e corpo all'organizzazione del Giubileo del Mare: dr. Giacomo Bonelli, Presidente della  Lega Navale sez. Gaeta ed il nostro allenatore Pasciuto. Un abbraccio collettivo rivolgo ai miei  compagni di squadra, atleti nel corpo e nello spirito, prontissimi ad affrontare le sfide del nostro mare, nel ricordo di tutti coloro che il mare ha portato via all'affetto dei propri cari".

Per l'assessore Ridolfi si tratta di "un evento di grande suggestione che ancora una volta testimonia l'importanza sociale dello Sport, quale fattore di aggregazione e di unione intorno ai principali valori  della vita umana. Il Giubileo del Mare ci permette anche di rivolgere il nostro pensiero  a Salvatore Bisbiglia, pioniere delle traversate in mare, in particolare nel nostro Golfo".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Incidente sulla Pontina: investito da un tir, muore un uomo di 43 anni

  • Coronavirus, altri 209 contagi e tre morti in provincia. Boom di casi a Terracina

  • Coronavirus Latina: nuovi casi ancora sopra i 200 in provincia. Altri 6 decessi

  • Morto dopo un inseguimento, la guardia giurata condannata a nove anni per omicidio

  • Coronavirus Latina: 149 i nuovi casi in provincia, ma i guariti sono 190. Altri 4 decessi

  • Coronavirus Latina, altri 231 contagi. Ma non c'è alcun decesso nelle ultime 24 ore

Torna su
LatinaToday è in caricamento